Greed Corp

Lo strategico che non t'aspetti!
Scritto da il 26 dicembre 2010
Greed Corp Recensione

Il futuro del settore videoludico è, forse, proprio nei digital delivery. Son tante le aziende che lo preferiscono al rilascio “scatolato”, ancor più quelle che vogliono seguire questa strada nei prossimi anni. In primis per abbattere i costi (sperando sia davvero cosi una volta che il DD occupi la stragrande maggioranza del mercato del genere), in secondo luogo per consentire all'utente di poter fruire del prodotto direttamente da casa sua, acquistandolo con un semplice click. Niente più aste da seguire, negozi specializzati presso cui rifornirsi quindi, ma solo se stessi, una carta prepagata (preferibilmente bella carica) e tanti giochi da comprare, scaricare e videogiocare. Non è un caso che negli ultimi mesi siano usciti prodotti interessantissimi, ancora troppo sconosciuti ai più (soprattutto a coloro che fanno del loro essere casual gamers uno stile di vita). Oggi parleremo di Greed Corp, un gran bel strategico a turni rilasciato nel mese di febbraio su Xbox Live e PSN e soltanto una manciata di giorni fa su PC.

Abbiamo provato per voi la versione su personal computer, ovviamente rilasciata su Steam. Ecco come è andata.


Attenzione: pericolo di crollo!

Sebbene la trama di gioco non rappresenti affatto un aspetto portante dell'intera produzione, Greed Corp ci offre gli spunti giusti per entrare al meglio sul campo di battaglia. Siamo nel futuro e le risorse del pianeta in cui ci troviamo sono prossime all'esaurimento. Un gruppo di multinazionali, quindi, è intenta a scatenare scontri armati per accaparrarsi le ultime risorse rimaste. E' l'ora di iniziare a fare sul serio!

Le mappe, composte tutte da esagoni posti su diversi livelli, rappresentano (e come in ogni strategico) uno degli aspetti da tenere più in considerazione e studiare al meglio. Muoversi senza avere in mente una precisa tattica d'attacco e conquista, sprecando cosi turni di gioco, potrebbe rivelarsi ben presto motivo di sconfitta nel titolo di W!Games. Quindi, partendo dal veloce tutorial che spiega come è strutturato il gameplay e come impostare in maniera corretta una sessione di gioco, si arriva alla costruzione di speciali edifici, ognuno con specifici compiti utili alla causa. Dall'harvester, per dirla all'inglese, che serve per raccogliere risorse dal terreno di gioco (che attenzione, dev'essere stato preventivamente occupato da almeno un'unità del nostro esercito) e fornisce in ogni turno dei crediti extra (in tal caso sono state scelte le monete d'oro), all'armeria che permette di creare nuovi soldati (fino ad un massimo di sedici unità per ogni casella esagonale) che possono, però, anche essere spostati in altre zone di territorio poco controllate o non ancora conquistate. Oltre a questi edifici, entrambi importantissimi per la vittoria finale, c'è anche la possibilità di costruire cannoni dal costo complessivo basso, ma che necessitano di munizioni speciali abbastanza costose pronte in un sol turno per essere completate. D'altra parte, questi cannoni permettono di eliminare ben cinque unità nemiche sull'esagono in cui viene indirizzato il tiro, oltreché far crollare caselle già in precario equilibrio.

Ebbene sì, è questa un'altra delle variabili di Greed Corp. Con gli harvester, menzionati poco fa, si guadagnano crediti estraendo risorse dal territorio, ma come controindicazione si creano in ogni turno degli abbassamenti delle caselle adiacenti a quest'edificio, fino al crollo finale che avviene solitamente in 3-4 turni (anche a seconda dell'altezza di livello delle varie porzioni di territorio esagonali). Quindi bisogna ponderare bene le scelte e le mosse da fare, perché potremmo ritrovarci con la mappa di gioco irrimediabilmente danneggiata e che non permette più di espanderci e distruggere le forze nemiche come avremmo voluto.


Longevo e tosto: casual gamers rimandati a data da destinarsi!

