Baldur's Gate II: Enhanced Edition

Là dove è stata fatta la storia
Scritto da Mail@ KableGameril 19 dicembre 2013
Baldur's Gate II: Enhanced Edition Recensione
Ci sono recensioni che non possono essere scritte senza mostrare un enorme rispetto e, perchè no, anche un pizzico di reverenza nei confronti di determinati titoli videoludici. Si tratta di videogames che anche a distanza di anni sono stati capaci di lasciare un'impronta molto forte nel cuore di tante persone al punto che il solo parlarne può trasformarsi in un nostalgico richiamo. Videogames che, nonostante l'eta molto avanzata, continuano ad attirare fra le proprie fila sempre nuovi giocatori i quali, in un periodo colmo di titoli dalla grafica mozzafiato, ma dotati, magari, di ben poca sostanza, preferiscono rivolgersi a qualcosa che sia ancora in grado di entusiasmarli andando al di là della solita bella facciata. Titoli, in sintesi, che hanno fatto e continuano a fare la storia. E' proprio questo il caso di Baldur's Gate II. Uscito nel lontano 2000, il titolo registrò subito due importanti risultati. Da un lato, infatti, fornì una chiara dimostrazione di quanto i sequel possano, qualche volta, dimostrarsi all'altezza del proprio grande predecessore, nello specifico quella pietra miliare del genere nota come Baldur's Gate, mentre dall'altro riuscì in maniera mirabile a riunire sotto un'unica bandiera i videogiocatori appassionati di RPG ed i puristi incalliti dei giochi di ruolo da tavolo amanti di carta, penna e dadi. Baldur's Gate, infatti, altro non è che il nome di una delle città più importanti dei Forgotten Realms, celebre ambientazione creata negli anni ottanta dal grande game designer canadese Ed Greenwood per lo storico gioco di ruolo Dungeons&Dragons. Overhaul Games dopo aver donato nuova vita tra alti e bassi al primo capitolo della serie, a distanza di circa dodici mesi ci riprova proponendo  Baldur's Gate II: Enhanced Edition. Va precisato che quest'ultimo, al pari di titoli come The Elder Scrolls III: Morrowind, nel corso degli anni ha continuato ad essere seguito da una larga community di appassionati che ne ha migliorato ulteriormente i contenuti grazie allo sviluppo di vari add-on e mod e che, quindi, è già stato oggetto di una rivisitazione a lungo termine. Questa Enhanced Edition risulta, dunque, un'operazione dal sapore sicuramente nostalgico che si presenta, però, come un'occasione di far conoscere ai fan degli RPG uno dei pilastri del genere ed anche come un tentativo di aggiungere nuove features al gioco.

Classico che non invecchia, si rinnova

Iniziamo con il dire che nella Enhanced Edition di Baldur's Gate II troverete sia il gioco base Shadow of Amn sia l'espansione Throne of Baal, le quali rappresenteranno, per ciò che concerne la trama, il seguito di quanto narrato nel primo capitolo riguardo al protetto del mago Gorion. La trama, che anche a distanza di un decennio mostra uno spessore narrativo da cui alcuni nuovi RPG potrebbero solo imparare, si snoda lungo il sottile confine tra la ricerca del potere e la perdita di tutto a causa della brama stessa di quest'ultimo. E' d'obbligo, per chi non ha ancora avuto il piacere di giocare il titolo in passato, un sommario accenno alla trama principale. All'inizio dell'avventura il vostro personaggio si ritroverà rinchiuso in una gabbia all'interno di quella che sembra una camera di tortura, prigioniero del un misterioso mago Joneleth "Jon" Irenicus. Non passa molto tempo, però, prima che nella stanza irrompa la vostra amica d'infanzia Imoen, la maga ladra elfa giunta a liberarvi per portarvi in salvo. Seguirà poi una concitata serie di vicende che porterà allo snodo principale della trama, ossia la scomparsa della cara Imoen. Inizierà a questo punto il vostro peregrinare all'interno della oscura regione di Amn con il fine di liberare la vostra amica elfa: un viaggio che vi porterà ad affrontare numerosi pericoli ed a incontrare tutta una serie di interessanti personaggi che potranno diventare i vostri compagni d'arme. Ed è a questo punto che scatta una delle principali novità introdotte da Overhaul Games visto che sono stati aggiunti nuovi personaggi tre dei quali, il monaco Rasaad yn Bashir, la maga selvaggia Neera la blackguard Dorn Il-Khan, rappresentano volti già noti, mentre uno, la ladra Hexxat, è del tutto nuovo ed andrà, ovviamente, ad arricchire con il proprio background e relative quest il filone narrativo principale. Lo stesso accadrà anche per gli altri 3 personaggi già noti, e il già corposo bagaglio di sidequest di Baldur's Gate II, sarà arricchito grazie ad essi di nuove missioni e da nuove aree di gioco in cui dovranno essere svolte. Certo, si tratta di contenuti aggiunti dai nuovi sviluppatori e, quindi, saranno necessarie varie ore di gioco per capire se questi ultimi siano allo stesso livello qualitativo di quelli originali, ma si tratta, comunque, di una gradita aggiunta che va ad aumentare la longevità di un gioco già di per sé immenso. Un gradito passo indietro è stato, invece, fatto per quanto riguarda le scene di intermezzo del gioco che, a differenza della versione rinnovata del primo Baldur's Gate, sono quelle originali e non le tanto criticate rivisitazioni fumettistiche che molto avevano fatto discutere i puristi della saga.

