Duke Nukem 3D: Megaton Edition

A distanza di anni il duca torna sulle nostre console
Scritto da Mailil 16 gennaio 2015
Duke Nukem 3D: Megaton Edition Recensione

Duke Nukem 3D è senz’altro uno dei pilastri degli sparatutto in soggettiva, a pari passo con altre pietre miliari del genere come Doom, Quake e Wolfenstein. Il titolo di 3D Realms deve il suo successo principalmente a Duke, personaggio che nel corso degli anni è diventato una vera e propria leggenda, grazie al suo linguaggio colorito e al suo atteggiamento rude e maschilista, guadagnandosi di diritto il posto nell’olimpo dei videogame.

Il Duca, dopo il summenzionato titolo, è stato protagonista di una ghiotta raccolta, la Megaton Edition, lanciata nel 2013 su Steam, edizione che raggruppa la versione originale del 1996 più una serie di livelli aggiuntivi. A distanza di un paio d’anni, Devolver Digital ha portato tale raccolta su PlayStation 3 e PlayStation Vita, con la collaborazione di Abstraction Games e 3D Realms. Il fisico del Duca si sarà sciupato nel tempo, oppure è ancora in piena forma? Per scoprirlo non vi resta che proseguire con la lettura.


Mai un attimo di pace per Duke

Duke Nukem 3D si colloca subito dopo gli eventi di Duke Nukem II, con il Duca nuovamente impegnato nella lotta contro gli alieni al fine di riportare la pace sulla Terra. Nonostante il peso degli anni, Duke Nukem 3D ci è sembrato ancora in piena forma, controlli alla mano infatti risulta ancora divertente e caciarone, così come ce lo ricordavamo, senza dare troppi segni di vecchiaia. Dunque aree segrete, livelli labirintici, orde di alieni e spogliarelliste saranno all’ordine del giorno, il tutto coadiuvato dall’ironia tipica di Duke Nukem. Anche il livello di difficoltà è rimasto quello di sempre, ancora oggi in grado di regalare soddisfazione e sfide di un certo calibro, tuttavia alcuni enigmi ambientali ci sono sembrati un po’ troppo intricati, costringendoci a vagare per ore in cerca di pannelli o pulsanti mimetizzati alla perfezione con lo scenario. Nonostante ciò, ci troviamo comunque davanti al classico titolo immortale, l’unica pecca che ci duole segnalare è un sistema di mira forse troppo sensibile (ma regolabile), per cui risulterà più ostico prendere di mira i nemici, ma basterà rimanere sulla stessa linea di tiro e il gioco è fatto.

A livello contenutistico, la Megaton Edition offre diverse ore di gioco: oltre, infatti, ai 41 livelli base compresi nel pacchetto Atomic Edition, sarà possibile giocare a tre espansioni uscite negli anni successivi al debutto del titolo: Duke Caribbean: Life’s a Beach, Duke it out in D.C. e Duke: Nuclear Winter. Si tratta di tre pacchetti di livelli aggiuntivi a tema decisamente particolari: il primo vede il Duca alle prese con un attacco alieno in piene vacanze estive, dunque spiagge, bikini, pistole ad acqua e frutti tropicali faranno da sfondo a questa serie di livelli; Duke it out in D.C., invece vede gli alieni assediare la Casa Bianca, con il Duca sempre pronto ad intervenire per salvare la situazione; infine, in Nuclear Winter saremo impegnati a sconfiggere Babbo Natale sotto controllo mentale dei soliti alieni.

Ma non è tutto, l’offerta ludica della Megaton Edition include anche una modalità multiplayer, strutturata come al solito in partita classificata e amichevole; nella prima sarà possibile giocare semplicemente uno contro uno o tutti contro tutti, la seconda invece permette di disputare un incontro deathmatch oppure affrontare uno dei livelli di gioco in cooperativa con un amico. Tuttavia sul multiplayer sorge una nota dolente, infatti a causa di una mancata affluenza di persone sui server siamo riusciti a disputare solo poche partite; inoltre, abbiamo riscontrato problemi di lag abbastanza fastidiosi. Speriamo dunque che gli sviluppatori sistemino le cose con il tempo, visto che è davvero un peccato.                