Si è pensato a tutto, anche al problema che una mappa “danneggiata”, che presenta cioè porzioni di territorio molto distanti tra loro e separate da burroni infiniti, può creare al raggiungimento della vittoria finale. Cosa fare in questi casi? Semplice, bisogna spendere cinquanta monete d'oro e cliccare sulla produzione di uno speciale aeroplano che permette di prelevare le nostre truppe e trasportarle su un altro esagono, magari in uno nemico e che ha un numero di unità inferiore alle nostre! Niente è lasciato al caso quindi, dimostrando il lavoro preciso e certosino che il team di sviluppo ha fatto. Il bello, poi, è la difficoltà elevata del prodotto: buttare un'intera missione al vento è facilissimo, anche compiendo solo un paio di mosse errate durante il conflitto. A tal proposito va detto che l'IA del gioco non lascia scampo, dimostrandosi ben implementata e ottimamente gestita. D'altronde si parla di uno strategico a turni creato per i puristi, non per i casual o per tutti coloro che non si sono mai avvicinati al genere. E non è certo questo il momento, riferendoci all'approccio diretto a Greed Corp, di farlo!

Interessanti anche le modalità multiplayer, sia online che offline, nonostante quella online non goda di una community di appassionati tanto numerosa. Anzi, è purtroppo quasi nulla. Abbiamo incontrato più di un problema per trovare giocatori disposti a giocare un po' online, meglio quindi giocare sulla stessa console con amici amanti del genere: divertimento assicurato!

Riguardo i comparti tecnici siamo su buoni livelli, nulla di eccezionale ma comunque un risultato degno di nota in virtù dei requisiti tecnici richiesti (davvero bassi) e del numero di megabyte, circa seicento (almeno nella versione per personal computer), richiesti per l'installazione. L'ultimo appunto va mosso nei confronti delle lingue di gioco presenti: tutte, o quasi, tranne l'italiano! Ovviamente non c'è chissà cosa da capire, ma la localizzazione nella nostra lingua avrebbe richiesto qualche minuto in più, roba di poco conto vista la qualità eccellente del prodotto W!Games. Speriamo venga comunque presto implementata...

COMMENTO

La prima cosa che ho pensato dopo le prime ore di gioco? Finalmente uno strategico che spazza via i poco avvezzi al genere e regala qualcosa di bello ai puristi. Difatti, Greed Corp si è rivelato un titolo dove è dato pochissimo spazio ai casual gamers (anzi: nessuno spazio!) a favore di un gameplay particolare e ben realizzato, che incentiva tutti gli altri a giocare, giocare e giocare. I dieci euro richiesti per il suo acquisto sono niente, e lo ritengo uno dei giochi con rapporto qualità/prezzo migliore in tutto il 2010. Provatelo, almeno in demo!

GRAFICA:8Le grafiche, sebbene non richiedano requisiti hardware esosi, rendono un bell'impatto a schermo. Le animazioni si mostrano fluide e funzionali al punto giusto, niente che faccia gridare al miracolo ma attenzione è stata fatta.
SONORO:7.5Buoni effetti sonori, niente di eccezionale a conti fatti, e mancanza di traduzione in italiano (sarebbero bastati pochi minuti per la realizzazione di quest'aggiunta, e sicuramente i fan italiani del gioco avrebbero gradito).
GIOCABILITà:9Un voto alto è sicuramente quello che merita Greed Corp. Dopo averci preso la mano, è un piacere sfidare la CPU o i propri amici (online ed offline) in partite all'ultimo turno!
LONGEVITà:9.5La campagna in singolo è molto longeva e se aggiungete la possibilità di giocare fino a 4 giocatori, sia online che offline, capite che saranno tante le ore di vita sociale perse a videogiocare!
VOTO FINALE8.5
PRO:- Meccaniche di gioco fresche e ben concepite
- Longevità elevata
- Bello tosto...
CONTRO:- … ma per molti frustrante
Civilization VAltro strategico, e che strategico!
StarCraft II: Wings of LibertyNon è uno strategico a turni, certo, ma il lavoro svolto da Blizzard è un'autentica perla videoludica.
SCHEDAGIOCO
Cover Greed Corp

Greed Corp

Scheda completa...
Greed Corp2010-12-26 16:17:49http://www.vgnetwork.it/recensioni/greed-corp/Lo strategico che non t'aspetti!1020525VGNetwork.it