Echochrome II

Un gioco di luci ed ombre
Scritto da Mail@ BlackDukeITAil 06 febbraio 2011
Echochrome II Recensione

Japan Studio ci riprova. Dopo il particolare echochrome su PSP (e PSN), puzzle game a base di illusioni prospettiche, ecco che il team giapponese ha a che fare con il nuovo “gingillo” ideato da Sony: il PlayStation Move. Echochrome II è il tentativo di applicare un nuovo concetto di illusioni, basate sui giochi di luce e ombre, ad un puzzle game che fa del suo stile peculiare la sua piĂą spiccante caratteristica.


Il Move diventa una torcia

L’idea di base di Echochrome ii è abbastanza semplice, soprattutto per chi ha già potuto provare il primo episodio della serie. Il Move funziona esattamente come una torcia, proiettando ombre sui monotoni sfondi bianchi di immaginarie stanze. Ombre create rispetto alla inclinazione e direzione del motion controller stesso, che illumina strutture poligonali apparentemente prive di senso. L’obiettivo del giocatore è quindi quello di creare delle ombre sullo sfondo della stanza, in modo da fornire una via di passaggio allo stilizzato manichino verso la fine del livello. E’ più facile sicuramente provarlo con mano che provare a descriverlo, ma il meccanismo, una volta compreso, è semplice.

Echochrome II mette davanti al giocatore tutta una serie di livelli, per un totale di 100, i primi dei quali richiederanno solo una manciata di secondi, mentre i successivi consistono in veri e propri rompicapi sui quali spendere tempo (e perdere la pazienza). Il risultato è altalenante, e a tratti quasi confuso: sia chiaro, il Move fa quello che deve fare in ogni momento con assoluta precisione, ma sarà un po’ per lo stile leggermente meno asettico del solito, con qualche colore di troppo a distogliere l’occhio, sarà per la presenza di molteplici strutture (salti, buchi, portali) con cui fare i conti, sarà per qualche problema di telecamera (spesso le strutture che avete davanti a voi coprono l’ombra, rendendo la comprensione del da farsi difficoltosa), ma Echochrome ii non si gusta così bene come il suo predecessore, semplice ed immediato. Nuove modalità, come quella che ci vede impegnati a colorare il livello prima che lo facciano gli altri personaggi guidati dalla console, costituiscono una piacevole alternativa, ma fino ad un certo punto. Diverte invece la ricerca delle “Shadow Art”, ovvero delle vere e proprie ombre cinesi da trovare posizionando la telecamera e la torcia in modi peculiari: raccoglierli tutti non sarà di certo impresa facile! L’editor è un valore aggiunto, ma difficilmente ci spenderete del tempo, a meno di essere fanatici dei puzzle ed avere amici con cui condividerli, e semmai foste esibizionisti, potete uploadare direttamente su YouTube i replay dei vostri brillanti risultati. E’ possibile anche scaricare i livelli prodotti dalla community (di certo non molto ampia) per provare qualche nuovo gioco delle ombre.


Immaginare costa caro

Per ora, Echochrome II viene venduto sul PlayStation Store a 12.99€, un prezzo non molto abbordabile per un titolo del genere. L’opera Japan Studio saprĂ  sicuramente far contenti i (cervellotici) amanti dei puzzle game “ragionati” e dal ritmo lento, e certamente l’uso che viene fatto del Move è ottimo. Ma per tutti gli altri, l’acquisto è consigliato solo quando il prezzo scenderĂ  abbastanza. 

COMMENTO
Mail@ BlackDukeITA

Echochrome II non mi ha preso come il primo episodio della serie. Il divertimento dato dallo scoprire nuove illusioni viene qui saltuariamente compromesso da una non perfetta gestione della telecamera. Il prezzo è forse un pò elevato, ma garantisce ore di sano impegno di materia grigia.

GRAFICA:7.5Lo stile classico e asettico di echochrome, ispirato al genio di Escher, viene ripreso, ma reso un tantino piĂą confuso da varie tinte colorate.
SONORO:7Soliti effetti sonori piacevoli fino a che non diventano ripetitivi.
GIOCABILITà:7L’idea è buona, il Move funziona, quel che manca, a volte, è il risultato. A tratti confuso, a tratti complesso. Per i fan dei puzzle game.
LONGEVITà:8100 livelli sono tanti, ma a meno che non siate fan dei puzzle game, non li vedrete mai tutti. Tre modalitĂ  per ogni stage e i livelli creabili o scaricabili aiutano la monotonia di fondo.
VOTO FINALE7
PRO:- Buon uso del Move
- Puzzle difficili
- Solito stile asettico…
CONTRO:- …”contaminato” da qualche eccesso di colore
- Qualche problema di telecamera
- A tratti confuso (e confondente)
EchochromeIl puzzle game originale funziona meglio del suo seguito. Da provare a tutti i costi.
PortalUno dei migliori puzzle game degli ultimi anni, divertentissimo capirne la logica e applicarla al livello.
SCHEDAGIOCO
Cover Echochrome II

Echochrome II

Scheda completa...
Echochrome II2011-02-06 16:30:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-playstation-3/echochrome-ii/Un gioco di luci ed ombre1020525VGNetwork.it