Bastion

La Summer of Arcade 2011 parte con il botto, grazie a Supergiant Games
Scritto da Mail@ mattscannail 29 luglio 2011
Bastion Recensione

Intrigante. Forse è l'aggettivo più consono per descrivere questa perla in miniatura opera di Supergiant Games e Warner Bros, da poco disponibile su piattaforma Xbox Live Arcade al prezzo di 1200 Microsoft Points. Intrigante nella sua veste grafica, pulita e definita in uno squisito stile 2D con visuale isometrica, nelle sue musiche evocative, nel suo gameplay e profondità che sbocciano come un fiore davanti ai nostri polpastrelli dopo le prime – apparentemente impacciate – ore di gioco. Nel 2011 ringraziamo gli sviluppatori e soprattutto l'esistenza di un luogo di incontro d'idee videoludico come XBLA che hanno permesso l'uscita di piccoli capolavori così finemente cesellati come questo Bastion, uno dei migliori Action-RPG degli ultimi anni.


L'ultimo baluardo della civiltà

Bastion non è solo il nome del gioco, ma anche e soprattutto quello dell'hub dello stesso, il livello centrale nel quale rifocillarsi, allenarsi o equipaggiarsi e dal quale partire per le varie località di battaglia, alla ricerca di Nuclei o Particelle utili a ripristinarne la potenza. Il Bastion infatti consiste nell'ultimo avamposto rimasto del mondo di Caelondia dopo che un tragico e misterioso evento, chiamato la Calamità, ne ha distrutto la maggior parte, spazzando via popolazione e città, ridotte ormai rispettivamente a cumuli di cenere e luoghi selvaggi infestati da mostri. Il nostro silente protagonista (un parente di Link della serie The Legend of Zelda magari?) si risveglia su un mucchio di macerie, senza ricordare nulla dell'avvenuto e solo una voce estranea lo accompagna in ogni sua mossa verso l'ignoto, mentre il mondo perduto si ricrea miracolosamente davanti ai suoi piedi. Dopo aver ritrovato alcune delle sue fidate armi, “The Kid” combatte le creature che gli si parano davanti, riuscendo infine a raggiungere il Bastion, il luogo che sin da piccolo gli è stato insegnato di cercare nei momenti di pericolo. Arrivato in loco fa la conoscenza con la voce che lo ha accompagnato, la quale si materializza nelle sembianze di un misterioso uomo chiamato “Lo Straniero”, che stranamente sembra conoscere bene la Calamità e come affrontarla, ri-donando forza al Bastion. The Kid così si imbarca in un'avventura epica, attraverso lande inesplorate, alla ricerca di fonti di energia apparentemente in grado di far tornare le cose come erano prima. La storia di Bastion possiede i contorni classici della quest per salvare il mondo, ma allo stesso tempo è condita da particolari di tutti i giorni che la rendono più “personale” e attraversa luoghi fantastici dalla grande varietà disegnati con uno stile grafico in due dimensioni che è uno spettacolo per gli occhi.

Il risveglio di The Kid. L'inizio di una grande avventura.


Tutto il Bastion minuto per minuto

Se graficamente il lavoro di Supergiant Games non lascia nulla al caso, per quanto riguarda il sonoro siamo a livelli ancora più alti, certamente tra i migliori mai apparsi su XBLA. Se le musiche sono belle ed adatte a qualsiasi occasione o variopinto mondo che The Kid si trova ad affrontare, l'eccellenza viene raggiunta da quella che è senza dubbio la caratteristica più originale – e meglio realizzata per giunta – di Bastion: il narratore. Difficile dire se conti di più nella valutazione del sonoro o addirittura in quella del gameplay, ma la voce dello Straniero che accompagna ogni nostro passo è un'aggiunta di squisita fattura e ricercatezza: praticamente ogni nostra azione sul campo di battaglia isometrico del gioco edito da Warner Bros. sarà commentata dalla voce di Logan Cunningham, sia essa l'eliminazione di un nemico agguerrito o il ritrovamento di una nuova arma da fuoco. Detta così sembra una feature di poco conto o non importante, ma sarà solo giocando Bastion fino in fondo infatti che imparerete ad innamorarvene quale unico appiglio di civiltà in luoghi selvaggi, unico amico in un universo di Gasfolli o Squirti o qualsiasi altro bestio dall'animo non troppo gentile che vi si porrà davanti.

Circondati? Con il nostro arsenale non è un problema.


