CastleStorm

Abbatti il castello!
Scritto da Mail@ Meghar1il 04 novembre 2013
CastleStorm Recensione

CastleStorm: strategico "tower defense" degli Zen Studios, l'abbiamo incontrato qualche mese fa su PC e Xbox 360, ma non avevamo ancora pensato al fatto che potesse arrivare anche su PS3 e PS Vita. Ebbene, il "miracolo" è compiuto, e tra un paio di giorni (per la precisione il 6 novembre) tutti i possessori di PS3 e PlayStation Vita lo potranno acquistare dal PS Store, avendo anche la possibilità del Cross-Buy e del Cross-Play, cioè chi lo compra avrà entrambe le versioni da poter scaricare e potrà anche giocarci su ambo le piattaforme, con la condivisione dei dati. Dopo questi presupposti, andiamo ad analizzare il buon CastleStorm!


Datemi una freccia e vi solleverò il mondo!

La struttura di CastleStorm è molto semplice: in un'ambientazione feudale/medievale, impersoniamo il fido Eroe, il più valoroso del regno, e siamo incaricati dal monarca al recupero della Gemma del potere, una delle due che garantiscono l'equilibrio nel mondo, rubata dai Vichinghi, che mirando ad averle entrambe vorrebbero un potere sconfinato. Come fermare la rovina? Con una balista, semplice. Scherzi a parte, saremo davvero armati solo di balista, inizialmente, per andare via via a sbloccare un saccaccio di roba, dalle mele esplosive alle pecore assassine (chi ricorda Worms, ha fatto assolutamente centro) passando anche per i cinghiali impazziti. Insomma, la vena d'ironia non manca a CastleStorm, ed il gameplay non è solo incentrato sulla balista. Andando avanti nella Campagna principale, sbloccheremo via via gli incantesimi, dalla "Summon" dell'eroe sul campo di battaglia - passando ad una modalità a tempo dell'eroe che spacca tutto - fino alle canoniche tempeste di ghiaccio, elettriche e così via. L'avanzata dei nemici, d'altronde, è inesorabile e finché non si depreda la bandiera del castello avversario o addirittura si abbatte completamente l'intera struttura nemica, non si fermerà; come però il nemico, anche noi possiamo sfornare unità di terra (e non solo...) per contrastare l'avanzata dei Vichinghi: dagli Arcieri fino ai Golem ed ai Grifoni, dovremo combinare le forze per trionfare in ultima istanza. 


Casa delle bambole? Roba da femminucce, io costruisco Castelli.

Importante, se non fondamentale, sarà costruire il proprio castello, in CastleStorm. Infatti, come noi, anche il nostro nemico avrà una balista, dunque potrà sfondarci le parti dove non batte il sole in maniera piuttosto rapida, specie alle difficoltà più elevate. Sarà di vitale importanza concepirlo bene e soprattutto inserire le stanze al posto giusto. Cosa significa? Semplice, che ogni stanza nel castello ha la sua funzione, dalla tesoreria (monete d'oro bonus) alla dispensa (cibo bonus, che consente di creare unità d'assalto) fino alla stanza dell'architetto, che migliora la resistenza delle mura. Oltre queste, dobbiamo inserire le caserme per la creazione delle unità (fino a cinque tipologie diverse) e proteggere il tutto a dovere, senza poi troppi fronzoli. Sappiate, inoltre, che ogni stanza distrutta dal nemico provoca dei malus, o la perdita dei bonus portati dalla stessa stanza: se vi spaccano in due la tesoreria, non avrete oro bonus, ma se vi sfondano il nido del Grifone, non potrete più crearne per tutta la durata della battaglia, cosa ben più grave probabilmente. Costruite con attenzione, e non pensate troppo agli estetismi, ad un certo punto incastrare bene tutte le stanze sarà davvero poco semplice.


Campagna o multiplayer? Vino rosso o vino bianco?

Il dubbio è il medesimo, specie perché le modalità di gioco sono quasi speculari. Oltre la Campagna che non è replicabile in multiplayer, e la Schermaglia che allo stesso modo abbiamo solo in Singolo, ci sono la Sfida, la Sopravvivenza e la Sopravvivenza Eroe. La Sfida è un classico match all'ultimo sangue, vince chi ruba la bandiera o chi distrugge il castello avversario; la Sopravvivenza è un contest su chi resiste di più alle ondate nemiche; la Sopravvivenza Eroe è come la precedente, ma impersoneremo l'Eroe sul campo, anziché avere la gestione completa del forte. Insomma, una buona varietà di gioco, anche se non eccelsa o smisurata, ma la longevità risulta comunque più che buona nel complesso, così come anche la solidità della struttura. Un buon lavoro dunque per gli Zen Studios, che ripropongono su PS3 e PS Vita il gioco che ha conquistato tutti su Xbox 360 e PC

COMMENTO
Mail@ Meghar1

CastleStorm è un gioco in stile tower defense davvero di ottimo livello, sviluppato dagli Zen Studios (quelli dei flipper, per dirla con un sorriso) e con un magnetismo importante, quasi di quelli che non ti aspetti. Il passaggio al mondo Sony è stato più che indolore, e finalmente anche i possessori di console "avversaria" potranno godere di questo strategico. Ottimo lavoro, Zen!

GRAFICA:7.5Colorata, definita e ben costruita nel design, questa è la grafica di Castlestorm.
SONORO:8Pochi dialoghi, buoni effetti sonori ed addirittura ottime le musiche, che canticchierete anche una volta spenta la console.
GIOCABILITà:8.5Semplice, diretto, con discrete varietà di gioco, anche se sono poche le modalità disponibili, o meglio, poco varie.
LONGEVITà:8Complice il multiplayer, avrete delle sane dosi di divertimento da sviluppare nelle ore di gioco.
VOTO FINALE8
PRO:- Allegro, colorato e divertente
- Longevo quanto basta
- Dinamiche semplici ed immediate
CONTRO:- Non troppe varianti
- Nessuna sorpresa o rivoluzione
Angry Birds ( PS3 )Angry Birds è un altro tower defense, anche se molto meno complesso e più immediato. Grandioso parimenti, però.
SCHEDAGIOCO
Cover CastleStorm

CastleStorm

  • data d'uscita: 06 novembre 2013
  • produttore: Zen Studios
  • sviluppatore: Zen Studios
  • Distributore: Sony Computer Entertainment Europe
  • Genere: Strategia
  • Multiplayer: 1-2 giocatori Online e Locale
  • Supporto: PlayStation Network
  • Pegi: 12+
  • Sito di CastleStorm
Scheda completa...
CastleStorm 2013-11-04 18:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni/castlestorm/Abbatti il castello!1020525VGNetwork.it