Il gioco vale la candela

Parlare dettagliatamente del gameplay di un gioco come Baldur's Gate II in una semplice recensione sarebbe riduttivo e, se proprio vogliamo dirla tutta, probabilmente un'impresa impossibile. Il motivo è semplice e risiede nel fatto che il gioco, come già detto in precedenza, si basa su una fedele trasposizione del sistema Advanced Dungeon&Dragons, comunemente noto tra gli appassionati anche come versione 2.0 dello storico RPG da tavolo. Un sistema che mostrava già allora una grande raffinatezza e che sarebbe poi divenuto la base delle successive edizioni 3.0 e 3.5 destinate ad accompagnare i fan del D20 per più di un decennio. Chi ha già dimestichezza con Dungeons&Dragons non avrà sicuramente problemi ad adattarsi al complesso gameplay, ma chi, invece, si approccia per la prima volta al suddetto sistema potrebbe ritrovarsi sommerso da una enorme mole di informazioni già al momento della creazione del personaggio. Sarà, infatti, necessario scegliere non solo il genere, la razza e le classi specificamente disponibili per essa, ma anche tenere conto di parametri come l'allineamento che andrà ad influenzare le azioni del proprio alter ego durante il gioco, le caratteristiche ed i relativi modificatori che, come nel più classico dei modi, saranno generate casualmente attravero un tiro di dadi virtuali, per non parlare delle abilità in cui inserire i punti disponibili al primo livello e delle liste di incantesimi tra cui sarete chiamati a scegliere quelli che il vostro eroe utilizzerà durante l'avventura, ognuno caratterizzato da descrizioni piuttosto lunghe e complesse. Se siete, però, dei giocatori alle prime armi vi consigliamo di non arrendervi perchè la difficoltà delle meccaniche, che a prima vista potrebbe apparire un fattore negativo, non potrà che rendere, in realtà, l'esperienza di gioco totalizzante in ogni suo aspetto, rifuggendo, in questo modo, dalla banalità di alcuni RPG contemporanei che con il gioco di ruolo vero e proprio hanno davvero ben poco da spartire. Certo il fatto che la versione Enhanced, a differenza del gioco originale, sia presente solo nella lingua inglese potrebbe rappresentare un ostacolo all'apprendimento di tali meccaniche ed anche alla vostra possibilità di seguire dettagliatamente lo svilupparsi della storyline data la complessità intrinseca dei dialoghi che, anche in questo caso, sono ben lontani dalla banalità di altre produzioni e non fungono da semplice contorno agli scontri. Fortunatamente, però, gli sviluppatori hanno annunciato che sarà presto disponibile anche una patch per la localizzazione in italiano e, quindi, non dovrebbero esserci più problemi in questo senso.