Un duca tutto portatile

Volevamo approfittare di questo piccolo paragrafo per segnalarvi le poche differenze tra la versione PlayStation 3 e quella PlayStation Vita, ma prima è necessario ricordarvi che il titolo vanta la funzione Cross-Buy, dunque potremo usufruire di entrambe le versioni in un sol colpo. La differenza principale risiede nei comandi, in pratica in assenza dei tasti dorsali L2 e R2, su PS Vita saremo in grado di cambiare l’arma pigiando direttamente sullo schermo. In realtà non ci sono altri grandi differenze, il titolo rimane sostanzialmente lo stesso su entrambe le console, ma era giusto darvi qualche piccola delucidazione in proposito.


Un gioco d’altri tempi

Tecnicamente Duke Nukem 3D: Megaton Edition è rimasto piuttosto fedele al classico originale; d’altronde si tratta di una raccolta e non di un remaster, ed è per questo che non bisogna giudicarlo in modo negativo, difatti nonostante l’aspetto piuttosto datato il gioco rimane sempre e comunque divertente da giocare e i nostalgici saranno sicuramente felici di poter rivivere una gloria del passato come Duke Nukem sulle console attuali. Certo, è probabile che le nuove leve non la vedano in questo modo, essendo abituate a standard diversi, ma stiamo parlando di uno dei capostipiti degli FPS, grazie al quale ora esistono Call of Duty, Halo e Destiny, dunque consigliamo di dargli comunque una chance. Tra l’altro approfittiamo per segnalare che il gioco è gratuito per gli abbonati al PlayStation Plus, quindi non ci sono veramente scuse. Passando ora al profilo audio, il titolo ospita i brani classici, tutt’oggi splendidi e orecchiabili, in grado di enfatizzare l’azione frenetica che si scatenerà nei vari livelli.

Siamo di fronte ad una raccolta di un gioco che ha fatto la storia, che però non propone di fatto nessuna novità o miglioria, ad eccezione di un comparto multiplayer al momento quasi deserto. Rimane comunque un titolo che va assolutamente giocato e che i nostalgici ameranno senz’altro; se a questo aggiungiamo che per gli abbonati al Plus è gratuito, non c’è proprio motivo per non procedere al download. 

COMMENTO
Mail

Duke Nukem 3D: Megaton Edition è difficile da valutare: a parte una ricca raccolta di un titolo storico come Duke Nukem 3D, in realtà non c’è altro, tuttavia come già detto in sede di recensione il gioco risulta ancora oggi dannatamente divertente e per questo lo consiglio davvero a tutti.

GRAFICA:6.5Tecnicamente Duke Nukem 3D è rimasto lo stesso di sempre, né più né meno.
SONORO:7Il titolo propone i classici brani dell’originale, splendidi ancora oggi e in grado di enfatizzare il ritmo frenetico di gioco.
GIOCABILITà:7.5Controlli alla mano Duke Nukem è ancora oggi divertente da giocare, l’unica pecca è il sistema di mira forse un po’ troppo sensibile.
LONGEVITà:7.5La Megaton Edition raccoglie ben 41 livelli, affiancati ai tre pacchetti d’espansione rilasciati a suo tempo per il gioco, fornendo ore e ore di divertimento.
VOTO FINALE7
PRO:- Divertente e frenetico come una volta
- Tanti livelli di gioco
- Gratuito per gli abbonati al Plus
CONTRO:- Il gioco rimane in tutto e per tutto identico all’originale
- Multiplayer al momento poco popolato
- Tasso di sfida non adatto a tutti
Duke Nukem Forever (PC)Sequel di Duke Nukem 3D.
Doom 3 BFG Edition ( PC )Riedizione dell’omonimo titolo farcito con contenuti aggiuntivi.
SCHEDAGIOCO
Cover Duke Nukem 3D: Megaton Edition

Duke Nukem 3D: Megaton Edition

Scheda completa...
Duke Nukem 3D: Megaton Edition2015-01-16 09:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni/duke-nukem-3d-megaton-edition-48238/A distanza di anni il duca torna sulle nostre console1020525VGNetwork.it