Among the Sleep

Il ritorno degli incubi d'infanzia
Scritto da Mail@ KableGameril 22 dicembre 2015
Among the Sleep Recensione

Più di un anno fa i ragazzi norvegesi di Krillbite Studio sono riusciti, complice la proposta di un horror fuori dai soliti canoni, a raggiungere il traguardo di 200mila dollari necessario a far approdare il loro Among the Sleep su Steam. L'idea di calare il giocatore nei panni di un bambino di due anni, facendogli rivivere, da un punto di vista ormai dimenticato, paure ataviche ebbe sicuramente il merito di incuriosire l'utenza permettendo al progetto di raggiungere la piena realizzazione.

Peccato, però, che un'idea tanto originale non sia stata accompagnata da un'adeguata accuratezza nello sviluppo del titolo e soprattutto da una profondità di gioco di un certo livello. L'entusiasmo iniziale si spense, così, in una tiepida accoglienza da parte di critica e giocatori, molti dei quali delusi proprio dalla grande occasione sprecata.

Ora, Among the Sleep, superati alcuni problemi di carattere tecnico derivanti dall'intento degli sviluppatori di rendere il titolo il più adatto possibile all'ambiente console, fa la sua comparsa su PS4, ma sembrerebbe che quelli di Krillbite Studio, nonostante la lezione appresa circa dodici mesi fa, non si siano impegnati a sufficienza per colmare le tante lacune di cui il titolo soffriva.


Non è poi così divertente essere un bambino

Un bambino. Tutti lo siamo stati. Un'immaginazione sconfinata. Tutti l'abbiamo posseduta. La capacità di provare meraviglia e stupore di fronte alle piccole cose recante in sè, allo stesso tempo, le insidie delle paure scaturite dall'inatteso di un mondo di cui sapevamo poco o nulla. Questo è il filo conduttore di Among the Sleep.

L'infante protagonista del titolo per il giorno del suo secondo compleanno riceve un orsetto di peluche di nome Teddy, il quale non esiterà ad animarsi grazie al potere della fantasia divenendo un nuovo compagno di avventure in compagnia del quale esplorare la propria casa. Punto di svolta della trama sarà rappresentato dalla scomparsa, durante la notte stessa, della propria madre che darà inizia ad una spasmodica ricerca di quest'ultima, tra le tetre stanze della dimora, dominate dalle tinte bluastre della sera, seguendo il filo conduttore dei ricordi del bambino, i quali, di volta in volta, non mancheranno di rivelarci punti scottanti delle sue vicende familiari legati a tematiche di una certa importanza in grado di poter segnare profondamente la vita di ognuno.

La premessa farebbe pensare nuovamente di trovarsi di fronte ad un titolo di un certo spessore in grado di esplorare in profondità e con serietà argomenti toccanti, il tutto da un punto di vista tanto inusuale quanto interessante, ma la vicenda scorre troppo in fretta, lasciando, in solo 3 ore complessive di gioco, l'amaro in bocca per essere riusciti a lambirne solo la superficie. Ancora una volta, quindi, dal punto di vista narrativo, gli sviluppatori si sono lasciati sfuggire una ghiotta occasione e il mancato inserimento di nuovi elementi cardine nella vicenda fa sentire tutto il suo peso, tanto da non poter evitare di ribadire la grande insoddisfazione che ci ha accompagnato ai titoli di coda.


Molto bravo, ma non si impegna

La stessa superficialità di sviluppo si ripresenta anche dal punto di vista del gameplay, il quale, nonostante l'impiego del motore grafico Unity, in grado di conferire realismo alle interazioni tra il bambino e gli ambienti domestici, presenta una linearità disarmante, rinnovando la sensazione di quel "quid" in più mancante. Per l'intera durata del titolo, non dovremo far altro che muoverci attraverso le varie stanze utilizzando gli elementi a nostra disposizione per creare il modo di passare all'area successiva. Trascinare una sedia vicino ad una porta per arrivare a toccarne la maniglia, utilizzare i cassetti del comodino come scala improvvisata ed altre azioni simili saranno le uniche gesta che durante il gioco il protagonista sarà in grado di compiere. Certo, la sensazione di essere un bambino di due anni di fronte ad un mondo enorme andava sfruttata maggiormente e, nonostante l'immedesimazione che scelte come quella di gattonare per muoversi più velocemente cercano di creare, il tutto scorre in maniera piuttosto anonima creando una monotonia di gioco che vi farà presto sperare di essere giunti alla fine. Lo stesso Teddy, inseparabile compagno di avventure nei momenti, anche questi pochi, di vero terrore ed ansia, non si ridurrà che ad un semplice accompagnatore con l'unica funzione di fornire opinioni su quello che sta accadendo o di illuminare il cammino del bambino quando decideremo di abbracciarlo forte. Anche in questo caso, l'interazione tra i due improvvisati avventurieri avrebbe potuto, se sfruttata in maniera approfondita, dar vita a meccaniche interessanti, ma sembra che gli sviluppatori si siano eccessivamente cullati sull'originalità dell'idea di base senza indagare a fondo le possibilità che avrebbe potuto offrire in termini di gameplay.

Tralasciando l'unica nota davvero positiva rappresentata da un comparto audio in grado di colpire duro al momento giusto, Among the Sleep, anche nella sua nuova veste console, continua quindi a lasciare a bocca asciutta e delusi per l'occasione mancata tutti quelli che avevano riposto grandi speranze in un'idea che se esplorata accuratamente avrebbe potuto imporsi all'interno di un panorama, quello dei titoli horror, spesso piatto e privo di spunti originali.

PRO:- Il concept di base è davvero interessante
- Il comparto sonoro è efficace
- Il motore grafico rende l'interazione realistica...
CONTRO:- ... peccato, però, per la superficialità nello sviluppo degli ambienti
- Gameplay tremendamente lineare
- Perenne sensazione di qualcosa che manca
Don't Starve ( PC )Persi nell'oscurità, cercando di sopravvivere.
Outlast ( PS4 )Questo fa paura sul serio.
VOTO FINALE6.5
SCHEDAGIOCO
Cover Among the Sleep

Among the Sleep

  • data d'uscita: 08 dicembre 2015
  • produttore: Sony Computer Entertainment
  • sviluppatore: Krillbite
  • Genere: Survival Horror
  • Multiplayer: No
  • Supporto: PlayStation Network
Scheda completa...
Among the Sleep2015-12-22 15:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni/among-the-sleep-51885/Il ritorno degli incubi d'infanzia1020525VGNetwork.it