SimCity

SimCity ritorna, ma forse è arrivato troppo presto
Scritto da Marco "Thresher" Accogliil 16 marzo 2013
SimCity Recensione

Chi non conosce SimCity? Una saga di gestionali che ha dato via al genere nel lontano 1989, spalancando la strada a numerosissimi cloni dedicati alla simulazione delle più disparate attività commerciali e non. Nel corso degli anni, la serie si è fregiata di ben 4 capitoli principali e relativi spin off, senza contare le versioni per console portatili e casalinghe.

Tantissimi titoli cercarono di seguire la scia del successo di SimCity creando le proprie versioni di città da gestire, come la serie Tropico che sposta l'attenzione verso i paesaggi tropicali o Cities In Motion, che si focalizza su un'efficente gestione dei trasporti, piuttosto che dei servizi. Ma i gestionali non trattano solo di città, abbiamo avuto la possibilità di controllare le più disparate aziende come i serivzi ferroviari di Railroad Tycoon, i parchi divertimento di Rollercoaster Tycoon o i gestionali sportivi come Football Manager.

Maxis e EA ripescano dal cilindro il marchio più fortunato del genere dopo un mediocre SimCity Societies e rebootano la saga con SimCity. Riuscirà a bissare il successo del SimCity 4 tanto amato dagli appassionati?


Sindaci di tutto il mondo, unitevi

Al primo avvio del gioco ci viene chiesto di giocare il tutorial, indispensabile per capire i fondamenti di SimCity e iniziare col piede giusto. Per prima cosa occorre fondare la città creando una piccola rete stradale, suddivisa in strade a bassa, media ed alta densita adatte a diverse fasce di traffico e popolazione. Chiaramente è possibile in un secondo momento potenziare le strade per aumentarne la densità, ma non il numero di corsie (indispensabile nel caso di strade particolarmente trafficate), per il quale occorrerà demolire e ricostruire il tratto interessato.

Ai lati delle strade andranno posizionate le tre tipologie di zone, divise in residenziale, commerciale e industriale. Le zone residenziali danno abitazioni ai sim che si trasferiscono nella nostra città, le commerciali danno l'opportunità agli abitanti di darsi allo shopping sfrenato e creano posti di lavoro, mentre quelle industriali sono ovviamente dedicate alla creazione di industrie indispensabili per fornire sufficenti posti di lavoro per tutti gli abitanti e produzione di merci sfruttabili nella nostra città o esportabili per arrotondare i guadagni.

Durante la stesura delle zone occore prestare attenzione alla loro posizione, alla densità delle strade e alla direzione del vento, senza contare altri numerosi fattori che vengono tenuti in considerazione nelle partite più avanzate. Ad esempio il vento è un fattore importante in quanto le zone industriali creano molto inquinamento atmosferico che viene portato via dal vento, motivo per il quale conviene evitare che arrivi a inquinare le zone residenziali, abbassando il valore dei terreni. Allo stesso modo, mettere delle piccole strade proprio in centro si traduce semplicemente in un carico eccessivo del traffico, con conseguenti rallentamenti nella produzione e nei guadagni.

Oltre a questo, è obbligatorio fornire i servizi base, quali elettricità (producibile attraverso turbine eoliche e celle fotovoltaiche poco potenti, ma non inquinanti oppure tramite centrali a petrolio o carbone, molto produttive, ma anche molto inquinanti), un sistema di scarico per i liquami, una discarica e naturalmente una fornitura costante di acqua, sia essa proveniente dalle falde acquifere (estraibile fino a un certo limite) oppure acquistabile dalle altre città presenti nella regione, così come tutte le altre risorse.


Le strutture

Dopo i servizi base, senza i quali la città semplicemente smette di funzionare, è indispensabile costruire le strutture adibite quali cliniche, ospedali, stazioni dei pompieri, scuole e stazioni di polizia, che ci consentiranno di combattere contro i problemi più frequenti di ogni città che si rispetti e il municipio che ci dà accesso a diverse opzioni per il commercio regionale e il potenziamento delle strutture.

Gli edifici possono essere infatti potenziati per adempiere in maniera più efficente ai loro compiti, ad esempio dotando una stazione di polizia di più volanti in modo da coprire una più vasta area della città, così come più posti letto negli ospedali e altri potenziamenti che consentono ai pompieri di intervenire più velocemente in caso di emergenza. Le possibilità sono veramente tante e portare al massimo tutte le strutture richiederà un notevole dispendio economico.

