World of Warcraft: Cataclysm

Il Cataclisma che sconvolse World of Warcraft
Scritto da Gabriele "Kevorex" Toninelliil 29 dicembre 2010
World of Warcraft: Cataclysm Recensione

Uno degli eventi ludici più attesi dell'anno. Così può essere definito l'avvento di Cataclysm, l'espansione di World of Warcraft che, più di The Burning Crusade e Wrath of the Lich King, sembrava destinata a cambiare definitivamente i connotati del gioco di massa più amato di sempre. La svolta in realtà risale all'uscita della patch 4.0.3a, con la quale Blizzard ha sconvolto Azeroth introducendo importantissime innovazioni di trama nel mondo di WoW, fino al compimento finale della metamorfosi avvenuto il 7 dicembre (data di lancio di Cataclysm). Come si era sperimentato già nel periodo di beta, di carne al fuoco ce n'è davvero tanta e ancora una volta, nonostante il peso degli anni, il re dei MMORPG ha subito un'iniezione di linfa vitale che dovrebbe prolungarne l'esistenza per molto altro tempo.Vediamo dunque di scoprire cosa porta di nuovo questa espansione ai giocatori appassionati e perché può costituire un ottimo punto di partenza per chi di Orda e Alleanza fino ad oggi non ha mai sentito parlare.


Il ritorno di Deathwing

Lo sconvolgimento a cui accennavamo si riferisce principalmente al ritorno del terribile Deathwing, il dragone che si è manifestato anche ai non possessori di Cataclysm con il già citato aggiornamento di gioco. Lo stratagemma narrativo di Blizzard si è rivelato azzeccatissimo ed ha permesso di apportare modifiche sostanziali ai vecchi continenti di Eastern Kingdom e Kalimdor. Non stiamo parlando solo di ritocchi grafici e morfologici, poiché come vedremo anche le meccaniche del gameplay sono state parzialmente migliorate e/o semplificate per garantire un'esperienza godibile sia agli utenti di vecchio corso che ai nuovi arrivati. Ma procediamo con ordine.Dal punto di vista della storia narrata, Cataclysm è indubbiamente l'espansione di WoW più riuscita tra quelle disponibili sul mercato. Il Cataclisma ha inevitabilmente modificato le relazioni di potere tra le fazioni presenti su Azeroth e tutte le quest che andrete a svolgere risultano in qualche modo legate agli eventi della storia principale. Il lavoro svolto in termini di sceneggiatura, atmosfera ed immersività è eccelso e l'ampio ricorso al phasing consente al giocatore di avere a disposizione un mondo che cambia sensibilmente in base alle proprie azioni. La struttura delle quest, retaggio dei primordi del genere ruolistico, non è stata stravolta, ma tutto assume ora una coerenza ed una omogeneità che sembravano a volte mancare negli anni passati.Cataclysm, in poche parole, ha rinnovato a dovere l'universo di WoW dal punto di vista stilistico-narrativo, dimostrando una volta di più la cura estrema che Blizzard riserva ai propri prodotti. Questo traspare anche dall'evoluzione del comparto grafico, che sebbene non possa competere con quello dei lussureggianti MMORPG “moderni”, è stato rifinito per offrire comunque un buon colpo d'occhio. Le carenze di un motore ormai vetusto vengono in parte celate sotto un “carisma artistico” degno dei migliori designer videoludici, capace di rendere assai gradevoli le passeggiate per le evocative terre di WoW. Specialmente le due nuove razze, Worgen e Goblin, sono state realizzate con grande attenzione ai dettagli e sono caratterizzate da modelli più definiti del consueto e da animazioni più ricche. Resta da citare una colonna sonora assolutamente grandiosa, fondamentale per accompagnare le gesta del giocatore in tono epico e per “colorare” con la giusta intensità le ore passate sui server di Blizzard.


Nuovo level cap, nuove razze

Come da tradizione, la nuova espansione aumenta il livello massimo raggiungibile e obbliga quindi ad affrontare ulteriori sfide per arrivare al fatidico 85. Proprio così: a differenza di The Burning Crusade e Wrath of the Lich King, che aggiungevano dieci livelli, Cataclysm aumenta il level cap di “sole” cinque tacche. In termini contenutistici, tuttavia, ciò non rappresenta una diminuzione del divertimento e delle cose da fare, poiché, come già detto, gli sviluppatori hanno predisposto territori inediti per personaggi high level letteralmente traboccanti di quest. Uldum e la città sommersa di Vashj'ir, ad esempio, sono due zone che regaleranno parecchie emozioni ai vecchi utenti di WoW, senza dimenticare i nuovi dungeon disponibili anche in modalità Heroic. Peraltro, molte aree già presenti nelle precedenti versioni del gioco sono state ampiamente riviste: basti pensare ai Barrens, ora divisi in due zone studiate per giocatori di alto e di basso livello, o alle nuove versioni Heroic dei dungeon Shadowfang Keep e Deadmines. Cataclysm, insomma, non solo straripa di contenuti ma propone anche importanti aggiunte per gli utenti hardcore che si dicevano delusi dalla relativa semplicità del PvE di WoW. Gli stessi raid, che mantengono la medesima struttura per 10 o 25 player, richiedono in molti casi grande impegno e organizzazione, tanto che offrono alla fine ricompense esclusive e oggetti epici non più ottenibili attraverso vie meno ostiche.Una delle novità più cruciali e gradite di Cataclysm, tuttavia, è la presenza di due nuove razze giocabili: i Worgen e i Goblin. Appartenenti rispettivamente ad Alleanza e Orda, essi rappresentano uno dei maggiori punti di forza di questa espansione, per la cura maniacale con cui sono stati creati ed inseriti nel contesto di WoW. Oltre alle già citate migliorie tecniche, che di per sé li rendono preferibili alle altre razze (quantomeno ai neofiti e a chi vuole provare un personaggio da zero), Worgen e Goblin mettono a disposizione le rispettive nuove zone di partenza (Gilneas e l'isola di Kezan) per i livelli 1-15 e conducono magistralmente i giocatori nei meandri della storia attraverso missioni lunghe e varie, cutscene cinematografiche e un uso più intenso delle tecniche di phasing. L'introduzione di queste due razze giunge insomma come una ventata d'aria fresca sull'universo di WoW, che beneficia dell'esperienza maturata da Blizzard nel proporre ai suoi fan contenuti costantemente perfezionati nel corso del tempo.


