MXGP

Il Motocross secondo Milestone arriva anche su PlayStation 4
Scritto da Mailil 04 novembre 2014
MXGP Recensione

Sicuramente questo è un periodo molto attivo per l'italianissima Milestone, celebre software house milanese specializzata nei racing game, che, dopo l'ottimo (seppur ancora imperfetto) MotoGP 14 e l'annuncio della nuova IP di nome RIDE, torna sugli scaffali con la riedizione di MXGP, titolo uscito ormai da circa 6-7 mesi su piattaforme old-gen e PC (del quale trovate la nostra recensione completa a questo link) ed in arrivo ora anche per la current-gen, anche se solo in versione PS4, come già accaduto per MotoGP. Questa riedizione vanta ovviamente un comparto tecnico rivisto ed adattato alla nuova generazione hardware e qualche piccola aggiunta. Vediamo di cosa si tratta.


Ancora fango, polvere e salti a profusione

Diciamolo subito, MXGP è rimasto lo stesso gioco uscito mesi fa. Inutile girarci intorno proclamando chissà quali migliorie (che in parte ci sono, eccome) e una mole di contenuti ampliata (4 nuovi tracciati, quelli che mancavano nella scorsa edizione in pratica); il gioco bene o male è rimasto lo stesso, quindi chi già ha avuto occasione di farci un giro mesi fa difficilmente troverà lo stimolo di acquistare nuovamente il titolo, ma gli amanti del motocross che ancora non avessero avuto modo di mettere le mani su questo particolare titolo troveranno sicuramente nella versione PS4 la migliore tra quelle disponibili.

Il titolo, come molti dei prodotti Milestone, si propone come una via di mezzo tra simulazione e arcade, cercando di stare in quel sottile equilibrio in cui poter dare giustizia alla licenza utilizzata (quella ufficiale FIM Motocross) senza cadute di stile sul fronte del realismo, ma senza essere troppo frustrante per via della ricerca della simulazione esasperata. Ne viene fuori un sistema di controllo certamente interessante e divertente ma mai troppo tecnico, per quanto rimanga ostico da padroneggiare, almeno inizialmente. Il sistema di controllo è "dual stick", cioè permette di controllare la direzionalità della moto e la posizione del pilota utilizzando rispettivamente gli stick analogici sinistro e destro. L'utilizzo combinato di questi input consente di effettuare le giuste manovre, quali scrub e salti controllati utili a guadagnare decimi di secondo preziosi durante le gare. Manca anche in questa edizione l'utilizzo della frizione, scelta voluta per non rendere ancora più complessa la guida, dovendo già utilizzare simultaneamente i due analogici più gas e freni.

Le modalità di gioco sono quelle classiche dei titoli Milestone, dalla gara istantanea passando al weekend completo, il campionato singolo e la modalità carriera, la più corposa e completa esperienza di gioco. Non manca ovviamente il multiplayer online, ma è stato sacrificato lo split-screen locale.


Guarda come ti infango in full HD

Tecnicamente parlando, MXGP su PS4 utilizza l'ultima versione del motore grafico proprietario di Milestone, lo stesso impiegato in MotoGP 14, e i risultati sono ad esso equiparabili: La risoluzione è stata portata a 1080p e il framerate risulta saldo, anche se purtroppo fisso ai soli 30 fotogrammi al secondo. Il migliore utilizzo degli shader e le texture migliorate aiutano ad incrementare il colpo d'occhio, che in generale risulta davvero convincente soprattutto nelle quattro piste aggiunte esclusive, sintomo che probabilmente sono state elaborate pensando unicamente a questa edizione. Un punto a favore del miglioramento tecnico che migliora anche il gameplay è la gestione dei solchi lasciati dalle moto dopo qualche giro di gara nel tracciato: se nella prima edizione questi erano solamente estetici e passarvi sopra non apportava alcun beneficio in termini di traiettoria e scorrevolezza adesso le cose sono leggermente cambiate: passare sui solchi lasciati sullo sterrato aiuta un pochino la velocità di percorrenza, soprattutto quando essi cominciano a farsi un po' più profondi al susseguirsi dei giri, senz'altro un punto a favore grazie ad una feature che inspiegabilmente mancava nell'edizione originale.

