Smart As

Materia grigia sopita, è ora di svegliarsi!
Scritto da Mail@ BlackDukeITAil 30 ottobre 2012
Smart As Recensione

Uno dei titoli che più di altri ha aiutato il Nintendo DS ad allargare i suoi orizzonti di pubblico e diventare una sorta di fenomeno (sociale?) è sicuramente il pluri-premiato Brain Training. L’idea di equipaggiare il giocatore con stilo e schermo touch, e mettergli davanti giochi di logica, memoria, matematica e quant’altro, con una cadenza giornaliera, permettendo di misurare in qualche modo la sua capacità intellettiva in un allenamento continuativo, ha fatto del simpatico titolo Nintendo uno dei cavalli di battaglia dell’apertura al grande pubblico della sua console portatile.

Chi invece non ha avuto altrettanta fortuna è stata Sony, che ha sempre avuto difficoltà a creare un appeal vasto per le sue portatili, rimanendo quasi sempre bloccata in un pubblico fatto di giocatori impegnati, che di far conti ed allenare la mente non ne vogliono sapere.Ora tocca a Smart As provare ad emulare il successo del Doc. Kawashima, proponendo sfide mentali in un mondo di gioco che, grazie a PlayStation Vita, risulta più connesso che mai.


Sforziamo sti lobi cerebrali

Forse non tutti lo sanno, ma il nostro bel cervello è diviso, dal punto di vista funzionale, in aree ben precise, ognuna delle quali risulta specifica per qualche azione mentale. Smart As fa di questo concetto anatomico-funzionale la sua base, dato che proporrà al giocatore un costante allenamento di quattro aree in particolare: quelle dedite alla Logica, alla Aritmetica, al Linguaggio e alla Osservazione. Queste quattro sono le categorie in cui si dividono gli enigmi e i minigiochi del titolo in questione: ognuna di queste, ovviamente, ha al suo interno diverse sfide e diversi gradi di difficoltà (fino a quattro, sbloccabili in successione). Completare i livelli facili con un buon punteggio (rappresentato da un numero di stelle, da 0 a 3) sarà impresa piuttosto semplice, ma ai livelli superiori bisognerà veramente farle girare, quelle arrugginite (e metaforiche) rotelle.Ma il clou di tutta l’esperienza di gioco sta sicuramente nell’allenamento quotidiano: ogni giorno, infatti, si potrà calcolare la propria capacità intellettiva andando a superare una sfida per ogni categoria sopra citata. La somma dei punteggi determinerà una percentuale finale di "potenza" mentale, ma non solo: prima di iniziare, Smart As vi chiederà qualche informazione aggiuntiva, ad esempio se portate l’orologio, dove leggete le news e cosa preferite come contorno. Insomma, domande assolutamente generiche che vanno semplicemente a fare da statistica, dividendo i giocatori del titolo e fornendo qualche simpatico (ma effimero) dato aggiuntivo. L’allenamento mentale quotidiano sarà l’unico modo per sbloccare nuovi minigiochi nella modalità libera, e il tutto verrà ovviamente seguito da altre statistiche di progresso, con la possibilità di paragonarsi ai propri amici.

IFrame

Ma in cosa si compongono le sfide che mette in campo Smart As? In tutti i casi, si usano prevalentemente i sistemi di controllo alternativi di Vita, cioè touchscreen, touchpad posteriore e giroscopi vari (nonché fotocamere per la realtà aumentata) per interagire con il gioco. I minigiochi sono piuttosto vari, ed è ovviamente difficile descriverli tutti (sono 20 in totale, 5 per ogni categoria), e come in ogni caso ce ne sono di più e di meno riusciti. Ad esempio, qualche difficoltà la troviamo nel riconoscimento delle lettere quando si tratta di completare le parole su schermo: il touchscreen è sensibile, tanto che l’assenza di un pennino, sostituito dalle nostre dita, non si fa poi molto sentire, ma quello che risulta debole è il riconoscimento vero e proprio della lettera disegnata (ma questo dipende anche dalla vostra calligrafia e dalla fretta nello scrivere!). In generale, le sfide proposte da Smart As, per quanto meno “didattiche” di Brain Training, risultano abbastanza riuscite e piacevoli, nonostante risultino comunque impegnative se non da subito, quasi.