Le altre novità

Le modifiche apportate da Cataclysm non si limitano tuttavia all'inserimento di due nuove razze e alle trasformazioni morfologiche dei territori di Azeroth... altrimenti che Cataclisma sarebbe? Molti cambiamenti “minori” si riferiscono infatti ad alcune meccaniche di gameplay che sembravano effettivamente un po' stantie ma che forse, per alcuni, risulteranno ora una semplificazione talvolta eccessiva ed espressamente “noob oriented” del modello di gioco. Pensiamo in particolare al rinnovato sistema di tracking, che rende più facile l'individuazione sulla mappa di mob e aree importanti guidando il giocatore a mo' di GPS, nonché alla gestione dei talenti, resa più agevole e intuitiva in modo da aiutare il personaggio nel processo di crescita. Ovviamente anche la rivisitazione di alcune statistiche rientra in questa filosofia e Blizzard si è posta l'obiettivo di ridurre la confusione legata al non sempre chiaro funzionamento di certi meccanismi; ad esempio, la rigenerazione del mana è ora affidata alla sola Spirit, che rimpiazza la cosiddetta MP5 già eliminata da WoW con una patch precedente. Anche l'esperienza di Gilda ha subito delle variazioni volte a renderla più stimolante che in passato, con l'aggiunta di achievement di gruppo e di un sistema di livellamento comunitario interno alla Gilda stessa.Per quanto riguarda il PvP, Cataclysm introduce le nuove mappe Twin Peaks e Battle for Gilneas, contraddistinte da un design vario ed ispirato, oltre alla zona contesa di Tol Barad che, sullo stile di Wintergrasp, costituisce un degno battleground e offre anche un ottimo quest hub per giocatori di alto livello.Concludiamo la rassegna delle innovazioni contenute in questa splendida espansione citando la professione Archaeology, un impiego secondario scarsamente utile ai fini del gioco ma dal sapore particolarmente “avventuroso”, che vi porterà ad esplorare Azeroth alla ricerca di oggetti dal puro valore collezionistico. Alcuni di questi rari item – companion, cavalcature, ma talvolta anche armi e armature – integrano fra l'altro il lore di WoW, contribuendo a documentare la storia del mondo di gioco e consolidando ulteriormente le fondamenta narrative dell'immortale MMORPG targato Blizzard.

COMMENTO
Gabriele "Kevorex" Toninelli

Cataclysm, pur nella sua ricchezza di contenuti, non stravolge il concetto di gioco di World of Warcraft e di certo non farà cambiare idea ai detrattori dell'IP “milionario” di Blizzard. I volenterosi nuovi arrivati, tuttavia, potranno scoprire nelle rinfrescate lande di Azeroth un mondo appassionante e ricco di opportunità, mentre i fan di lungo corso troveranno in questa espansione nuovi stimoli a rinnovare l'abbonamento per diverso tempo e riprenderanno la scalata al potere nei ranghi di Orda o Alleanza verso l'85 e oltre. Blizzard, insomma, ha fatto di nuovo centro, confermando saldamente WoW nella posizione di massimo esponente del genere MMORPG su PC.

GRAFICA:7.5Le ottime scelte stilistiche e cromatiche dei designer di Blizzard compensano le carenze tecniche di un engine ormai visibilmente obsoleto.
SONORO:9Un comparto che non delude e che anzi risulta fondamentale per donare la giusta epicità alle vicende che vi vedranno protagonisti.
GIOCABILITà:9Tanti nuovi contenuti per i personaggi di alto livello, tanti buoni motivi per iniziare da zero qualora non aveste mai preso in mano WoW.
LONGEVITà:9Le aggiunte sono consistenti e l'introduzione di due nuove eccellenti razze spingerà i giocatori a tenere attivo il loro account ancora per molto tempo.
VOTO FINALE8.5
PRO:- Worgen e Goblin
- Epico e coinvolgente
- Un sacco di contenuti
CONTRO:- Archaeology è poco più di un minigioco
- Qualche semplificazione eccessiva
- Il motore grafico sente il peso degli anni
Land of Chaos OnlineUn'alternativa gratuita, per quanto estremamente diversa e meno profonda di WoW, non può che essere gradita.
AionMMORPG di NCsoft dallo stile orientaleggiante che propone una formula di gioco ben riuscita.
SCHEDAGIOCO
Cover World of Warcraft: Cataclysm

World of Warcraft: Cataclysm

Scheda completa...
World of Warcraft: Cataclysm2010-12-29 09:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-pc/world-of-warcraft-cataclysm/Il Cataclisma che sconvolse World of Warcraft1020525VGNetwork.it