Vampire Saga: Welcome to Hell Lock

La saga dei vampiri di Alawar Games si arricchisce
Scritto da Antonio "Aurenar" Pattiil 17 agosto 2011
Vampire Saga: Welcome to Hell Lock Recensione

Sono passate poche settimane da quanto VGNetwork ha provato, per voi, il primo episodio in formato “retail” di Vampire Saga: una serie di avventure punta-e-clicca di come se ne giocavano parecchie molti anni fa, a base di luoghi macabri, ambientazioni gotiche, presenze vampiriche e spettrali e tanti rompicapo, utili a stimolare l'intelletto dei giocatori con enigmi più o meno logici, la risoluzione dei quali è necessaria per arrivare ai titoli di coda. Vampire Saga 2: Welcome to Hell Lock è da poco disponibile e per questa interessante saga horror per Pc e dispositivi Apple, ci siamo subito prodigati per emettere un verdetto.


“Guidare a fari spenti nella notte per vedere” (cit.)

Non ci viene in mente migliore citazione per descrivere l'antefatto che da il “la” a tutta la vicenda di Vampire Saga 2: Welcome to Hell Lock. Il protagonista (che nulla ha a che vedere con quelli conosciuti nell'episodio precedente) è in sella alla sua moto e disgraziatamente ne perde il controllo con l'unica conseguenza di scatenare un pauroso incidente stradale. Sopravvissuto allo schianto, il nostro alter-ego non riporta grossi traumi fisici ma accusa una fastidiosa amnesia, avvalorata da allucinazioni e visioni. Queste sono riconducibili alla botta presa in testa oppure no? Lo scopriremo solo accompagnando il nostro eroe alla risoluzione di enigmi che ci accompagneranno lungo tutto l'arco di gioco.


Squadra che vince non si cambia

Welcome to Hell Lock non propone praticamente niente di diverso da Terrore sul Pandora: a partire dalla grafica, passando per interfaccia e modalità di risoluzione degli enigmi, tutto è stato confermato e l'unica cosa a cambiare sensibilmente sono le musiche. Discorso diverso va fatto per la trama che muove i ritmi di gioco e l'avventura, perché è molto curata, originale e tiene incollati al monitor tutti gli appassionati fino ai titoli di coda. Qualcuno può non apprezzare qualche scelta narrativa o il ritmo poco frenetico imposto dal genere di appartenenza, ma sono sensazioni soggettive che nulla tolgono alla qualità finale del titolo in questione.


Solo per veri appassionati o esordienti totali

Vampire Saga 2: Welcome to Hell Lock non è un brutto gioco, al contrario. E' fatto molto bene e non soffre di difetti di programmazione pacchiani che spingono ad uscire dall'applicazione anzitempo. E' un gioco a basso (bassissimo) costo e di conseguenza il rapporto qualità/prezzo è decisamente favorevole. L'unico problema è l'assenza di originalità, visto che appoggia solide fondamenta su un genere retro e non introduce praticamente nulla di profondamente nuovo rispetto al predecessore. Per questo motivo non ce la sentiamo di consigliarlo ad occhi chiusi, ma invitiamo gli appassionati di avventure a provarne la demo gratuita. E' un ottimo gioco per chi è alle prime armi e un buonissimo affare per chi non può fare a meno di giocare tutti i giochi a base di enigmi esistenti al mondo senza spendere un capitale.

COMMENTO
Antonio "Aurenar" Patti

Dopo aver sviscerato per bene il primo Vampire Saga non mi sarei aspettato di giocarne un seguito talmente simile. I margini per migliorare qualcosa qui e lì c'erano, eccome, ma a quanto pare agli sviluppatori non interessava migliorare quei pochi aspetti del gameplay che hanno fatto arricciare il naso. Per narrare una bella storia non occorre una grafica degna di Killzone 3, ma poteva essere fatto di più per rendere questo Vampire Saga più accattivante e invece mi sono dovuto arrendere all'evidenza.

GRAFICA:5Praticamente immutata rispetto a Terrore sul Pandora. Più della narrazione tramite diapositive si è preferito descrivere e proporre immagini più dettagliate. In generale il risultato appare invariato e con ampi margini di miglioramento.
SONORO:5Senza infamia né lode. Il compitino è svolto bene e restituisce le giuste sensazioni, ma siamo lontani da un comparto sonoro d'impatto o indimenticabile.
GIOCABILITà:9Squadra che “vince” non si cambia. Fortunatamente gli sforzi di Alawar Games di realizzare un titolo facile da giocare, stimolante e alla portata di tutti sono ben ricompensati.
LONGEVITà:5Il discorso è estremamente analogo a tutti i precedenti. Welcome to Hell Lock è il secondo episodio di una saga, di conseguenza eredita dal predecessore ogni pregio e ogni difetto. Una volta finito, dunque, si ripone sullo scaffale come un libro.
VOTO FINALE6
PRO:- Schermate di gioco ben disegnate
- Alla portata di tutti: principianti ed esperti
- Buon ritmo di narrazione
CONTRO:- Poco rigiocabile
- I temi trattati non piacciono a tutti
Tales of Monkey Island ( PC )I mitologici personaggi creati da Ron Gilbert restano, a nostro parere, l'alternativa numero uno e una delle migliori uscite degli ultimi anni sul fronte delle avventure grafiche.
Back to the Future: Finale - OUTATIME ( PC )Condivide con Tales of Monkey Island la “mano creatrice” ma cambia radicalmente contesto e personaggi. La qualità intrinseca resta poco discutibile.
SCHEDAGIOCO
Cover Vampire Saga: Welcome to Hell Lock

Vampire Saga: Welcome to Hell Lock

Scheda completa...
Vampire Saga: Welcome to Hell Lock2011-08-17 15:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-pc/vampire-saga-welcome-to-hell-lock/La saga dei vampiri di Alawar Games si arricchisce1020525VGNetwork.it