Call Of Juarez - Edizione Oro

L’edizione rimasterizzata, ad un prezzo molto interessante, è finalmente tra noi!
Scritto da il 02 maggio 2010
Call Of Juarez - Edizione Oro Recensione

Il lancio del primo capitolo di Call Of Juarez risale ormai al lontano 2006. Nonostante ciò, FX Interactive ha pensato di portare sul mercato un’ edizione rimasterizzata denominata Edizione Oro. Grazie ad un prezzo di lancio davvero basso (stiamo parlando di 9,95 €), ad una confezione color oro molto stilosa, mappa e manuale rigorosamente a colori, gli amanti del genere, e chi non ha avuto modo, a suo tempo, di provare questo interessante titolo, possono giocare e divertirsi per svariate ore ad un prezzo davvero conveniente…


Nei panni di Billy “Candle”…

E’ lui uno dei protagonisti del gioco: Billy, alias Candle. Un ragazzo scappato via di casa che decide di vivere una “nuova” vita lontano dai suoi, ma soprattutto da quel patrigno troppo violento. Arrivato nella città di Hope, le cose iniziano a prendere una brutta piega. Un inizio non proprio esaltante per questo povero ragazzo, che trova da subito un clima ostile al suo arrivo nella piccola cittadina: d’altronde la stragrande maggioranza della popolazione presente è avversa all’espansione ed al dialogo con il prossimo. In realtà, prima di arrivare a destinazione, un piccolo tutorial ci permette di capire come muoverci nel mondo di gioco, come sparare, compiere azioni furtive e raggiungere determinati obiettivi e missioni di gioco. Anche se le cose iniziano a divenire complicate molto presto…


… ed in quelli del Reverendo Ray.

Tutorial, presa coscienza dei comandi e del gameplay, e... subito azione! E’ proprio quello che accade in Call Of Juarez – Edizione Oro. Ben presto lo sfortunato Billy diventa il fuggitivo più ricercato dell’intera zona, e tutto ciò a causa di un duplice omicidio che nasconde molti misteri. Poco prima dell’efferato delitto saremo chiamati a vestire anche i panni del Reverendo Ray, zio di Billy, l’unico predicatore del posto, che cela un passato oscuro e violento. La storia vede, quindi, continui incroci tra questi due personaggi, creando nel complesso un intreccio della trama ben riuscito, che attira e fa venire voglia di giocare.


Fusione di generi.

Il primo impatto, almeno da quanto è possibile osservare nelle fasi di gioco iniziali, mostra un gameplay tipico degli FPS. Ma nel prosieguo qualcosa non torna. Definire questo prodotto un semplice FPS non gli rende merito: il fatto di dover “sgattaiolare” fra stretti sentieri, scendere giù da burroni o fare salti aiutandoci con la frusta, mostrano un approccio più action/adventure in alcune fasi di gioco.Ma quando la storia inizia a farsi interessante, e le situazioni arma in mano diventano una routine, vengono fuori altri particolari. E’ importante anche lacomponente stealth, sia nelle fasi di esplorazione che nelle fasi di combattimento. Rimanere accuratamente nascosti ed infliggere il colpo fatale, si rivela la scelta più azzeccata, almeno in quei frangenti in cui far salva la pelle è davvero importante. Per raggiungere tale scopo si può approcciare allo scontro anche senza armi: decidere di risolverlo con un calcio ben assestato o un pugno, può rivelarsi in molti casi lo mossa vincente sia per risparmiare munizioni che per non allertare gli altri avversari.
Altra modalità inserita è quella di concentrazione, che rallenta il tempo e fa comparire i mirini delle armi impugnate in lento movimento, a bordo schermo. Fare fuoco appena il mirino incrocia la traiettoria del nemico garantisce, in questo modo, un vantaggio temporale enorme e momenti di gioco molto più appetibili.
Per quanto riguarda gli armamenti facciamo un breve resoconto. Oltre alle classiche pistole, fucili a pompa e a canne mozze, sarà possibile usufruire di una serie di oggetti disseminati nell’ambiente di gioco: dalle mitragliatrici fisse ai cannoni, dalla frusta alla dinamite, dall’arco al tomahawk indiano. Oltre a queste è possibile usare anche sassi, assi di legno e lampade ad olio per effettuare attacchi letali o appiccare incendi terrificanti. Bella la scelta di inserire il fattore di usura per le armi da fuoco possedute.

