Football Manager 2015

Football Manager 2015 riesce a uccidere persino il 2014.
Scritto da Mail@ Meghar1il 11 novembre 2014
Football Manager 2015 Recensione

Il nuovo gestionale di Sports Interactive, aiuto fondamentale per ogni tecnico che si rispetti, è finalmente giunto tra noi da ben tre giorni. Grazie ai potenti fondi di VGNetwork.it (e ad un mutuo trentennale firmato dal nostro adorabile direttore Edriano), abbiamo perfezionato l'acquisto del nuovo strumento per i manager moderni, quel Football Manager 2015 di cui tanto si parla. Abbiamo convocato i giornalisti, come lo scorso anno, per poter illustrare loro tutte le novità presenti nella nuova produzione targata SEGA. Diamo il via alle domande!


Manager si nasce (o si diventa?)

(Anal Kalmon, redattore di Misteriosamente)

D: Mister Frassu, ci ritroviamo anche quest'anno a parlare del nuovo strumento di gestione, la nuova incarnazione di Football Manager, il 2015. Come è stato l'impatto con il nuovo strumento? Ha notato che se si sommano il 20 ed il 15 e si divide per due, non viene mai un numero senza virgola? Solo una coincidenza? Io non credo.

R: Mister Kalmon, lei è sempre un po' su di giri ed un filo troppo sconclusionato nelle sue sentenze. Partendo dal presupposto che la matematica non è un'opinione, vorrei porre l'accento - almeno inizialmente - sulla rinnovata estetica del prodotto Sports Interactive. Come forse saprete, c'è stato un intenso lavoro in questa direzione, volto a snellire e perfezionare tutte le opzioni presenti nella struttura del gestionale, rendendole più accessibili, visivamente più fluide ed anche meglio disposte nella dinamica dell'operatività vera e propria. Decisamente un ottimo lavoro, che mi ha consentito subito di ambientarmi al meglio nella nuova realtà. Per di più adesso le simulazioni dei match hanno finalmente un motore grafico rispettoso, pienamente sufficiente, che appaga anche il nostro desiderio di poter visionare al meglio una partita. 


Annosi problemi, nuove soluzioni?

(Rutt Bullit, opinionista ed Oro olimpico ai campionati di Lancio della Mormora del 1956, ora redattore per Budin Sportivo)

D: Mister, parliamo di problemi. L'anno scorso lei aveva criticato aspramente la velocità di utilizzo a seconda dei campionati da "scansionare", definendola imbarazzante a tratti, benché in linea con la caratteristica - ahinoi - della serie. Per giunta non le avevano mai messo una colonna sonora adeguata, questo forse è il meno. Quest'anno le cose sono migliorate? E ancora: pensa che le scie chimiche siano parte di tutto un grande piano di conquista mondiale?

R: Ma che problemi avete col complottismo oggi? Vabbè, a parte le sciocchezze, focalizziamoci: la velocità del sistema è finalmente migliorata sensibilmente, difatti sul medesimo sistema operativo dell'anno scorso (quindi a parità di hardware) il nuovo Football Manager 2015 risulta essere più performante e meno rognoso nel gestire la mole - comunque enorme - dei dati selezionati, sia a livello di calendari che anche a livello di informazioni "pure" del database. Le migliaia di giocatori sono davvero caratterizzati e poche volte ci sono voci fuori posto, nelle loro schede, insomma un gran bel lavoro. In merito al sonoro - io adoro accompagnare le mie sessioni di analisi con un po' di sano Death Metal misto a compilation dello Zecchino D'Oro - purtroppo abbiamo ancora quel silenzio tombale che poco ispira. Certo, uso i miei strumenti in sottofondo, ma occupo risorse di sistema che altrimenti potrebbero consentirmi di avere un po' di dati in più a "correre" nel manageriale. Qui si può far di più. 


Non ascoltatelo, è tutta una tattica!

(Andrè Castolo, ex stella di Pro Evolution Soccer, ora Chef de Rang nel RistoPub "La Mala Femmena")

D: Mister Frassu, io ho una discreta esperienza in simulazioni calcistiche. Volevo chiederle: in merito a tattiche, allenamenti e gestione della squadra in maniera pratica, c'è qualcosa di diverso o è sempre la solita solfa? E se per caso ha 5 euro che devo comprarmi un pacchetto di Nazionali Senza Filtro. 

R: In merito ai 5 euro, sono spiacente: non presto soldi ai giocatori di PES. Per quanto riguarda la gestione vera e propria della squadra - nelle sue minuziosità e sfaccettature - posso dire che ci sono stati addirittura dei miglioramenti. Adesso la profondità nelle impostazioni dei ruoli è maggiore, ed oltre alle istruzioni per l'intera formazione, posso gestire alla grande anche i ruoli di base (con piccole variazioni sulle interpretazioni del giocatore stesso) e poi affidare come sempre i singoli compiti all'interno dei match, che posso naturalmente cambiare quando lo ritengo più opportuno, anche a partita in corso. Manca ancora la possibilità di registrare qualche schema su calcio piazzato, che renderebbe il tutto molto più interessante, ma per il resto siamo di fronte ad un manageriale completo all'ennesima potenza. Non sto naturalmente a parlarvi degli allenamenti, i quali sono precisi e dettagliati come sempre, senza troppe aggiunte ma solo con piccole rifiniture. Ovviamente tutti questi compiti posso gestirli da solo oppure avvalermi dei fidati collaboratori, tra allenatore in seconda e svariati preparatori atletici. Tutto ciò semplifica il lavoro, sebbene tolga un po' di controllo e profondità. 