Originale nella sua banalità

Detto di come Bastion si presenta ai nostri occhi e alle nostre orecchie, abbiamo solo sfiorato il vero “videogioco” che si trova sotto la superficie...e di che videogioco si tratta poi! Bastion è un vero e proprio gioco di ruolo d'azione, con tanto di avanzamento tra i livelli, upgrade delle armi e personalizzazione delle abilità. La grande caratteristica del gioco Supergiant Games è quella di diventare sempre più profondo e appagante con il passare delle ore di gioco. Nei primi momenti infatti ci si trova di fronte ad un titolo senza particolare mordente, dove soltanto la nostra capacità di distruggere a destra e a manca brandendo il Martello di Cael o l'Arco dei Millenari ci salverà dai livelli; avanzando invece con la storia le possibilità aumenteranno a dismisura: il numero di armi, sia da fuoco che bianche, crescerà notevolmente e sarà nostro compito trovare la coppia che più ci aggrada o che magari più si addice ad un determinato avversario o situazione. La scelta è veramente tutto nel mondo di Bastion: dovremo scegliere i potenziamenti per le stesse armi, dovremo scegliere quali “Spiriti” (liquori dai poteri magici) mettere in Distilleria per migliorare le nostre caratteristiche, quali stage affrontare per primi, quali costruzioni erigere o quali abilità segrete da usare in battaglia. La visuale, i comandi e il sistema di combattimento in generale del titolo non sono particolarmente originali come assoluto, ma, alla resa dei conti, ci rivelano un gioco dalle possibilità infinite, o quasi.


Un'avventura indimenticabile

Una dozzina di ore per completare al 100% la storia, inclusa una buona parte dei potenziamenti, tutti gli Achievements interni contenuti nel Memoriale e tutte le missioni di addestramento bonus nell'uso delle varie armi: questo quanto vi servirà più o meno per completare Bastion, un numero più che decente se si parla di un Live Arcade dal costo di circa 15€. E non finita:Nuova Partita + vi permette anche di ricominciare il tutto con armi e abilità acquisite in passato, con qualche modifica nelle missioni stesse e la possibilità di vedere il “secondo finale”, dato che, verso la fine della trama, vi verrà chiesto di prendere un paio di decisioni importanti e spartiacque. Niente multiplayer di nessun tipo, ma almeno, se fosse il livello di difficoltà a non “soddisfarvi”, vi potreste pure recare al Tempio, pregate gli dei e sarete accontentati con ogni sorta di “malus” simili ai teschi della serie di Halo, in grado di rendere i nemici più agguerriti di quello che non fossero già precedentemente, aumentando così il fattore rigiocabilità.

Un po' The Legend of Zelda: A Link To The Past, un po' Boktai, un po' Secret of Mana, Bastion è uno dei migliori games dell'anno, nonostante arrivi con poco pedigree e su piattaforma XBLA. La Summer of Arcade 2011 non poteva partire in miglior modo e From Dust, Fruit Ninja Kinect e il resto della truppa dovranno affilare le loro armi al meglio per poter sconfiggere il tonante Martello di Cael del Kid.

Un'esplosione di colori.

COMMENTO
Mail@ mattscanna

Bastion è un vero e proprio videogioco, nel reale senso della parola. Lo stile di cui dispone è merce rara nell'industria multimilionaria di oggi e un piacevole diversivo dagli FPS e dai titoli blockbuster che girano in questo periodo. Sboccia come un fiore davanti a noi, rapendoci per qualche ora in un mondo di colori e distruzione. Non è perfetto ma...ottimo lavoro!

GRAFICA:8.5Alcune uscite XBLA ci hanno già abituato a miracoli in due dimensioni e Bastion non è da meno.
SONORO:9Le musiche sono ottime, ma è l'idea del narratore in tempo reale che spicca sul resto.
GIOCABILITà:8.5Evolve con il passare del tempo sino a raggiungere un delicato equilibrio tra i vari equip, spingendo il giocatore al superarsi.
LONGEVITà:8.5Per un Live Arcade, c'è molto da fare e si rigioca molto volentieri.
VOTO FINALE9
PRO:- Stile debordante
- Il narratore è una novità geniale
- Gioco di ruolo d'azione semplice ma efficace
CONTRO:- Nessun multiplayer
- All'inizio può essere ripetitivo
- Più elementi Puzzle sarebbero stati graditi
Braid ( X360 )Altro Live Arcade dal gusto speciale e dallo stile simile. Il genere è tutt'altro, ma che capolavoro!
Limbo ( X360 )Grazie alla nuova versione per Playstation 3, è il gioco scaricabile del momento. Su Xbox 360 fu il protagonista della Summer of Arcade 2010.
SCHEDAGIOCO
Cover Bastion

Bastion

Scheda completa...
Bastion2011-07-29 15:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-xbox-360/bastion/La Summer of Arcade 2011 parte con il botto, grazie a Supergiant Games1020525VGNetwork.it