Faster Than Light

Controlliamo un'astronave... più veloce della luce!
Scritto da Mailil 08 ottobre 2012
Faster Than Light Recensione

Ogni tanto, anche se molto più spesso negli ultimi tempi, dare un’occhiata a quanto offre il vasto e variegato mondo degli indie games risulta essere salutare sia per l’azienda videoludica tutta ma anche per il giocatore singolo, che dopo scorpacciate di blockbuster e titoloni tripla A può ritrovare il sano e semplice divertimento offerto da alcune perle nate dalla passione di una manciata di sviluppatori “della domenica”. Questa volta è il caso di Subset Games con il suo FTL – Faster Than Light, titolo a metà tra uno strategico ed un gestionale nel quale dovremo comandare una nave spaziale nell’impervio tentativo di recapitare dei dati fondamentali per il futuro della Federazione evitando al contempo che finiscano nelle mani dei pericolosi Ribelli.


Caricate i motori!

L’interfaccia di gioco di FTL – Faster Than Light è quanto mai essenziale ed intuitiva. La nostra nave verrà rappresentata a schermo come un insieme di stanze racchiuse all’interno di uno scafo esterno che potremo scegliere all’inizio della partita (sempre se avremo sbloccato gli scafi aggiuntivi). Le stanze presenti fin dalla partenza sono poche ma il loro compito è chiaro; ogni stanza è dedicata ad un solo macchinario fondamentale per la funzionalità della nave come ad esempio la sala motori, quella per la gestione degli scudi, dell’ossigeno, delle armi, del sistema di sorveglianza, delle porte ed ovviamente anche il ponte medico e la cabina di pilotaggio. Con l’avanzare della partita potremo adibire alcune stanze vuote ad altre funzioni come il controllo dei droni (saranno disponibili droni d’attacco e di difesa) ed il teletrasporto (utile per abbordare le navi nemiche con il proprio equipaggio).Ad ogni nuova partita la nostra nave verrà rifornita di tre astronauti che potremo muovere all’interno della nave ed assegnare ad alcuni compiti: se ad esempio uno di questi tre componenti della squadra dovrà forzatamente rimanere in cabina di pilotaggio gli altri due potranno occuparsi rispettivamente degli scudi, potendo così ricaricarli più velocemente del normale, e delle armi che così saranno pronte a sparare in meno tempo del solito. Un membro potrebbe essere spostato all’occorrenza anche in sala motori, per migliorare leggermente l’evasione della nave ai colpi nemici e la velocità di ricarica dell’FTL (il classico salto nell’iperspazio). La scelta delle aree in cui assegnare i membri dell’equipaggio sarà a nostra completa discrezione. Nel corso della partita potremo eventualmente aumentare il numero di astronauti e quindi avere una maggiore forza lavoro all’interno della nostra nave.


Affrontare lo spazio profondo

Il gameplay di FTL – Faster Than Light risulta all’apparenza molto semplice e basilare, e per certi versi lo è, ma nasconde neanche troppo in profondità una complessità ed una delicatezza che sicuramente faranno gola ai più affamati videogiocatori odierni.Dal primo momento in cui vareremo la nostra nave nei pericoli dello spazio profondo sapremo che dovremo combattere contro altre navi per i motivi più svariati. Saltando da un punto ad un altro della mappa, per raggiungere la fine del settore prima di essere raggiunti dall’ondata ribelle, la nostra partita verrà scandita da eventi generati randomicamente che proporranno ogni volta qualcosa di diverso, in alcuni casi dovremo abbattere un drone nemico per proseguire, in altri avremo la possibilità di scegliere cosa fare in un determinato frangente e la scelta che prenderemo potrà avere conseguenze immediate, nel bene e nel male. In fin dei conti il vero e proprio fulcro del gameplay di FTL sta nel combattimento tra navi. Non affronteremo mai più di una nave alla volta e il combattimento sarà gestito in tempo reale ma con l’importantissima opzione di poter mettere in pausa ed assegnare ordini all’equipaggio. Nel momento in cui dovremo affrontare un nemico le principali cose da fare saranno: assegnare l’equipaggio ai sistemi fondamentali della nave come le armi e gli scudi, caricare le proprie armi in modo che possano sparare il prima possibile e successivamente scegliere i bersagli da colpire che non saranno altro che le stanze presenti all’interno della nave nemica. In questo aspetto sta gran parte della strategia richiesta da FTL. Le navi nemiche avranno solitamente le stesse stanze che avremo noi e per avere la meglio su di loro dovremo fare buon uso delle nostre armi scegliendo accuratamente i bersagli da colpire. Se ad esempio il vostro nemico possiederà una serie di resistenti scudi sarebbe meglio colpire la stanza adibita al loro controllo per disattivarli e quindi avere una discreta quantità di tempo per colpire lo scafo ed abbattere la nave; in altri casi invece sarà consigliabile disattivare prima le armi del nemico per poi occuparsi del resto. In alternativa si possono seguire altre vie come quella del danneggiamento del controllo dell’ossigeno che favorirà gli incendi nelle navi nemiche, farà calare i livelli di ossigeno e sicuramente occuperà un membro dell’equipaggio nemico nelle riparazioni togliendolo dunque da altri compiti più delicati. Le tattiche possibili per affrontare i nemici possono essere molto varie, tutto dipenderà dalla nostra potenza di fuoco, da quella nemica e dallo stato delle due navi coinvolte.

