Demon Slayer

Un browser game ricco di buone caratteristiche... sulla carta
Scritto da Marco "Thresher" Accogliil 22 aprile 2013
Demon Slayer Recensione

Il settore dei browser game è uno dei pochi che avrà sempre la sicurezza di poter tirare avanti, grazie alla possibilità di giocare senza installare alcunchè sul computer eliminando la necessità di dotarsi di una macchina da gioco sufficentemente prestante, il tutto senza contare la natura pressochè gratuita di tali giochi.

KoramGame traduce in italiano Demon Slayer e lo rende finalmente disponibile anche nel nostro paese: proprio in questi giorni il titolo sta attraversando la fase beta e nuovi server vengono aggiunti in modo da ospitare un numero sempre maggiore di giocatori.

Il titolo appartiene al genere dei MMORPG con qualche vena gestionale e un sistema di combattimento tipico dei GDR orientali a turni, in cui le unità attaccano alternandosi la precedenza in maniera completamente automatica.


Un po' di tutto

Una volta completata l'iscrizione ed effettuato l'accesso al server veniamo subito catapultati in una schermata di caricamento molto particolare: per ingannare l'attesa possiamo infatti giocare a un semplice minigioco stile Acchiappa la Talpa in cui pestiamo dei roditori cartooneschi a colpi di prosciutto (non è uno scherzo), mentre come sfondo si può assistere a una mappa di stampo medievale. Inizialmente ci verrà chiesto di selezionare il sesso del personaggio e una fra le tre classi disponibili: Guerriero, Mago e Arciere, una scelta classica in questo tipo di giochi. Subito dopo parte il prologo che dà il via alla trama del gioco e un tutorial piuttosto lungo, ma esaustivo nel chiarire le meccaniche di gioco, quali combattimenti e costruzione della città.

L'impostazione di Demon Slayer è semplice e chiara: voi muovete il personaggio in giro per le ambientazioni, combattete i nemici presenti su schermo in un'azione tipicamente JRPG e ottenete punti esperienza e denaro necessari rispettivamente per potenziare le vostre caratteristiche e aggiungere miglioramenti alla vostra città. Il sistema di combattimento si fa immediatamente notare per tre caratteristiche particolari. La prima è che il combattimento viene gestito (quasi) interamente dal computer: il nostro protagonista, accompagnato da varie unità di supporto, attacca da solo selezionando l'obiettivo in maniera apparentemente casuale, cosa che in certe situazioni creerà qualche piccolo grattacapo. Se infatti ci si ritrova davanti a un nemico particolarmente potente e scortato da un paio di piccoli minion sarà preferibile innanzitutto eliminare la sua scorta per diminuire il numero di attacchi che dovremo sostenere, ma visto il targeting automatico ciò non è sempre possibile.

La seconda caratteristica riguarda le skill da attivare manualmente durante il combattimento previo il consumo di alcuni punti Furia, che di fatto rappresentano il classico Mana tanto sfruttato da questo tipo di giochi. Di nuovo, il problema qui è rappresentato dall'impossibilità di selezionare il bersaglio e quindi si corre il rischio di sprecare l'abilità su un nemico quasi morto o comunque molto debole.

La terza caratteristica riguarda alcuni attacchi speciali che se attivati necessitano il superamento di alcuni quick time event, per intenderci bisogna premere i tasti giusti al momento giusto o altrimenti l'attacco sarà meno efficace o potrebbe totalmente fallire il bersaglio.

Apprezzabile il fatto che gli sviluppatori abbiano tentato di inserire un po' di interazione nelle battaglie, ma alla fine della fiera forse sarebbe stato meglio dare libertà al giocatore di gestire meglio le azioni delle unità, dandogli la possibilità di attaccare il bersaglio desiderato e di attivare eventuali abilità speciali che non siano solo puramente d'attacco.


Casa dolce casa

La componente gestionale riveste un'importanza fondamentale per progredire nel gioco: quando non saremo in giro a completare missioni ci ritroveremo al campo base che abbiamo allestito a gestire le strutture da costruire e potenziare. Ogni struttura ha la propria funzione che ricorda molto i giochi strategici: la miniera d'oro ci frutterà prezioso denaro col passare del tempo, le case aumentano la quantità di popolazione presente in città, le caserme forniscono truppe aggiuntive e così via.

