Angry Birds Star Wars - Console Edition

Arrabbiati anche nella next-gen, a quanto pare
Scritto da Mail@ mattscannail 27 novembre 2013
Angry Birds Star Wars - Console Edition Recensione
Guardatevi intorno. Probabilmente siete davanti a uno schermo di computer, probabilmente di fianco a voi sfoggiate un bello smartphone e magari nella stessa stanza avete un tablet o una smart TV. Può anche darsi che faccia capolino in mezzo ai compiti e ai vestiti una console, portatile o fissa. Bene, su TUTTI questi dispositivi avete accesso ad Angry Birds. Persino su Facebook!
Uno dei fenomeni economici e di costume più incredibili degli ultimi dieci anni (per qualche dettaglio cliccate qui), Angry Birds della finnica Rovio ha continuato a partorire episodi su episodi, raggiungendo tutte le piattaforme hi-tech possibili e immaginabili, portando con sé il carisma dei suoi uccellacci colorati e l'immediatezza del suo gameplay, perfetto per partite mordi & fuggi sull'autobus o quando proprio non riuscite a stare attenti a lezione. Dall'anno passato poi, Angry Birds ha fatto il suo esordio su PC, Xbox 360, Playstation 3, Wii, Wii U e Nintendo 3DS, con una raccolta dei primi tre episodi (l'originale + Rio + Seasons) ri-immaginata per essere giocata con un controller sulla televisione di casa. Già all'epoca eravamo rimasti un po' interdetti, perché da una parte trasferire i ritmi del gioco portatile da cellulare su console era un compito difficile da realizzare, dall'altra offrire tre giochi che – acquistati su iOS o Google Play - sarebbero costati in tutto massimo 5€ ad un prezzo non troppo distante dalle normali uscite retail su Playstation e Xbox sembrava ancor più un'idea malsana. Il titolo alla fine si guadagnò un onorevole 6 (ed ecco qui la recensione) e le vendite, probabilmente dovute anche a costi di conversione per Activision (il publisher) e Rovio quasi pari a 0, devono essere state soddisfacenti, poiché oggi ci ritroviamo di nuovo a fare i conti con gli Angry Birds sul grande schermo. E, per la prima volta, anche nella next-gen.

“Aiutami, Obi Bomb Kenobi, sei la mia unica speranza”

Sì, la citazione non faceva proprio così, ma ci aiuta ad inserirvi nel mondo di Angry Birds Star Wars, il capitolo della serie che Activision ha deciso di portare per il suo esordio su Xbox One e Playstation 4. Fortunatamente, diremmo noi, in quanto ABSW è senza molti dubbi il miglior capitolo della serie, includendo la maggioranza delle ottime novità e meccaniche – legate alla gravità principalmente – di Angry Birds Space e condendole con i Birds e le ambientazioni a tema Guerre Stellari
Tutti i personaggi e i poteri che conosciamo infatti sono stati rivisti come li avrebbe realizzati George Lucas: Red Skywalker può usare la spada laser per distruggere parte degli ostacoli, il giallo Chuck si è reinventato come Han Solo, dotato di phaser, mentre troviamo anche le parodie dei robot di Star Wars, con i poteri di esplodere in mille pezzi (D-3BWhite) o di fulminare nemici a distanza (C1-PEGG). Anche i temuti e verdognoli Piggies hanno cambiato la loro vita: si sono uniti ovviamente all'Impero e tra le loro fila si nasconde anche la versione porcina di Darth Vader
Ovviamente anche i livelli e i mondi di gioco sono stati ricolorati e programmati con una veste spaziale: si viaggia infatti tra luoghi mitici come Tatooine, Endor e Hoth