Nuove features per una possibile rinascita

Riferendoci al comparto tecnico in senso stretto va subito precisato che il lavoro svolto da Overhaul Games nel rinnovamento di questo secondo capitolo ricalca per molti aspetti quanto visto un anno fa in riferimento alla versione Enhanced del primo Baldur's Gate. Parlando della grafica, infatti, si nota un netto miglioramento, anche se non siamo in presenza di nulla di sconvolgente, rispetto alla versione originale. Gli sviluppatori, in realtà, hanno affermato che il tempo sottratto alla creazione delle nuove scene d'intermezzo è stato speso per un'ottimizzazione delle texture originali anche se bisogna ammettere che utilizzando la funzione di zoom non si può non notare la sgranatura dell'immagine relativa ad un aumento dei dettagli. Ritornano anche la funzione di supporto agli schermi widee, soprattutto, la modalità multiplayer che offre l'esaltante possibilità di giocare in squadra con fino a 5 eroi creati dai propri amici e data la complessa ed articolata gestione dei personaggi sarà possibile davvero fare di tutto. La novità di maggior rilievo, però, risiede nella modalità Black Pits II: Gladiator of Thay che rappresenta un'evoluzione di quella già offerta dalla prima edizione Enhanced. Si tratta, nello specifico, di una modalità stand-alone che vedrà il nostro alter ego ed un eventuale party impegnato in combattimenti di diversa difficoltà all'interno di un'arena e durante la quale sarà certamente preferibile adottare un approccio ancora più tattico durante i vari duelli. Visto il successo del primo esperimento nella nuova versione dei Black Pits saranno presenti anche dei dialoghi e la nuova figura di un presentatore che commenterà ciò che accade. Nonostante l'età, quindi, è indubbio che Baldur's Gate II non abbia nulla da invidiare, se non la sola grafica, ai moderni RPG e che continui ad avere tutte le carte in regola per attirare tra le sua fila nuove schiere di appassionati.
A voler essere onesti, però, c'è da affrontare un vero e proprio dilemma relativo più che altro al prezzo di acquisto del gioco. Su Gog.com, infatti, la versione originale corredata dall'espansione può essere acquistata alla modica cifra di 9,99 euro, invece che dei 22,99 euro richiesti per questa edizione Enhanced. Starà solo a voi decidere se la possibilità di sfruttare nuove features, di avere texture migliorate e di giocare alla nuova modalità Black Pits II basti da sola a giustificare una maggiore spesa. Concludiamo dicendo che gli stessi sviluppatori hanno affermato che, se il denaro ricavato dalla vendita dell'edizione Enhanced sarà sufficiente, sono intenzionati a dare vista ad un Baldur's Gate III del tutto inedito. Non sappiamo se questa informazione possa indirizzarvi meglio nell'acquisto, ma ci sembrava giusto mettere a corrente i fan della serie della possibilità di poter giocare un nuovo capitolo del tutto nuovo se Baldur's Gate II: Enhanced Edition regalerà i frutti sperati.
Indipendentemente dalla vostra scelta avrete sicuramente fra le mani una pietra miliare del genere. Buon viaggio nei Forgotten Realms avventurieri.
COMMENTO
Mail@ KableGamer

Ho davvero poco da aggiungere. Stiamo parlando di un gioco che ha fatto la storia e che, come la sua controparte giocata con carta, penna e dadi, continua ad appassionare negli anni un sempre maggior numero di giocatori. Io sono indubbiamente uno di questi ed è, quindi, inutile dire che per il sottoscritto tutti i veri appassionati di GDR, dovrebbero regalarsi l'emozione di un'esperienza di gioco totalizzante che solo un titolo come Baldur's Gate II è in grado di offrire anche a distanza di più di un decennio. Ancora meglio se giocato in versione Enhanced.

GRAFICA:7Il lavoro di ottimizzazione delle texture si nota anche se non siamo di fronte a nulla di sconvolgente.
SONORO:8Il sonoro è quello della tradizione, perfetto per accompagnare la vostra epica avventura.
GIOCABILITà:9.5Il gameplay è basato sul sistema di Advanced D&D. Non c'è bisogno di aggiungere altro.
LONGEVITà:9.5L'enorme mole di quests e sidequests unita alla modalità Black Pits II vi regalerà una lunga permanenza nei Forgotten Realms.
VOTO FINALE8.5
PRO:- Tutto il fascino di Dungeons&Dragons
- Gameplay complesso ed articolato
- La difficoltà completa l'esperienza di gioco...
CONTRO:- ...ma potrebbe creare problemi ai neofiti.
- La grafica potrebbe non esaltare le nuove generazioni.
The Elder Scrolls V: Skyrim ( PC )L'ultimo capitolo della saga. Un bel pò di quests e sidequests da affrontare anche in questo caso.
Neverwinter Nights 2Un vecchio titolo ancora seguito. Ha in comune il fatto di essere basato anch'esso sul sistema di D&D.
SCHEDAGIOCO
Cover Baldur's Gate II: Enhanced Edition

Baldur's Gate II: Enhanced Edition

Scheda completa...
Baldur's Gate II: Enhanced Edition2013-12-19 16:49:42http://www.vgnetwork.it/recensioni-pc/baldur-s-gate-ii-enhanced-edition/Là dove è stata fatta la storia1020525VGNetwork.it