Piccolo sguardo al multiplayer e conclusioni.

Oltre alla modalità in singolo, Call Of Juarez – Edizione Oro propone interessanti modalità di gioco in rete. Ecco qui di seguito:
  1. Modalità “Schermaglia”: due squadre si scontrano nel più classico dei deathmatch;
  2. Modalità “Rapina”: banditi contro uomini di legge. Due fazioni con diversi obiettivi: i primi devono trovare la posizione dell’oro, gli altri arrestare i malviventi prima che riescano nel loro intento;
  3. Modalità “La Febbre dell’Oro”: bisogna perlustrare il terreno in cerca d’oro. Al giocatore che ne raccoglie la maggior quantità spetta la gloria… e la vittoria!
  4. Modalità “Duello all’Ultimo Sangue”: lotta senza tregua, in cui il vincitore è l’ultimo rimasto in vita.
Da quanto provato, tutte le modalità online hanno tempi di attesa molto brevi ed assenza di disconnessioni, mostrando una cura ed uno sviluppo accurata anche in tal senso.
Concludendo possiamo dire che questo prodotto, nonostante i quattro anni dal lancio della versione di Ubisoft, fa ancora la sua bella figura. Se da un lato il comparto grafico mostra il suo tempo, soprattutto in vista delle DirectX 10 e 11 di ultima generazione, ed il comparto sonoro rimane in molte circostanze anonimo, il divertimento è tanto se si amano ambientazioni e giochi di questo tipo.
COMMENTO
non va presa solo come una copia “a prezzo limitato” del vecchio titolo Ubisoft. La custodia dorata, molto carina, la mappa di gioco ed un manuale ricchi di dettagli, accuratamente riprodotti ed a colori, ne sono la testimonianza. Il prezzo budget è di soli 9,95 €, e considerando i tempi che corrono non è affatto male. L’appeal che può suscitare su un pubblico voglioso di giochi dalla realizzazione tecnica importante potrebbe, tuttavia, essere influenzata da comparti tecnici datati. Tutti gli altri che non hanno ancora avuto modo di giocarlo, però, lo troveranno interessante…
GRAFICA:6.5Il comparto grafico è datato ma si difende abbastanza bene. Qualcosa da rivedere nel comportamento del motore fisico troppo impreciso.
SONORO:7.5I doppiaggi sono buoni, peccato per una track list ridotta all’osso.
GIOCABILITà:8Buona se si reimpostano tutti i comandi. Di default, infatti, i movimenti risultano difficoltosi. Inoltre alcuni movimenti, come il salto su piattaforme a diverse altezze o il salto con l’uso della frusta, mostrano una certa macchinosità.
LONGEVITà:8.5Molte ore di gioco, considerando che la modalità multiplayer porta via ulteriore tempo alla nostra vita sociale!
VOTO FINALE7.5
PRO:- Il mondo del West a portata di mano.
- Divertente e vario.
- Prezzo di lancio.
CONTRO:- Macchinosità di alcuni movimenti.
- Il comparto grafico risulta, ormai, datato.
- Caricamenti troppo lunghi.
Call of Juarez: Bound in Blood ( X360 )Il secondo capitolo della serie.
SCHEDAGIOCO
Cover Call of Juarez - Edizione Oro

Call of Juarez - Edizione Oro

Scheda completa...
Call Of Juarez - Edizione Oro2010-05-02 13:44:02http://www.vgnetwork.it/recensioni-pc/call-of-juarez-edizione-oro/L’edizione rimasterizzata, ad un prezzo molto interessante, è finalmente tra noi!1020525VGNetwork.it