Gears of War 3: Forze della Natura

Avanti tutta con le estensioni di Gears
Scritto da Simone “Alpha e Omega” Azziniil 07 aprile 2012
Gears of War 3: Forze della Natura Recensione

La tabella di marcia di Epic Games riguardo i DLC del suo ultimo pupillo Gears of War 3 procede senza ritardi o intoppi.

Arriva così il nuovo pacchetto Forza della Natura che al costo di 800MP (se non avete il season pass naturalmente) da un po’ di nuova carne da mettere al fuoco del multiplayer. Al contrario del corposo Raam’s Shadow infatti questo DLC è votato completamente all’esperienza multigiocatore, non aggiungendo niente al single player; abbiamo così nuovi personaggi, nuove skin e nuove (vecchie) mappe dove cimentarci e sparacchiare ancora un po’ con i nostri amici.


Nuove location

Le mappe che questo pacchetto offre si chiamano artiglieria, ripercussioni, baia, KR abbattuto e Jacinto. I più attenti avranno già notato che le ultime due mappe suonano familiari, infatti sono riproposte da Gears of War 2 con qualche modifica del caso.

Partiamo allora da “KR abbattuto”, una mappa piccola composta da solo un crocevia al centro del quale troviamo un Raven ormai distrutto. Le distanze sono assolutamente corte con ripari ad ogni angolo, rendendo la vita difficile a chi ama i combattimenti su lunga distanza ed anzi spesso potrebbe scapparci un corpo a copro. La condizione meteorologica di questa mappa è la neve che come la tradizione di molte altre mappe vuole parte fiocca per poi diventare una tormenta.

L’altra mappa riproposta è “Jacinto”, capitale dei COG fino al secondo Gears of War. Molto fedele all’originale con una piccola rivisitazione che la vuole parzialmente allagata dall’imulsion. Giocando sulle distanze medio-lunghe si rivela una mappa comunque versatile adatta a tutti i tipi di combattimento; da segnalare la presenza speciale della devastante arma del Martello Dell’Alba con la quale possiamo piazzare un bel colpo distruttivo per tutta la squadra avversaria. La condizione meteo qui è di pioggia che andrà sempre ad intensificarsi con il tempo.

Finite le mappe riproposte vediamo quelle che possono vantare di essere davvero nuove, partendo da “artiglieria”. Forse la più particolare del pacchetto, ci troveremo a sparare in un vecchio sito missilistico giocando con distanze più che altro lunghe, infatti l’arma speciale è il monocolpo. La particolarità della mappa sta però nella condizione meteo che parte come semplice vento, ma che poi finisce in un vero e proprio tornado che sposterà gli oggetti modificando le strade e le coperture, rendendo il tutto dinamico.

Viene poi “ripercussioni” dove un gigantesco tsunami ha portato una nave sul tetto di alcuni edifici, e noi ovviamente siamo ci siamo dentro; ogni tanto il tutto si metterà a ballare rendendo molto instabile la struttura. Niente condizioni atmosferiche qui, ma la mappa presenta distanze lunghe per gli amanti del cecchinaggio senza però tralasciare piccole aree al suo interno dove gli amanti delle corte potranno dare sfogo alla loro ira.

Infine abbiamo “baia” che come suggerisce lo stesso nome è ambientata in un porto con relativi magazzini. Il meteo è caratterizzato da una fitta nebbia che rende difficoltosa la visuale a lunga distanza e talvolta ci costringerà ad utilizzare la visione tattica. La guest star della mappa è l’arco torque.

Vecchio Gears of War : che goduria


Nuove modalità e nuove vesti

AncoraGrandi novità nelle modalità di gioco non ce ne sono, fatta eccezione per quella chiamata “guardiano”. Lo scopo è quello di sterminare tutti i membri della squadra avversaria, proteggendo però il proprio leader. Infatti finché quest’ultimo è in vita la squadra gode di respawn illimitati (e la stessa cosa vale per gli avversari s’intende), ma quando questo viene ucciso scatta lo sterminio della squadra che non tornerà più in vita causandone ovviamente la sconfitta. Come ciliegina sulla torta abbiamo delle nuove skin per le armi e quattro nuove vesti per i personaggi. Partiamo da Commando Dom, ossia Dom ringiovanito è più violento (già ottenibile con il preorder); Savage Hunter, il cacciatore classico solo in modalità più selvaggia; Savage Granadier, come prima ed anche questo già ottenibile con il preorder; infine Mechanic Braid, ossia il personaggio Braid nelle vesti di meccanico con gli occhialini da saldatore e la visiera del berretto girata al contrario.


Il gioco vale la candela?

Tirando le somme se siete appassionati del multiplayer di Gears of Wars 3 - o avete il season pass - spendere 800MP non è un idea così malvagia, ma se quello che cercate da Gears è l’esperienza single player non prendete in considerazione questo pacchetto.

COMMENTO
Simone “Alpha e Omega” Azzini

Un DLC non molto corposo alla fine. Qualche mappa aggiuntiva (due delle quali riprese) e qualche nuova skin. L’unica novità che ho realmente apprezzato è stata la modalità guardiano.

GRAFICA:
SONORO:
GIOCABILITà:
LONGEVITà:
VOTO FINALE7
PRO:- Allunga l'esperienza multiplayer
- Alcune nuove mappe interessanti
- La novità della modalità guardiano...
CONTRO:- ...che però resta l'unica
- Troppe cose riproposte
Gears of War 3Il gioco principale, splendido terzo capitolo di una serie storica.
SCHEDAGIOCO
Cover Gears of War 3: Forze della Natura

Gears of War 3: Forze della Natura

Scheda completa...
Gears of War 3: Forze della Natura2012-04-07 19:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-xbox-360/gears-of-war-3-forze-della-natura/Avanti tutta con le estensioni di Gears1020525VGNetwork.it