Sunset Overdrive e La Rivincita delle Macchine

Nella fabbrica dei robot posso fabbricare tutti i robot che mi pare
Scritto da Mail@ mattscannail 06 aprile 2015
Sunset Overdrive e La Rivincita delle Macchine Recensione

Il primo capitolo di  Sunset Overdrive chiude la sua storia sei mesi dopo la sua release su Xbox One, portando con sé una valanga di voti e pareri positivi, ma non il successo commerciale che forse Microsoft sperava e che sicuramente Insomniac Games meritava. Ci auguriamo davvero che la serie abbia un futuro davanti, in quanto si è trattato di uno dei migliori titoli open world degli ultimi anni, in barba ad assassini, super eroi e hackers. Oggi siamo qui a parlare dell'ultimo – a meno di sorprese – contenuto di Sunset Overdrive, il pacchetto scaricabile finale del Season Pass del gioco: La Rivincita delle Macchine esordisce, facendo seguito a Il Mistero della piattaforma Mooil! e al Weapon Pack. Chi ha già esplorato a fondo Sunset City si troverà senza dubbio a casa anche esplorando la nuova – sicuramente più ampia della Piattaforma Mooil – zona messa a disposizione dal team di sviluppo: la Fabbrica dei Robot della Fizzco, la tremenda multinazionale responsabile della pericolosissima Delirium Overcharge XT, la bibita energetica che ha tramutato tutti gli abitanti della città in orrendi mostri. Il pretesto per raggiungere lo stabilimento, situato a nord-ovest, sarà quello di salvare due professori universitari alquanto peculiari, intrappolati nella fabbrica dalle macchine ribelli.


Sfera

Tra una citazione cinematografica (Office Space & Terminator 2 tra le altre) e l'altra, condita da qualche risata, ci faremo largo tra i nostri nemici cibernetici, dopo esserci infiltrati a bordo di un drone nella zona proibita. La durata di Sunset Overdrive e La Rivincita delle Macchine non è tanto diversa da quella - che avevamo criticato - del precedente DLC, forse solo leggermente superiore. Sfortunatamente, il ritmo dell'esplorazione non risulta lo stesso: le peripezie marine di Mooil ci avevano convinto di più. Affrontare orda dopo orda di robot Fizzco non è interessante quanto saltellare tra le boe e i relitti del precedente add-on e la storia di questa espansione non raggiunge mai le vette della campagna principale. Fatta eccezione per quella che è – per spettacolarità e genialità – una delle migliori boss fight che abbiamo mai affrontato; non vi vogliamo spoilerare nulla, ma diciamo solamente che non si tratterà di un nemico “classico” e che la quarta barriera verrà, come da tradizione Sunset Overdrive, attaccata con veemenza. Una novità rispetto alla formula classica sono le sezioni nelle quali il nostro protagonista verrà avviluppato in una sfera luminosa, composta di energia. Girare per la fabbrica Fizzco investendo cyborg come un criceto in una palla sarà una piacevole distrazione, presente anche in Squadra Caos, assieme a un paio di altre deviazioni sul tema e il solito “casino ordinato” di 8 giocatori in campo insieme. Di contorno alle missioni Storia, ci saranno le solite attività e sfide a tempo con medaglie.


Nanomacchine, ma Kojima non c'entra proprio niente

In Sunset Overdrive e La Rivincita delle Macchine potremo poi dare l'ultima ritoccatina al nostro ormai fornitissimo arsenale, uno dei protagonisti neanche tanto occulti del titolo. In questo DLC fanno capolino due nuove armi: una scatena una nuvoletta di nano macchine, in grado di divorare letteralmente i robot nemici (con tanto di onomatopea tanto stile Pac-Man “nom nom nom”) dall'interno; l'altra – costosetta – richiama un attacco satellitare a ricerca, tanto simile al Martello dell'Alba della serie Gears of War o l'arma con cui in Dino Crisis 2 si uccideva il T-Rex nello scontro finale.

In tre-quattro ore massimo si può completare Sunset Overdrive e La Rivincita delle Macchine, in maniera un po' deludente forse. Non è una vera scusante, ma ormai capita più e più spesso di trovarsi di fronte a pacchetti scaricabili dal prezzo e durata comparabile; ci chiediamo perciò se essere troppo duri con questi DLC sia poi la scelta giusta. In questo caso comunque, senza rappresentare l'apice di Sunset Overdrive, Insomniac ha comunque realizzato una nuova area di gioco e una storiella auto-conclusiva molto piacevoli, in grado di farci separare piacevolmente da questo originale TPS:

COMMENTO
Mail@ mattscanna

Mi rende molto triste pensare di aver finito – o quasi, mi manca una manciata di obbiettivi – il mio tempo con Sunset Overdrive, dopo più di 30 ore a Sunset City. La rivincita delle macchine non è forse il tono alto con cui finire, ma resta comunque un acquisto consigliato, insieme al resto del Season Pass di questo piccolo capolavoro.

GRAFICA:
SONORO:
GIOCABILITà:
LONGEVITà:
VOTO FINALE7.5
PRO:- Boss Fight incredibile
- Nuove armi molto potenti
- Le citazioni hollywoodiane
CONTRO:- La solita durata scarsa
- Storia non troppo interessante
Sunset OverdriveIl gioco principale, immancabile e fantastico.
Sunset Overdrive e Il mistero della piattaforma Mooil!L'altro DLC story based del titolo Insomniac Games.
SCHEDAGIOCO
Cover Sunset Overdrive e La rivincita delle macchine

Sunset Overdrive e La rivincita delle macchine

Scheda completa...
Sunset Overdrive e La Rivincita delle Macchine2015-04-06 09:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-xbox-one/sunset-overdrive-e-la-rivincita-delle-macchine-49105/Nella fabbrica dei robot posso fabbricare tutti i robot che mi pare1020525VGNetwork.it