Ad aiutarci nella gestione della città vengono in soccorso i grafici che visualizzano la richiesta delle varie zone, così come l'inquinamento, il traffico, la presenza di risorse nel sottosuolo quali carbone, petrolio e minerali, la criminalità, la sanità e tanto altro. Grazie ai vari grafici possiamo infatti identificare al volo i problemi più urgenti della città e intervenire di conseguenza.


Specializziamoci

Molti veterani di SimCity hanno espresso dubbi sulla dimensione ridotta della mappa e vi possiamo confermare che effettivamente lo spazio a disposizione è purtroppo piccolino. Ciononostante, il gioco favorisce la creazione di più città specializzate all'interno della regione piuttosto che di una singola città sviluppata in maniera generale.

Nella nostra regione (pubblica o privata che sia) sono disponibili da 2 a 16 spazi in cui poter costruire una città e avviare scambi commerciali fra di esse, tra cui energia, acqua, risorse e supporto da parte dei disparati veicoli. Per questo motivo intervengono le specializzazioni che ci consentiranno di sfruttare al massimo il nostro territorio costruendo strutture adibite all'estrazione di petrolio, carbone, minerali e altre risorse, oppure alla produzione di componentistica elettronica o ancora sfruttando al massimo il turismo tramite casinò e monumenti che attireranno i cittadini di ceto elevato.

Il turismo dipende dalla capacità della città di gestire alti flussi di traffico e collegamenti alle altre città tramite traghetti, treni e ancora meglio aeroporti. I turisti rappresentano una grossa opportunità di aumentare i guadagni a discapito della sicurezza, per colpa di un maggiore afflusso di criminali. Inoltre una città ricca di divertimento sarà più propensa ad attirare i cittadini ricchi, ammesso che sappiate tenere il valore del terreno a un livello elevato.

Se invece volete puntare a qualcosa di più industriale, è possibile estrarre risorse, se presenti, dal terreno ed esportarle verso le città che ne hanno bisogno, ovviamente dietro pagamento di un compenso. Le possibilità sono parecchie e vengono solo minate dai vari problemi che possiede SimCity.


I grattacapi non mancano mai

Purtroppo, non tutto è rose e fiori. In primis, SimCity utilizza la stessa protezione antipirateria tanto criticata dai fan di Diablo 3: per giocare è necessario restare costantemente connessi ai server EA e non è presente una modalità offline, nonostante la componente multiplayer non sia poi così fondamentale. Sarebbe un male relativamente presente se l'infrastruttura dei server funzionasse a dovere, ma non è così. Specialmente nei primi giorni dall'uscita del gioco era quasi impossibile giocare a causa di pochi server sempre pieni, che quindi costringevano gran parte dei giocatori ad attendere in frustranti code, senza contare frequenti disconnessioni dal server di gioco che causavano il mancato salvataggio della partita. Decisamente un lancio inappropriato per una grande casa come EA, ma il DRM invasivo offusca quelli che sono i veri problemi del gioco.

Infatti il sistema antipirateria è solo la punta dell'iceberg di un gioco che è stato rilasciato in una palese versione beta. I problemi di connessione sono stati parzialmente risolti tramite l'aggiunta e il miglioramento dei server disponibili, ma non del tutto scomparsi, quello che è invece ancora troppo presente è la quantità spropositata di bug che affligge le meccaniche di gioco.

In particolar modo, si può notare come le routine della gestione del traffico siano state realizzate in maniera decisamente approssimativa: i sim prendono la strada più corta sempre e comunque, causando enormi ingorghi nel traffico e facendogli ignorare la strada più veloce o comunque le vie sgombre che comportano solo qualche minuto in più di viaggio. Come se non bastasse, capita molto spesso che le auto si blocchino per giornate intere senza smuoversi, causando totale paralisi del traffico nella strada interessata, un bug che se va a interessare i veicoli di emergenza creerà non pochi problemi nella gestione.