Cervello globale

La particolarità che più distingue Smart As dagli altri esponenti di questo genere di “allenamento mentale” sta però nella sua connettività estrema e quasi esasperata. Oltre infatti a poter postare su Twitter e Facebook i vostri risultati (e si può anche andare ad importare, dalla vostra lista amici, eventuali compagni di gioco), c’è tutto un mondo online da scoprire. Statistiche e percentuali dividono il mondo come più preferite, classificando i giocatori in base ai loro risultati. Qual è la nazione al mondo più intelligente? E in Europa? E la città italiana con più cervelloni? E nella vostra città, siete voi quelli con la Lode stampata in fronte? Tutte risposte che Smart As aiuterà (non prendetele per legge eh!) a dare. Oltre a questo, c’è la possibilità di usare Near per trovare sfide proposte dai vicini di quartiere, mentre la modalità Viaggiatore permette di sfidare i geni in ogni località in cui ci si porterà dietro Vita, con un meccanismo alla FourSquare, se vogliamo.

Molto modestamente (ma anche no) è tutto merito mio. Ora però serve anche il vostro aiuto!

La realizzazione tecnica di Smart As è curata, con uno stile uniforme (anche se non molto incisivo) tra le varie sfide proposte. Un ambiente comunque asettico, ma non per questo non piacevole all’occhio, accoglie il giocatore sin dal primo momento. Molto buona anche la fluidità, garantita da un Unreal Engine che non si trova poi a dover muovere chissà quali mostri poligonali, mentre fa da sfondo all’esercizio mentale un doppiaggio in italiano buono e vario, che oltre ad introdurre efficacemente le sfide, spiega anche i meccanismi di base del funzionamento di tutte le opzioni disponibili, riuscendo anche a commentare i risultati ottenuti dal giocatore, analizzandoli anche in senso prospettico.


Vi sentite abbastanza intelligenti?

Smart As è un buon titolo nel suo peculiare genere di strizza-mente. Il suo cavallo di battaglia rimane sicuramente l’interazione online tra tutti i giocatori, che si sentono in competizione tra di loro, nonostante le distanze. Certo, al di fuori dell’allenamento quotidiano, c’è veramente poco altro da fare, e dato che alla fine i minigiochi sono quelli, prima o poi non potrà di certo mancare una fastidiosa sensazione di deja-vu. Smart As, essendo come abbiamo già detto meno “didattico” del riferimento per DS, manca anche un po’ di incisività, lasciando al giocatore soltanto una percentuale di “utilizzo” dei vari lobi cerebrali. Ciononostante, rimane un titolo apprezzabile nella sua realizzazione, ma che con tutta probabilità non riuscirà mai ad emulare il tanto agognato successo di quel tale dottore giapponese…

COMMENTO
Mail@ BlackDukeITA

Smart As è sicuramente un titolo ben riuscito, soprattutto nel suo genere unico. I minigiochi sono piuttosto vari, ma alla fine un po’ di deja-vu si può notare. Mi hanno sorpreso, in positivo, le possibilità online del titolo, capaci di conferirgli quel tocco che lo differenzia da altri. A differenza di Brain Training, però, ha qualcosa, a livello di immediatezza, che manca, tanto da non renderlo così ampiamente consigliabile come il suo collega giapponese. 

GRAFICA:8Semplice ma efficace, con uno stile uniforme. Il tutto molto fluido.
SONORO:7Musichette di accompagnamento non molto incisive, accompagnate da un ampio doppiaggio.
GIOCABILITà:8Tutto funziona abbastanza bene, a parte qualche eccezione. Buona la marea di leaderboard online e le sfide locali.
LONGEVITà:6.5Fa della dedizione quotidiana e dell’interazione online il suo forte. Va preso per quello che è, cioè una serie di minigiochi allena-mente, e non ci si può aspettare tanto di più.
VOTO FINALE7.5
PRO:-Componente online
-Diversi livelli di difficoltà
-Doppiaggio che aiuta ad orientarsi
CONTRO:-Poco altro da fare a parte le solite sfide
Sound Shapes ( PS Vita )Misto di platform e gioco musicale, stimolerà unicamente riflessi ed udito. Ma è un gran bello stimolo.
Escape Plan ( PS Vita )Un puzzle game dove la materia grigia può evitare le numerosissime morti.
SCHEDAGIOCO
Cover Smart As

Smart As

  • data d'uscita: 31 ottobre 2012
  • produttore: Sony Computer Entertainment
  • sviluppatore: XDev Studio Europe
  • Distributore: Sony Computer Entertainment Europe
  • Genere: Puzzle Game
  • Supporto: PlayStation Network
  • Pegi: 3+
  • Sito di Smart As
Scheda completa...
Smart As2012-10-30 08:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-ps-vita/smart-as/Materia grigia sopita, è ora di svegliarsi!1020525VGNetwork.it