Halo: Spartan Assault

Twin stick Halo
Scritto da Mail@ mattscannail 28 dicembre 2013
Halo: Spartan Assault Recensione
Stava per passare uno dei primi anni da quando è uscito il marchio Xbox senza vedere la release di un episodio di Halo – chiaramente la serie più rappresentativa e di successo delle console Microsoft – ma proprio la Vigilia di Natale è arrivato negli store online di Xbox One Halo: Spartan Assault. Porting dello stesso gioco uscito qualche mese fa su Windows Phone 8 e Windows 8.1 (e giocato quindi proprio da pochi, lasciateci dire) Spartan Assault è un titolo originale, spin-off in salsa Twin stick shooter delle avventure di CST e Covenant; riduttivo parlare solo di Master Chief per descrivere Halo, non credete?
Certamente non si tratta di una vera e propria release ufficiale della serie, ma assieme a Peggle 2 e a Max: The Curse of Brotherhood il titolo Vanguard Games punta a riempire il dicembre post-lancio di Xbox One e mantenere alto l'interesse sulla nuova console. Nonostante si tratti di un adattamento da gioco mobile (in arrivo presto anche su Xbox 360), Halo: Spartan Assault non delude e può essere un ottimo impulse buy per sfruttare le – speriamo ingenti – quantità di denaro ricevute in regalo a Natale da parenti e amici. 
Per quanto riguarda il gameplay, Spartan Assault ricorda giochi come Super Stardust e Age of Zombies (per rimanere in ambito mobile), con l'ovvia trasposizione dei comandi dagli schermi a tocco ai doppi analogici di Xbox One. La restante mappatura dei comandi (sparo, cambio arma, granate, ecc.) mantiene per la maggior parte lo schema degli episodi della serie regolare di Halo: un gradito omaggio agli appassionati. I 30 livelli del gioco, dotato anche di una sua semplice trama ambientata tra Halo 3 e Halo 4, li vivremo così all'interno di piccole arene, spostandoci sì per semplici obbiettivi di protezione o raggiungimento di check-point, ma con una sola idea chiara in testa: farli fuori tutti.

Io odio i Covenant. E anche i Flood.

Come in ogni twin stick shooter che si rispetti infatti, in Halo: Spartan Assault non ci saranno epiche missioni o intrecci nella trama, ma semplicemente un gameplay veloce ed efficace e la corsa ai grandi punteggi mentre si liberano i livelli di tutte le amenità che li abitano, in questo caso i ben conosciuti Covenant. Sono proprio gli elementi a tema Halo a fare la forza di questo gioco: il carisma dei nemici, la varietà e l'equilibrio tra le armi (ci sono quasi tutte quelle di Halo 3), i veicoli, i teschi e le abilità armatura donano all'ultimo lavoro di Vanguard una discreta profondità.
Nonostante sia poi adattato da cellulare e tablet, Spartan Assault approfitta della potenza della sua nuova casa per mostrarsi anche in maniera più che decente da un punto di vista grafico. 1080p, 60fps fissi e un livello di dettaglio decisamente migliorato, per portare in vita Spartan e avversari per la prima volta su One. 
Per festeggiare questo esordio, il team di sviluppo ha anche aggiunto nuovi contenuti a quelli già esistenti. Oltre alla campagna, dotata come detto di 30 stage dalla durata media di cinque minuti, troviamo infatti l'inedita Co-op, composta da cinque livelli inediti che inseriscono anche i temibili Flood nell'equazione, oltre a nuove armi e poteri. Peccato però che questa cooperativa sia unicamente giocabile via internet e per soli 2 giocatori; una bella co-op a 4, con supporto al gioco in split-screen e magari disponibile su tutti i livelli della campagna avrebbe fatto ben altra figura rispetto a questa, seppur divertente e coinvolgente. 

A tutto c'è un prezzo

Sfortunatamente, il rehaul grafico, la co-op e qualche sistemata qui e là sono tutte le aggiunte di questa versione Xbox One. Per esempio, sarebbe stata una buona idea quella di inserire una modalità stile Firefight, dove cercare di resistere più tempo possibile, con tanto di leaderboards, davvero adatta per un twin stick shooter di questo tipo e oltretutto completamente in linea con la tradizione di Halo, ma ci dobbiamo accontentare di quello che c'è.
E quello che c'è non è proprio poco, soprattutto se cercate di raccogliere tutte le medaglie e gli obbiettivi, ma un prezzo di 14,99€ per quello che comunque è un porting da cellulare sono forse troppi. Microsoft è venuta poi incontro a chi aveva già acquistato il titolo su Windows Phone o 8.1, proponendo per loro uno sconto di 10€, ma forse non basta per farcelo consigliare in ogni caso. 
Se siete appassionati del genere – una sotto-nicchia davvero intrigante per il sottoscritto per esempio – e fate parte degli early adopters di Xbox One in ogni caso Halo: Spartan Assault è un prodotto più che discreto e da provare. Resogun e Super Stardust su console Sony possono dormire sonni tranquilli, ma se amate Halo potete certo ponderare l'acquisto di questo solido titolo.
COMMENTO
Mail@ mattscanna

Mancandomi – per il momento – un dispositivo Windows Phone, avevo mancato Spartan Assault ai tempi dell'uscita. Ora sono veramente contento di averlo su Xbox One: uno spin-off riuscito e ho amato particolarmente tutti i dettagli e le citazioni dalla serie regolare, una delle mie preferite.

GRAFICA:8Molto piacevole e ricca di dettagli, fluida e definita.
SONORO:7Non aspettatevi i brani epici della serie regolare. Ordinaria amministrazione.
GIOCABILITà:8Solido e aiutato dall'arsenale di armi e veicoli classici di Halo.
LONGEVITà:6.530 livelli + 5 della co-op finiscono presto, ma ovviamente si ri-gioca per i punteggi.
VOTO FINALE7.5
PRO:- Tutto l'universo di Halo
- Spin off riuscito
- Nuovo materiale per questa versione...
CONTRO:- ...ma forse non abbastanza
- Caro
- Cooperativa solo online
Resogun ( PS4 )L'altro shooter next-gen da tenere d'occhio. Solo su PS4.
Geometry Wars: Galaxies ( DS )Altro grande classico.
SCHEDAGIOCO
Cover Halo: Spartan Assault

Halo: Spartan Assault

Scheda completa...
Halo: Spartan Assault2013-12-28 13:56:31http://www.vgnetwork.it/recensioni-xbox-one/halo-spartan-assault/Twin stick Halo1020525VGNetwork.it