Extreme Makeover: Star Wars Edition

È sorprendente quanto una nuova skin e qualche figura carismatica possano fare per aumentare l'originalità rispetto ai capitoli precedenti: Angry Birds Star Wars, a dodici mesi dalla sua release mobile, risulta ancora il più fresco tra gli episodi della serie (quantomeno per quelli che tra di voi non abbiano già finito il gioco su iPhone o Nexus 7, NdR), nonostante le meccaniche del gameplay non siano cambiate di una virgola rispetto a Space e a Seasons.
In questa versione console chiaramente muta il sistema di controlli, adattato ora all'uso dello stick sinistro per mirare e al tasto A o X per attivare i poteri dei personaggi. Tutto molto semplice, funziona anche discretamente bene. Più dubbi suscitano i sistemi basati su Kinect e il Touchpad di PS4, non dotati della precisione richiesta e offerta dai comandi analogici. 
Oltre al poco rinnovato gameplay, anche l'aspetto grafico, i menù (con un minimo di sforzo qui si faceva una bella figura e invece... NdR) e le opzioni sono in gran parte mutuati dalle versioni mobile, il che è un peccato. Spalmate sul grande TV di casa in Full HD i livelli non sono brutti da vedere, ma certo non saranno il titolo da mostrare con orgoglio ai vostri amici, specialmente se giocaste sulle potenti Xbox One e Playstation 4
Le uniche aggiunte di peso rispetto al passato sono da trovare nei 20 – ma sempre more of the same – livelli aggiuntivi, nei collectibles (immagini, bozzetti e medaglie), negli achievements e trofei e infine nelle due modalità multiplayer in locale, competitiva o cooperativa. Nulla che faccia gridare al miracolo, ma gradevoli aggiunte al pacchetto globale di Angry Birds Star Wars.

Ma quanto mi costi!

L'ultima fatica di Rovio su console quindi potrebbe raggiungere agilmente la sufficienza se vista solo dal punto di vista del divertimento, nonostante la formula del gioco non si adatti completamente alla filosofia del gioco su console; i problemi, grossi, stanno altrove. 
Innanzitutto non riusciamo proprio a capire come i developer non abbiano inserito anche il seguito, Angry Birds Star Wars II, rilasciato qualche mese fa su cellulari e tablet, Sembrava una scelta ovvia, per allungare un brodo e proporre nuovi livelli e meccaniche; persino l'anno scorso Trilogy era composto da tre titoli, mentre qui si tratta di solo uno, seppur corposo.
Ciò va a influire sul singolo giga-difetto di Angry Birds Star Wars per console, uno così macroscopico che rovina quasi del tutto il discreto lavoro di Rovio nell'adattare l'esperienza agli hardware current e next-gen: il prezzo
Anche i sassi sanno che gli episodi di Angry Birds hanno un prezzo di listino, nelle loro incarnazioni mobile, variabile tra gli 0,89 e i circa 3€. In questo quadro, pur considerando le aggiunte e il diverso pricing dei titoli su console, di solito più alti, non riusciamo a capacitarci di come Angry Birds Star Wars possa costare 39€ di listino, più di quaranta volte di più di quanto costi sul vostro iPhone. Tra l'altro, come detto, a i 200+20 livelli di Star Wars sono gli unici che troverete nel Blu-Ray Disc o DVD di gioco, in quanto non si tratta di una collezione come un anno fa. E tutto questo è un peccato, perché con un prezzo inferiore almeno della metà potevamo anche consigliare il titolo Rovio a qualche genitore in cerca di un gioco “inoffensivo” per accompagnare la nuova (o vecchia) console del proprio pargolo, invece per come stanno le cose meglio un Lego Marvel Super Heroes o uno Skylanders: Swap Force se vogliamo rimanere in casa Activision, per investire i vostri e nostri sudati risparmi.
COMMENTO
Mail@ mattscanna

Angry Birds Star Wars, se rilasciato come gioco DD per console a un massimo di 20€ poteva essere una buona idea. Così, no.

GRAFICA:6Pulito, certo, ma se pensiamo a che hardware hanno le console next-gen, è uno spreco.
SONORO:7Versetti e musichette, con qualche brano su licenza Star Wars.
GIOCABILITà:6.5Su touch-screen forse è più immediato, ma anche con joypad alla mano funziona.
LONGEVITà:5Non che sia così corto, ma ripetitivo sì e con pochissima profondità.
VOTO FINALE5.5
PRO:- Il migliore della serie
- Licenza di Star Wars
CONTRO:- Il PREZZO
- Il PREZZO
- Il PREZZO
Skylanders Swap-Force ( X360 )Per grandi e piccini, questo invece è un prodotto Activision coi controcazzi.
Angry Birds Star Wars II ( iPhone )Il seguito, per dispositivi mobile.
SCHEDAGIOCO
Cover Angry Birds Star Wars

Angry Birds Star Wars

Scheda completa...
Angry Birds Star Wars - Console Edition2013-11-27 18:17:00http://www.vgnetwork.it/recensioni/angry-birds-star-wars-console-edition/Arrabbiati anche nella next-gen, a quanto pare1020525VGNetwork.it