Come detto in precedenza i nostri salti nell’iperspazio saranno guidati all’interno di due mappe: la prima più piccola che ci mostrerà i diversi sistemi raggiungibili dove potremo trovare sia delle piccole quest sia dei negozi dove far riparare la propria nave e dove comprare nuove armi ed altri oggetti di utilità varia; ed una più grande che mostra le connessioni tra tutti i settori che dovremo attraversare per poter raggiungere la nostra ubicazione finale. Ogni settore può essere controllato da civili, e quindi meno pericoloso, o da ribelli e pirati, dove saremo ingaggiati in combattimento molto più spesso ma dove potremo trovare del materiale interessante. Anche nella scelta del percorso da intraprendere si intravede la difficoltà di fondo di questo titolo che culmina in una delle caratteristiche più temute dai videogiocatori: il permadeath. Questo strano termine videoludico indica nient’altro che la morte permanente. In FTL infatti se verremo distrutti non potremo ricaricare dal salvataggio precedente, sarà game over, e dunque dovremo ricominciare da capo con una nuova nave dal punto di partenza. Nell’ottica di evitare la morte definitiva molti eventi random che ci si presenteranno avranno l’opzione di essere ignorati, ovvero potremo scegliere se ingaggiare il nemico in combattimento o più semplicemente andare oltre senza rischiare di essere distrutti o di subire troppi danni. Ogni combattimento ed ogni via intrapresa potrebbe essere fatale nell’universo di Faster Than Light.Nel complesso FTL – Faster Than Light è un ottimo indie game che rende veramente importante ogni scelta presa durante una partita, il gameplay alla lunga potrebbe sembrare un po’ ripetitivo e per certi aspetti sarebbero state gradite alcune opzioni di personalizzazione e di gestione in più di quelle presenti, ma la cosa certa è che ogni nuova partita che affronterete nell’universo di FTL non sarà mai uguale a quella precedente, e nel moderno mercato videoludico questa è una caratteristica rara.

COMMENTO
Mail

Ho trovato la commistione di strategia e gestione di Faster Than Light molto stuzzicante ed in effetti qualche opzione in più non avrebbe fatto male. La grafica è sicuramente stilizzata e in due dimensioni ma per titoli di questo tipo sinceramente non ci si fa caso. Per il prezzo a cui viene proposto direi che FTL rappresenta una delle migliori scelte in fatto di indie game al momento.

GRAFICA:6Stilizzata ed in 2D ma è funzionale per il tipo di gioco
SONORO:6.5Piacevole da ascoltare, soprattutto per le musiche che seguono la concitazione del momento
GIOCABILITà:8L’apparente semplicità nasconde una complessità di fondo intrigante
LONGEVITà:7Ogni partita è diversa dalla precedente, in certi aspetti soffre di ripetitività
VOTO FINALE7.5
PRO:-Gameplay interessante per la commistione di gestione e strategia
-Partite sempre diverse
-Prezzo ridotto per la qualità che propone
CONTRO:-Il combattimento potrebbe risultare ripetitivo alla lunga
-Il permadeath potrebbe essere frustrante per alcuni
-Il lato gestionale poteva essere più ricco
Sins of a Solar Empire - Trinity EditionRTS spaziale molto profondo e complesso, per veri hardcore gamers.
SCHEDAGIOCO
Cover Faster Than Light

Faster Than Light

Scheda completa...
Faster Than Light2012-10-08 14:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-pc/faster-than-light/Controlliamo un'astronave... più veloce della luce!1020525VGNetwork.it