Spendere soldi intelligentemente

(Ignazio La Prussia, editorialista e doppiatore dei cartoni animati per bambini, La Mazzetta dello Sporc)

D: Esimio Frassu, si parla anche di calciomercato, nel mondo del pallone. Come sono stati riviste le operazioni finanziarie nel manageriale e come vengono impostate le sessioni di mercato? E sarebbe favorevole ad una tassa sulle piastrelle della cucina?

R: Signor La Prussia, la prego, non parliamo di tasse che io sono allergico, non le pago. In merito al calciomercato, è doveroso specificare che il lavoro svolto è molto buono, l'impianto è quello precedente, ma con aggiunte intriganti, come la possibilità di affidare gli incarichi agli osservatori i quali si prenderanno il tempo necessario per fare il loro mestiere e venire a riferire periodicamente quel che scovano o che pensano sia valido da tenere d'occhio. Diciamo che il sistema ricorda un po' lo Scouting introdotto dalla serie FIFA dalla scorsa edizione, ma è sicuramente più approfondito, per ovvi motivi. Naturalmente il profilo finanziario non si conclude così, ma contempla tutte quelle che sono le regolamentazioni vigenti - fairplay finanziario, sponsorizzazioni, modulazioni di budget e via discorrendo - e ci offre la possibilità sempre di interagire con i dirigenti per (provare a) chiedere ulteriori fondi o miglioramenti qua e là, così da potenziare le nostre strutture operative. 

Per chiudere, così vi lascio andare, vorrei porre l'accento sulle peculiarità delle quali non abbiamo parlato in maniera approfondita, ma vanno sicuramente annoverate nelle cose da sottolineare, partendo dalla gestione delle conferenze stampa (buona e con il solito utilizzo di diversi toni per modulare le risposte) fino ad arrivare al controllo delle squadre primavera e riserve, cosa che solitamente lascio al mio assistente perché non è una cosa della quale adoro occuparmi. Non sottovalutate nemmeno le operazioni di mercato a stretto giro, cioè dall'offerta di trasferimento (completa, con le opzioni di riscatto, gli scambi, i prestiti, eccetera) fino alla proposta del contratto, ora meno semplice degli altri anni: i procuratori sembrano essere tutti un po' più acidi. 

Detto questo, è sciocco ed inutile tenervi ancora incollati alle mie parole, per cui suggerisco di dare più di una chance al nuovo Football Manager 2015: sarà irrinunciabile come l'acqua nel deserto, per gli amanti di questo sport. 

COMMENTO
Mail@ Meghar1

Seconda recensione-ConferenzaStampa per Football Manager 2015. L'idea è dell'anno scorso, ma ho voluto riproporla perché ha catturato l'attenzione ed ha sortito gli effetti sperati: uno sviluppo della recensione abbastanza uniforme e non dispersivo. Non è mai semplice esaminare un Football Manager, e sarà sempre peggio finché continuano ad aggiungere features! In ogni caso, i manageriali di calcio hanno un nuovo Re. 

GRAFICA:8.5Rinnovata la veste grafica e finalmente un motore grafico per le partite di qualità sufficiente. Non è grafica next-gen, ma da FM 2015 non lo pretendiamo.
SONORO:6.5Più andiamo avanti e più ci parrebbe quasi naturale un accompagnamento musicale. Anche personalizzabile. Troppo silenzio.
GIOCABILITà:9Giocabile, costruito intorno alle esigenze dei giocatori e soprattutto: profondo come mai prima d'ora. Non manca quasi nulla!
LONGEVITà:10Come sempre, la longevità si merita il voto massimo. Fuori scala per poterlo giudicare, da perdersi nei tatticismi e nei dettagli. Incredibile.
VOTO FINALE9
PRO:- Football Manager: il brand è oltremodo inarrivabile
- Le novità introdotte
- Infinito
CONTRO:- Miglioramenti tangibili sulla velocità, ma con 3 campionati o più si fa fatica coi database
- Genera dipendenza
Football Manager 2014Il capitolo precedente è un'alternativa low-budget che vi soddisferà abbondantemente.
FIFA 15 ( PC )Il simulatore di casa EA è un buon modo per vivere il calcio, seppur in maniera differente.
SCHEDAGIOCO
Cover Football Manager 2015

Football Manager 2015

Scheda completa...
Football Manager 20152014-11-11 09:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-pc/football-manager-2015-47662/Football Manager 2015 riesce a uccidere persino il 2014.1020525VGNetwork.it