Secret Agent Clank

In arrivo da PSP, lo spin-off della celebre saga di Ratchet & Clank
Scritto da Andrea "Panzone" Iuorioil 09 settembre 2009
Secret Agent Clank Recensione

Non è raro vedere, negli ultimi tempi, dei veri e propri porting di piccole perle presenti su PSP sulla sua sorellona più grande, PlayStation 2, in modo da aumentare ulteriormente le vendite. Dopo Silent Hill Origins e Ratchet & Clank: l’altezza non conta, ecco che arriva sulla console di casa Sony il secondo episodio portatile della saga di Ratchet & Clank.

Il titolo originale su PSP, pure se decisamente inferiore rispetto al suo prequel, resta un gioco assolutamente godibile. Purtroppo, però, il passaggio sul grande schermo è stato condotto molto superficialmente, tanto da giustificare il voto che trovate qui in cima.


Platform o stealth ?

Per la prima volta il protagonista assoluto è Clank che, dopo il furto di una gemma di grande valore, scopre che a rubarla non è stato altro che Ratchet, il protagonista dell'omonima serie. Ecco quindi che il coraggioso robottino si butta in un gioco che ha ben poco a vedere con un platform, ma molto con il genere stealth. Inutile dire che la trama è soltanto un pretesto per guidarci in 20 livelli ricchi di nemici, da cui non dovremo farci vedere. Sebbene il gioco abbia un atteggiamento stealth, non lo impone a forza: è possibile terminare l'intero titolo affrontando le guardie con le armi in pugno, anche se un' approccio più ragionato è più appagante. Se si affronta un livello interamente in modalità stealth, stando attenti a non finire nel raggio visivo delle guardie e a non fare troppo rumore durante gli spostamenti, al termine otterremo molti più bulloni rispetto a quello che avremmo ricevuto affrontandolo alla “Rambo”.

Squadra che vince si deve cambiare?

Inutile girarci attorno, la mancanza di Insomniac Games e il cambiamento di genere si sentono: il titolo è abbastanza noioso e ripetitivo, e non bastano i piccoli capitoli in cui potremo controllare Ratchet o Qwark per riuscire a dare una ventatina di freschezza al tutto. Certo, è presente l’ironia tipica della serie, ma la curva di difficoltà tendente verso il basso e la ripetitività di fondo del titolo rendono questo capitolo abbastanza insipido pure per i fan.

La grafica conta?

Graficamente ci troviamo di fronte allo stesso, identico gioco che ci siamo goduti sul portatile Sony. Peccato solo che, se sullo schermo della PSP il titolo rende abbasanza bene, con il suo engine interamente tridimensionale, su PS2 da il suo peggio: aliasing a non finire, una certa povertà generale di poligoni e di effetti e svariati piccoli rallentamenti (assenti nella versione originale) dimostrano che il titolo ha subito un porting frettoloso. L’unica aggiunta rispetto all’originale è la possibilità di controllare la telecamera con il secondo stick analogico, che paradossalmente rende il titolo ancora più facile, dato che su PSP le inquadrature fisse erano spesso di ostacolo non di poco conto. Sul versante audio abbiamo un discreto doppiaggio, ma anche qui nessun cambiamento rispetto alla controparte portatile.

Ci troviamo di fronte un porting quasi invariato dell'originale su PSP, portandosi dietro tutti i suoi difetti ma non riuscendo a sfruttare le caratteristiche, decisamente più avanzate, della console casalinga di casa Sony. Gli amanti della saga potranno gradirlo, dato che comunque è uno spin off che non tradisce totalmente la saga principale. Per tutti gli altri, ci sono stealth migliori su entrambe le console, specie sulla PS2.

COMMENTO
Andrea "Panzone" Iuorio
Un po' mi dispiace, lo devo ammettere: ero convinto di trovarmi di fronte ad un buono spin-off, e invece ho messo le mani su un titolo a malapena sufficiente. Il problema è che l'hardware di una PSP non è quello di una PlayStation 2 e, piuttosto che perder tempo con questi porting, sarebbe meglio se gli sviluppatori si concentrassero solo sulla piattaforma d'origine di un titolo. Su PSP, pure se ripetitivo, Secret Agent Clank​ risulta comunque più gradevole
GRAFICA:5Stesso dettaglio grafico presente su PSP, solo ad una risoluzione maggiore: inutile dire che l'alising si sprechi e che non rende assolutamente giustizia alla differenza di hardware tra le due console.
SONORO:6Il sottofondo musicale non è malvagio, ma assolutamente nulla di eccezionale. Menzioniamo anche il discreto doppiaggio in Italiano, realizzato piuttosto bene e con l'enfasi giusta.
GIOCABILITà:5.5Il gameplay funziona abbastanza bene, ma l'aggiunta del secondo stick per ruotare la telecamera rende il titolo fin troppo semplice. Eccessivamente ripetitivo.
LONGEVITà:6.5Il gioco è abbastanza lungo (20 capitoli), ma la sua lunghezza può essere un' arma a doppio taglio, vista la struttura di gioco.
VOTO FINALE6
PRO:- Diverso dai soliti platform
- Se non avete una PSP...
CONTRO:- Il porting avrebbe potuto essere migliore
- Abbastanza ripetitivo
Secret Agent Clank ( PSP )Su PSP il titolo rende decisamente meglio, inutile negarlo.
Jak and Daxter: Una Sfida Senza Confini ( PS2 )Un porting decisamente più riuscito per un gioco assolutamente godibile.
SCHEDAGIOCO
Cover Secret Agent Clank

Secret Agent Clank

Scheda completa...
Secret Agent Clank2009-09-09 23:18:25http://www.vgnetwork.it/recensioni-playstation-2/secret-agent-clank/In arrivo da PSP, lo spin-off della celebre saga di Ratchet & Clank1020525VGNetwork.it