Oltrea questo, talvolta i consiglieri e i sim stessi protesteranno per scarse condizioni igieniche o alta criminalità quando i grafici dimostrano esattamente il contrario, una condizione che non muta nemmeno col potenziamento delle relative strutture. Non è raro infatti trovarsi con oltre 26 volanti della polizia in giro di pattuglia e solo un paio di criminali in giro, ma comunque venire tartassati da continue lamentele sulla sicurezza. Il traffico non aiuta a risolvere queste situazioni, col risultato che il giocatore spesso si troverà a domandarsi se i problemi manifestati dai consiglieri risultano effettivamente causati da cattiva gestione oppure semplicemente da un bug del gioco.

Il tutorial che introduce alle meccaniche di gioco è troppo semplicistico e spiega solamente come controllare le funzioni base dell'interfaccia e la costruzione delle strutture, ignorando gli aspetti più profondi del gioco e lasciando quindi il giocatore con numerose domande irrisolte. L'intefaccia di gioco, benché sia completa e facile da utilizzare, talvolta diventa troppo macchinosa specialmente nella visualizzazione regionale, poco intuitiva e soprattutto non consente di muovere o orientare liberamente la telecamera.

Per ultimo, ma non meno importante, le dimensioni della mappa risultano talvolta troppo ridotte per le esigenze di una grande città.

Tenendo in conto che tantissimi utenti hanno riportato altri bug a volte anche molto gravi, tutti questi problemi fanno quindi pensare a una fase di beta testing veramente troppo breve e inaccettabile per un gioco di così elevata portata, specialmente se pensiamo che il gioco è pubblicato da EA. Non esattamente una piccola compagnia priva di risorse insomma.


Dall'alto dei cieli

A livello grafico, il lavoro di Maxis non si può ritenere scarso, anzi. È sempre molto bello vedere i palazzi che si stagliano sullo sfondo della nostra città mano mano che si procede nella partita, il traffico che popola le strade (quando si muove fluidamente) e le industrie che funzionano a pieno regime sostenute dai camion delle merci.

Tecnicamente non risulta sbalorditivo, ma molto pulito e leggero, risultando compatibile anche con i computer non proprio dotati di componentistica all'ultimo grido. Inoltre le opzioni grafiche sono tante, permettendo quindi di configurare a puntino i dettagli grafici per venire incontro alle esigenze di gran parte degli utenti.

L'aspetto sonoro convince solo in parte, sebbene le tracce presenti sono gradevoli da ascoltare, sono anche poche e ripetute costantemente a rotazione, sconfinando nella ripetitività dopo diverse partite. Nulla da dire sugli effetti sonori, ma d'altronde in un simulatore cittadino cosa pretendete?

Concludendo la recensione, possiamo dire che SimCity è uscito troppo presto. Il titolo necessita ancora di numerosi aggiornamenti atti a correggere tutti i difetti riscontrati. In questo caso si potrebbe senza dubbio considerarlo come il ritorno in grande spolvero della saga, ma allo stato attuale delle cose è solo un gestionale mediocre malamente realizzato. Un vero peccato, anche perchè quando tutto funziona correttamente risulta essere molto divertente.

COMMENTO
Marco "Thresher" Accogli

Peccato. Da amante di SimCity 4, alle prime battute di questo nuovo capitolo stavo enormemente apprezzando le meccaniche di gioco più intuitive che hanno messo da parte l'eccessiva microgestione del 4, ma dopo l'esaltazione iniziale spuntano fuori tutti i problemi di questa affrettata produzione. Se in futuro dovesse essere ripulito dai bug allora diventerà un acquisto consigliatissimo.

GRAFICA:8Generalmente pulito e leggero, anche se non esibisce un dettaglio grafico straordinario.
SONORO:7.5La tracklist è piuttosto povera e ripetitiva, effetti sonori nella media.
GIOCABILITà:7Trattandosi di una palese versione beta, i bug e il DRM impediscono al titolo di spiccare il volo.
LONGEVITà:8Potenzialmente infinito ed è possibile creare città sempre diverse.
VOTO FINALE7
PRO:-È SimCity
-Il concetto di Regione è stimolante
-Quando funziona è divertente
CONTRO:-Tutorial scarno
-Notevoli bug
-DRM eccessivo
Tropico 4: Modern Times ( PC )Meno famoso, ma più curato di SimCity
Cities XL 2012Altra interessante alternativa di Focus Home
SCHEDAGIOCO
Cover SimCity

SimCity

Scheda completa...
SimCity2013-03-16 15:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-pc/simcity/SimCity ritorna, ma forse è arrivato troppo presto1020525VGNetwork.it