Star Horizon

È meno peggio su smartphone...
Scritto da il 09 giugno 2015
Star Horizon Recensione

Star Horizon è in giro da un po', per lo meno da un anno su Play Store, dove all'epoca costava 3,59€. Ebbene, già allora aveva le sue magagne, che se in un sistema touch potevano anche essere compensate in un certo modo, ma, nella sua trasposizione su PC (che costa più del doppio), purtroppo questi passi falsi minano gravemente la qualità del gioco.​​


John, Ellie e presunto humour nero

John è il protagonista del gioco. Un pilota della Federazione abile e intelligente, talmente fondamentale alla causa della sua flotta che per gran parte del tempo se ne sta ibernato… Insomma, il classico elemento privo di motivazione, che combatte cosi, “come viene, viene”, spinto solo dalla prospettiva di rimanere vivo o allontanarsi dal casino.

Purtroppo per i suoi compagni, e per noi che lo piloteremo a nostra volta, la guerra è critica e c'è veramente bisogno di tutti, quindi Ellie, l'IA della nave, sospende lo stato di ibernazione per permettere a John di tornare a combattere. Dall'altro lato troviamo appunto Ellie, IA presente in replica su tutte le navi della Federazione, che nelle intenzioni degli sviluppatori dovrebbe evolversi con la progressione del gioco, diventando via via più umana e coinvolta con John (Jeff e IDA?). Peccato che queste premesse sprofondino in dialoghi scontati e banali, con un umorismo vetusto ma sopratutto in ben 10 lingue diverse tra cui coreano, polacco e cinese, ma nemmeno un sottotitolo in italiano.

sh​​


Federazione o Ribelli, novità in ogni campo

Star Horizon si contraddice fin da subito. Dopo averci presentato un pilota menefreghista, la prima scelta da fare sarà se proseguire con la main quest o deviare per salvare un paio di piloti in difficoltà, cosa che in teoria non dovrebbe nemmeno passare nell'anticamera del cervello di John. D'altronde le scelte che influenzano la trama sono uno dei punti forti del gioco secondo Tabasco Interactive; nella manciata di ore necessarie a finirlo (o a mollarlo) infatti ne troveremo tipo tre, tra cui la classicissima decisione se combattere per la Federazione o per i Ribelli. Una faccenda fumosa che per altro non ha impatto alcuno sul gameplay del gioco dato che qualsiasi parte si scelga, si fanno le essenzialmente le stesse cose e si accede agli stessi tipi di equipaggiamento, diviso in quattro sezioni che propongono miglioramenti ai tre tipi di armi ed agli scudi.

Anche in questo caso, nulla di innovativo ma nemmeno di efficace e anzi, pare quasi che senza l'acquisto forzato di questi upgrade il gioco impedisca intenzionalmente di proseguire, qualunque che sia l'abilità del giocatore. Ogni aspetto della nostra nave potrà essere migliorato fino a quattro volte, un tentativo di invogliare il giocatore ad accumulare più crediti possibili, ma anche in questo caso siamo di fronte ad un sistema poco riuscito e assolutamente non originale.


La mappatura dei comandi esiste da un po'...

Nel 2005 uscì un gioco, Project Freedom, poi riproposto da Steam nel 2009, in cui si pilotava una caccia spaziale con WASD e si mirava col mouse, ma volendo si poteva anche ridefinire il layout dei comandi. In Star Horizon no: o pad 360 o tastiera ma senza personalizzare nulla, pratico sopratutto quando i comandi del beccheggio sono invertiti. Ma non è nemmeno quello il peggio; il gioco è uno sparatutto su rotaia quindi con una libertà di movimento limitata, inficiato da un sistema di mira pessimo, il che per un gioco del genere è gravissimo. Il lock-on dell'obiettivo avviene allineando la nostra nave a quello che vogliamo colpire, poi c'è un tasto per il laser, uno per i missili e uno per la super-arma-non-plus-ultra, tutti colpi che in genere finiscono dove vogliono. L'auto-aim seleziona un obiettivo e partono tre missili con tre destinazioni diverse, il laser si mette a sparare di traverso seguendo l'ultimo nemico selezionato invece di seguire la visuale della navicella e, come se non bastasse, spesso il nemico selezionato è il più vicino ma non è detto che sia il più pericoloso, per cui nelle missioni di scorta o difesa il fallimento è sempre dietro l'angolo, incomprensibile e frustrante, e il checkpoint dei salvataggi prevede sezioni assurdamente lunghe da ripetere più e più volte. A tutto questo aggiungiamo anche una realizzazione tecnica povera, con poligoni in low resolution un po' ovunque sulle navi più grandi, e gli effetti tipici di questo genere di giochi che sono il classico “compitino minimo indispensabile.” Tutto questo accompagnato da pochissima fantasia e, senza spoilerare nulla, sulla nave madre c'è un condotto come sulla Morte Nera… In ogni caso è il gameplay in generale ad essere banale: difendi la nave madre dai missili nemici, distruggi le armi di quel convoglio, evita quello che ti stanno tirando contro (in genere basta mettersi in un angolo dello schermo) il tutto inficiato da quel sistema di mira che non ci consentirà mai di difendere in modo efficace i nostri obiettivi, costringendoci a noiose ripetizioni.

Si salva parzialmente solo il reparto audio, nemmeno qui nulla di eclatante sia chiaro, ma per lo meno la musica (soundtrack venduta a parte se vi interessa) è più varia del resto del gioco.

COMMENTO

Ben 8€ per un porting del genere è una cosa che lascia quanto meno perplessi. Il rails shooter è un genere un po' particolare e Star Horizon potrebbe anche piacere, se partiamo dal presupposto che la grafica non è tutto. Ma nel momento in cui bisogna rifare checkpoint chilometrici perché l'auto-aim spara a quello che vuole, per di più volteggiando tra un poligono spalmato da un lato e una pessima citazione cinematografica dall'altro, anche quel presupposto va a farsi benedire. Non si può nemmeno dire che c'è la curiosità suscitata da una storia originale che invogli a proseguire, e quindi se proprio dovete, prendetelo per smartphone che almeno lo pagate meno della metà.

GRAFICA:5Textures datate ed in generale effetti sotto tono.
SONORO:5.5Battute scontate e musica nei limite dell'accettabile.
GIOCABILITà:4Conta più la fortuna che l'abilità del giocatore.
LONGEVITà:5Nessuno spunto per la rigiocabilità, sempre che non venga a noia prima di finirlo.
VOTO FINALE4.5
PRO:- Una patch potrebbe renderlo meno peggio
CONTRO:- Sistema di mira buggato
- Assai ripetitivo
- Poco longevo e per di più costoso
Homeworld Remastered CollectionDue giochi dal prezzo contenuto, seppur datati, offrono ancora un'esperienza RTS intensa e avvincente.
Elite: Dangerous ( PC )Un "must have" per tutti i giocatori pc, appagante e difficile al punto giusto.
SCHEDAGIOCO
Cover Star Horizon

Star Horizon

Scheda completa...
Star Horizon2015-06-09 15:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-pc/star-horizon-49721/È meno peggio su smartphone...1020525VGNetwork.it