Tutto il resto è rimasto inalterato, dal comparto sonoro alla giocabilità in senso stretto; il lavoro svolto si è concentrato principalmente sulle migliorie tecniche e sull'aggiunta dei tracciati mancanti, giusto perfezionamento di un titolo che rimane comunque destinato agli appassionati della disciplina.


Dietro la scia di Sua Maestà Cairoli...

Milestone ad ogni edizione/riedizione dei propri titoli riesce sempre a migliorarsi, e questa versione PS4 del suo MXGP non fa eccezione. Pur rimanendo in sostanza lo stesso gioco uscito qualche mese fa su old-gen, le migliorie tecniche e le gradite aggiunte rendono il titolo ora più completo e sicuramente più appetibile, a patto di essere fan sfegatati del motocross e di non aver avuto occasione di giocare all'edizione old-gen. A tutti gli altri consigliamo di pensarci bene poiché comunque il gioco resta rivolto ai soli appassionati delle due ruote su sterrato e non porta nessuna vera e sostanziale miglioria alla vecchia versione. Tutto sommato comunque un discreto lavoro per i ragazzi di Milestone, in attesa della prossima stagione di titoli su licenza e dell'attesissimo nuovo lavoro del team, RIDE. Stay Tuned!

COMMENTO
Mail

Da appassionato di due ruote, nonché motociclista nella vita reale, apprezzo particolarmente i lavori di Milestone, da sempre tra i migliori realizzatori di giochi motociclistici, e devo dire che pur non apprezzando particolarmente il motocross mi sono reso conto che MXGP non brilla in perfezione. Per carità, per un appassionato è sicuramente pregevole ma, essendo ad ogni modo alla sua prima incarnazione, di lavoro da fare ce n'è per renderlo più completo e bilanciare ogni aspetto. Sicuramente la licenza è sfruttata più che bene e non mancheranno di migliorare il tutto in eventuali sequel qualora dovesse diventare un brand a cadenza annuale, ma al momento la giocabilità è ostica da padroneggiare e potrebbe non accontentare tutti per via di alcune mancanze ed un sistema di collisioni tutt'altro che perfetto. Staremo a vedere cosa ci riserveranno eventuali future edizioni.

GRAFICA:7Il miglioramento rispetto alla vecchia edizione è evidente ma siamo ancora ben lontani dagli standard attuali.
SONORO:6.5Tale e quale all'edizione originaria, buoni campionamenti dei motori ma musiche un po' anonime e sottotono.
GIOCABILITà:7Invariata anche questa, se non per la piccola aggiunta dello sfruttamento dei solchi che si formano sui tracciati per avere traiettorie e velocità di percorrenza migliori.
LONGEVITà:7Idem come sopra, tutto invariato se non per l'aggiunta dei tracciati che mancavano all'appello che donano un senso di completezza all'opera.
VOTO FINALE7
PRO:- Più completo grazie ai tracciati che mancavano
- Giocabilità buona
- Tecnicamente migliorato...
CONTRO:- ... ma non abbastanza
- Sistema di collisioni da rivedere
MotoGP 14 ( PS4 )Attualmente il fiore all'occhiello dell'offerta motociclistica di Milestone, ancora imperfetto ma sulla buona strada per affermarsi completamente.
WRC: FIA World Rally Championship 4 ( PS3 )Sempre Milestone, sempre sterrato ma stavolta su quattro ruote. Altro ottimo lavoro del talentuoso team italiano.
SCHEDAGIOCO
Cover MXGP

MXGP

Scheda completa...
MXGP2014-11-04 15:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-playstation-4/mxgp-47612/Il Motocross secondo Milestone arriva anche su PlayStation 41020525VGNetwork.it