Non mancano anche delle strutture adibite alla ricerca di nuove abilità, sia per il protagonista che per la città e un'arena utile alla componente PvP del titolo, in modo che possiate sfidare altri giocatori in combattimento o unirvi a delle missioni in co-op.

Una caratteristica presa di peso da Plants Vs Zombie e portata su Demon Slayer è quella di dover gestire un giardino nel quale dovremo piantare le varie specie disponibili e ricevere ulteriori bonus, sottoforma di denaro o anime necessarie per potenziare le unità alleate.

Ogni azione (o quasi) che potremo effettuare per la gestione della città potrà essere avviata spendendo un certo quantitativo di denaro oppure una delle altre due valute all'interno del gioco: i diamanti blu da acquistare con soldi veri all'interno dello shop del gioco oppure i crediti VIP che possono essere ottenuti completando le missioni e aprendo i forzieri sparsi in giro. Oltre a questo, prima di poter potenziare nuovamente una struttura o riscuotere il denaro, dovremo aspettare un variabile quantitativo di tempo.

Lo shop del gioco tradisce la natura freemium del titolo e si rivela forse un po' troppo presente e invasivo. Per effettuare le azioni dovremo consumare stamina che andrà ricaricata pagando soldi veri o aspettando un po' di tempo. Per carità, il gioco bene o male riesce sempre a offrire qualcosa da fare, ma si ha sempre la sensazione di essere assillati dalle continue richieste di diamanti, comprare la roba VIP e quant'altro.


Dimenticabile

Tra i vari problemi che funestano questa produzione abbiamo già citato il migliorabile sistema di combattimento, ma i problemi non si fermano qui. L'interfaccia di gioco è infatti troppo piena di icone e pulsanti da premere e purtroppo non esiste un testo a scomparsa che chiarisca a cosa serva un dato pulsante, obbligando il giocatore a provare in continuazione prima di imparare ogni caratteristica dell'interfaccia. A ciò ci aggiungiamo anche una traduzione in italiano al limite del ridicolo, palesemente effettuata da un traduttore automatico che aveva enormi problemi nel considerare la punteggiatura e a volte anche incapace di dare un senso logico a certe frasi.

Come livello tecnico non si può pretendere molto da un browser game e infatti Demon Slayer esibisce una grafica plasticosa e per nulla attraente e una colonna sonora banale e ripetitiva, tant'è che invita i giocatori a mutare il gioco e a mettere su un buon album al suo posto.

Ma il problema principale di questo gioco è nella noia che sopraggiunge dopo pochissimo tempo ed cancella con vigore ogni minima voglia di continuare la partita. La trama non riesce ad essere interessante, le battaglie sono piatte e gestite male e l'assillo dello shop è sempre dietro l'angolo. In poche parole, Demon Slayer non offre stimoli per continuare a giocare, se non ai veri appassionati del genere.

COMMENTO
Marco "Thresher" Accogli

Non avevo molte aspettative su Demon Slayer e infatti si vede lontano un miglio che si tratta di un prodotto mal concepito, mal sviluppato e soprattutto inutile. È esattamente quel tipo di giochi di cui nessuno si ricorderà in futuro e nessuno lo nominerà mai.

GRAFICA:6Niente di speciale da segnalare, grafica un po' banale
SONORO:5Colonna sonora sottotono
GIOCABILITà:5.5Martoriato da un sistema di combattimento scomodo, una traduzione in italiano e un'interfaccia da rivedere
LONGEVITà:6Stufa abbastanza presto purtroppo...
VOTO FINALE6
PRO:-Gratuito
-Non necessita di installazione
CONTRO:-Sistema di combattimento migliorabile
-Noioso
Quake LiveGratuito? Check. Niente installazione? Check. Divertente? Check
SCHEDAGIOCO
Cover Demon Slayer

Demon Slayer

Scheda completa...
Demon Slayer2013-04-22 15:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-pc/demon-slayer/Un browser game ricco di buone caratteristiche... sulla carta1020525VGNetwork.it