Invisible, Inc.

Una sorpresa indie
Scritto da @ ricpelleil 01 giugno 2015
Invisible, Inc. Recensione

Ciao, anzi, ciaone. Klei Entertainment accetta la sfida di proporre uno strategico turn-based diverso dal resto della ciurma, che sappia distinguersi tanto dal punto di vista della presentazione, quanto da quello squisitamente giocoso, superando ogni più rosea previsione, realizzando un titolo che va sicuramente annoverato in quel nutrito gruppo di indie games che fa dell’elevata qualità lorda il loro biglietto da visita. Saluta il gruppone di opere similari, si distacca dal resto della ciurma, agitando nell’aere la sua ferma manona rivolta all’indirizzo di tutti i detrattori delle produzioni indipendenti.


Il roguelike che non ti aspetti

La storia che fa da cornice al gioco è decisamente pretestuosa: fondamentalmente, il giocatore ha a disposizione 72 ore (fittizie) per reagire alla nuclearizzazione del proprio HQ, costruendo il proprio “squadrone della morte” e lanciare l’assalto finale alla base nemica, nella speranza di riuscire a costruire un team in grado di debellare per sempre la minaccia, vendicando l’affronto subito.

Il gameplay della produzione, proiettato in una dimensione alternativa decisamente simile alla nostra, innerva le proprie azioni in un substrato ludico nel quale viene richiesto di ragionare velocemente ed agire conseguentemente. Invisible, Inc. è una produzione drammaticamente costruita attorno alle decisioni dell’homo ludens. Più che in altre declinazioni giocose, l’evoluzione di una partita dipende pesantemente dall’imprevedibilità delle situazioni proposte, in un universo roguelike generato proceduralmente. E in una recensione che vuole essere il più possibile spoiler-free, vi basti sapere che le occasioni in cui andranno pesati benefici e potenziali rischi di una determinata mossa saranno talmente tante che il pericolo di errore è sempre dietro l’angolo. Che sia di un muro, di un armadio, di un maestoso PC, poco importa. La casualità degli ambienti di gioco rende imprevedibili le partite, sebbene a volte metta in luce una discreta ripetitività nelle situazioni proposte.


Come ti gioco il gioco

Ad ogni avanzamento di turno, un counter disposto sulla parte superiore dello schermo aumenta di conseguenza, contribuendo ad incrementare il quantitativo lordo di insidie proposte, producendo un effetto similare a quello delle “stelle” che indicano, in Grand Theft Auto, il grado di pericolosità del giocatore.Fortunatamente, i programmatori hanno inserito l’opzionabile possibilità di procedere ad un rapido rewind dell’ultima azione intrapresa, comodissimo "undo" in grado di prevenire feroci scatti di ira conseguenti alla constatazione di aver messo a repentaglio il buon andamento della missione solo per un unico, tremendo errore di valutazione.

Le capacità di movimento di ognuno degli agenti disposti sul campo di gioco vengono definiti da una certa quantità di action point, investibili pure per dare il là ad azioni più evolute. Una meccanica piuttosto importante all’interno dell’economia di Invisible, Inc. è l’hacking, mediante il quale poter neutralizzare o utilizzare a proprio favore tutte le difese poste a protezione dei vari obiettivi sensibili, proposti dalle varie missioni disponibili.


Agenti invisibili

Da sottolineare l’ottima intelligenza artificiale delle guardie nemiche, in grado di setacciare abilmente persino il più inaccessibile dei pertugi offerti da ogni mappa. Ogni agente può vantare su proprie abilità precipue, abbondantemente personalizzabili spendendo preziosa moneta virtuale racimolabile nel corso dell’avventura. La possibilità di sbloccare ulteriori personaggi man mano che si avanza nel titolo aumenta il numero di permutazioni giocose a disposizione dell’onnipotente fruitore. E sì, perché l’elemento forse più interessante dell’intera produzione è quello legato al sentirsi una semidivinità, un angelo distruttivo che, muovendosi nell’ombra e sfruttando tutta una serie di oggetti tecnologicamente avanzatissimi, riuscirà a mettere i bastoni tra le ruote ai rappresentanti della feccia nemica.


Bello, bello

Graficamente, l’opera Klei propone una realizzazione spigolosa, a tratti essenziale nel character design, ma funzionale e decisamente intrigante nel suo complesso, stilosa, quasi. Colori liquidi, acidi, spiazzanti nella loro “diversità”, tonalità che ricordano tanto quelle intraviste in Transistor di Supergiant Games. Una telecamera totalmente governabile è punto di vista privilegiato dell'osservatore, il quale potrà pianificare nel migliore dei modi la propria strategia d'attacco.

Vari livelli di difficoltà ed un grado di personalizzazione fuori parametro contribuiscono ad innalzare la longevità complessiva del gioco, misurabile in una manciata di ore per singola campagna. Da sottolineare che tutti gli elementi sbloccati in una determinata campagna, saranno disponibili da subito all’inizio della successiva.

COMMENTO
@ ricpelle

Grandioso. Invisibile, Inc. è uno dei migliori strategici a turni degli ultimi anni. Divertente, godibilissimo e profondo, tre aspetti che difficilmente si riscontrano insieme all’interno di un'unica produzione. Considerando il prezzo al quale viene proposto, poi... Da non perdere!

GRAFICA:8 Estetica graffiante e stilosa
SONORO:7Realizzato con cura
GIOCABILITà:9Gameplay convincente, bilanciato ed appassionante
LONGEVITà:8Rigiocabile, parecchi livelli di difficoltà
VOTO FINALE8
PRO:- Giocosamente fantastico
- Artisticamente convincente
CONTRO:- A volte un po' ripetitivo nelle sfide proposte
Civilization: Beyond EarthUno strategico a turni che non dovrebbe sfuggire ad alcun appassionato del genere.
Total War: AttilaL’ultimo dei Total War, il più cupo della serie. Consigliato.
SCHEDAGIOCO
Cover Invisible, Inc.

Invisible, Inc.

Scheda completa...
Invisible, Inc.2015-06-01 15:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-pc/invisible-inc-49619/Una sorpresa indie1020525VGNetwork.it