Disney Infinity 3.0 - Insieme contro l'Impero

La trilogia originale giocattolosa secondo Infinity
Scritto da Mail@ mattscannail 13 ottobre 2015
Disney Infinity 3.0 - Insieme contro l'Impero Recensione

Tra le caratteristiche peculiari del genere toys-to-life c’è anche un modo tutto nuovo di fare i DLC. Perché è questo che alla fine è Insieme contro l’Impero, il nuovo playset di Disney Infinity 3.0, il buon titolo che racchiude tutti i brand della grandissima compagnia che fu di Walt in un pacchetto completo, benché un po’ iterativo o poco inventivo se vogliamo.

Un Playset in pratica è una nuova storia, un gioco dentro al gioco, un insieme di livelli, dedicato a un particolare brand, acquistabile a parte e ulteriore rispetto allo starter pack di ogni stagione di Disney Infinity, il quale ne contiene sempre uno. Quest’anno infatti, assieme al gioco originale, il publisher ha incluso il playset che tutti attendevano, il quale segnava l’esordio di Star Wars nel mondo di Infinity, ossia Il Crepuscolo della Repubblica, una sotto trama (non canon ovviamente) della saga che vedeva vecchie conoscenze come Anakin Skywalker, Yoda e Darth Maul sfidarsi per il controllo di Geonosis e di una manciata di altri pianeti della “seconda trilogia”. Il Crepuscolo della Repubblica finiva per sembrare una sorta di “filler” – per usare un termine conosciuto agli amanti degli anime – dei lungometraggi, senza particolari picchi narrativi o set pieces spettacolari. Tuttavia, grazie anche alle migliorie nel gameplay rispetto agli anni passati, mi aveva senza dubbio divertito, così come aveva fatto il diversissimo e opzionale pacchetto dedicato a Inside Out.

Passato qualche mese dalla release, in tempo per Halloween, Disney Interactive cala il primo asso per il post-release: Insieme contro l’Impero ci porta finalmente nella trilogia che conta, nelle ormai leggendarie avventure di Ian Solo, C3PO e della Principessa Leila con Insieme contro l’Impero, un’avventura che ricalca, un po’ all’acqua di rose, la trama dei tre film di Lucas che hanno cambiato il mondo ormai quasi quarant’anni or sono.


​Guerre Elementari

E così, inserita la statuetta della Morte Nera nell’alloggiamento dedicato del portale, Infinity 3.0 ci porta su Tatooine e, neanche tempo di rimirare i suoi due soli, è ora di partire all’avventura. Un’altra volta, ma sempre con il sorriso sulle labbra. Nonostante la storia sia ovviamente semplificata e “streamlinizzata” per essere racchiusa nella struttura a missioni (che non amo particolarmente) del titolo, oltre a vedere luoghi e personaggi leggermente cambiati, non ci si può sbagliare. Le vicende di ribelli e imperiali sono raccontate con competenza e racchiudono tutti i momenti importanti della saga; qui i puristi potrebbero storcere il naso in qualche punto ma anche e soprattutto sorprendersi della competenza e cura di alcune citazioni e particolari. Bellissimo, dopo una breve gita con il Landspeeder, recarsi al palazzo di Jabba e scoprire quanto amore per i film è stato riversato in Insieme contro l’Impero. Non potrete non sorridere quando sentirete i versi del Rancor permeare dal pavimento, scoprirete che anche qui quel particolarissimo occhio robotico vi scruterà all’entrata e che ci sarà qualcuno, non Ian Solo per stavolta, incastrato in una lastra di carbonite. Scoppierete a ridere come me appena lo vedrete, ci scommetto. Da appassionato mi sono divertito parecchio, anche se avrei apprezzato il poter visitare alcune locations “secondarie” come Cloud City e il sistema Degobah, completamente assenti dal gioco.

Il ritmo e la struttura della storia rimangono molto affini a quelli già visti nel playset della trilogia “moderna”, tuttavia con due importanti differenze: intanto, l’ispirarsi a una storia pre-esistente e anche lontanamente “canon” permette di vivere momenti emozionanti e conoscere personaggi storici, invece che passare ore con Jar Jar o con il capitano Tanaka. In secondo luogo, questo nuovo mondo di gioco fa molto affidamento sui veicoli, i fantastici veicoli della trilogia originale, Guidare un AT-ST, una speeder bike, un caccia Tie, un Ala X, il Millennium Falcon o magari un peloso Bantha sarà un’esperienza esilarante per qualsiasi fan della serie. Le battaglie spaziali sono davvero molto migliorate e spettacolari graficamente oltretutto.


Una nuova speranza?

Insieme contro l’Impero tuttavia, pur presentando un ritmo migliore e personaggi più carismatici, non risolve tutti i piccoli difetti riscontrati in passato. Le missioni restano per lo più fetch quest o semi-ridicole commissioni per gli abitanti dei tre hub (Tatooine, Hoth e Endor) del gioco e il gameplay non presenta chissà che differenze rispetto al passato, a parte una ribilanciamento più spostato verso i blaster più che le spade laser e un leggero aumento della difficoltà di base.

Oltre alla parte giocosa, due parole sulle nuove statuette: Luke, Leila, Ian e Chewbecca si uniscono al roster già conosciuto, aggiungendosi a Darth Fener (sì è Vader, ma siamo in Italia…) e Boba Fett come personaggi degli episodi IV-VI. La qualità delle action figures di Disney Infinity 3.0 resta davvero sbalorditiva e eoni più avanti rispetto alla concorrenza.Nelle sue 5-8 ore di durata, Insieme contro l’Impero (disponibile al non indifferente prezzo di 34.90€), mi ha convinto, senza però risolvere alcuni dei punti meno forti del gioco completo. Certo, la forza di luoghi e situazioni della trilogia originale ha moltissimo a che vedere con questo mio rinnovato apprezzamento e anche la statuetta di Darth Fener meriterebbe un capitolo a parte solo per quanto è davvero figa. Ora, sotto con l’attesa per il playset de Il Risveglio della Forza, il quale verrà reso disponibile assieme al lungometraggio più atteso di tutti i tempi (OK sto esagerando… O forse no, ndr) il prossimo dicembre.

COMMENTO
Mail@ mattscanna

La vecchia trilogia spacca, non dico altro. Guidare un AT-AT è uno spettacolo.

GRAFICA:
SONORO:
GIOCABILITà:
LONGEVITà:
VOTO FINALE8
PRO:- Tornano i Protagonisti di Star Wars con la P maiuscola
- Guidare un AT ST o uno speeder su Endor è fantastico
- Le sezioni di volo
CONTRO:- Non risolve tutti i piccoli difetti dell’originale, ma forse era assurdo chiederglielo
- Il prezzo è forse un po’ altino?
Disney Infinity 3.0 ( Wii U )Vi servirà il gioco originale vero? Pacchetto Star Wars completo se lo comprate.
Skylanders SuperChargers ( XBOX ONE )Skylanders resta anche solo un mezzo gradino più in alto. Sorprendente capitolo per Activision, viste le premesse non eccezionali.
SCHEDAGIOCO
Cover Disney Infinity 3.0 - Insieme contro l'Impero

Disney Infinity 3.0 - Insieme contro l'Impero

Scheda completa...
Disney Infinity 3.0 - Insieme contro l'Impero2015-10-13 09:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni/disney-infinity-30-insieme-contro-l-impero-50805/La trilogia originale giocattolosa secondo Infinity1020525VGNetwork.it