Guitar Hero 5

Let's rock... per la quinta volta
Scritto da Mail@ mattscannail 19 ottobre 2009
Guitar Hero 5 Recensione

A quanto pare i Guitar Hero non bastano mai. Dalla pubblicazione del primo episodio della serie nel 2005 (2006 in Europa), il fenomeno di Activision ha ormai invaso ogni possibile supporto, dal PC alla Xbox 360, ai cellulari e al Nintendo DS solo per citarne alcune, ha creato un mito, un fenomeno culturale, un qualcosa che anche i non videogiocatori conoscono. Difficilmente avremmo creduto quattro anni fa che suonare con chitarre di plastica, microfoni USB e batterie pieghevoli, acquistabili a prezzi non certo convenienti, avrebbe riscosso un così grande successo.... e che sarebbe stato così maledettamente divertente. Così ora Guitar Hero, parallelamente al suo fratello/rivale Rock Band, continua a sfornare seguiti, versioni portatili e spin-off come fosse niente, tanto da far raggiungere al proprio filone principale già l'uscita numero 5, in soli come già detto quattro anni di vita. Guitar Hero 5 è già infatti nei negozi, disponibile per Xbox 360, Playstation 3 e Wii, oltre che ad una versione ridotta pubblicata per l'inossidabile PlayStation 2.

Questa volta Neversoft ha decisamente puntato sul miglioramento della sezione multiplayer e sull'accessibilità dell'intero pacchetto, senza sacrificarne la profondità e il risultato è più che ottimo, riuscendo a togliere quel pregiudizio che ovviamente precedeva l'analisi dell'ennesima uscita, additata di essere solo un mero aggiornamento nella tracklist.


“85 canzoni per 83 artisti”

Di tracklist si parlava quindi, e a proposito delle 85 canzoni che affollano questo nuovo capitolo, possiamo subito dire che i fasti di Guitar Hero III sono ben lontani dall'essere raggiunti, sia come qualità media di esse che di livello di sfida presentato, oltre che al fattore “rock”, mai così lontano da un Guitar Hero. Feel Good Inc. dei Gorillaz, In My Place dei Coldplay sono certamente splendide canzoni, orecchiabili e famose, ma per il giocatore medio della serie il loro inserimento grida vendetta, vista la loro solo relativa adattabilità ai dettami del gioco, più vicino a sonorità meno lineari e basate sulla bravura dei musicisti più che sul carisma del cantante o influenze hip-hop. In casa Activision devono però aver capito come proporre al grande pubblico questi gruppi sia di grande successo, è noto infatti come appiccicando il nome Coldplay o Arctic Monkeys sulla copertina certamente sia possibile attirare il giocatore occasionale, magari poco avvezzo a Motley Crue o Dire Straits. Il rischio al contempo è di adirare il giocatore hardcore, atteso con ogni uscita ad una nuova sfida a suon di heavy-metal e perdere la fan base del gioco, alla quale Activision dovrebbe essere quantomeno riconoscente per il successo della serie. Gli sviluppatori di Neversoft farebbero meglio a lasciare i brani meno azzeccati e più commerciali per il parallelo Band Hero, sviluppato con in testa ragazzini e famiglie (sì, ci saranno anche i Village People) e riscoprire la vena rock'n'roll di Guitar Hero.

Oltre ad una decina di pezzi così, “poco ispirati” troviamo però l'anima di Guitar Hero nei Rammstein, negli onnipresenti Muse, negli inossidabili Kiss e nei Queen, all'appello con David Bowie e la splendida Under Pressure, la quale metterà a dura prova le vostre corde vocali più che i vostri polpastrelli. A proposito, sia mai possa essere un indizio di un prossimo Guitar Hero Queen? Il livello di sfida è forse meno alto che in passato, ma non ci si può lamentare, vista l'enorme varietà di tracce, eseguibili dalla prima accensione del gioco, senza dover passare dallo sbloccaggio tramite la modalità carriera. 85 canzoni costituiscono infatti un'ottima base, inoltre sarà possibile scaricare nuovi brani come DLC (opzione non disponibile per PlayStation 2) dai vari marketplace online, si potranno importare i propri pezzi scaricati in DLC per World Tour, oltre che alla maggior parte delle canzoni delle soundtrack originali di World Tour stesso e Greatest Hits, passibili di essere aggiunte alle 85 di Guitar Hero 5 tramite la spesa di un'irrisoria cifra in Microsoft o Wii Points o Euro sul Playstation Network.


Party Play, Rockfest...ci sarà da divertirsi!

Come mai in passato, Guitar Hero 5 strizza l'occhio al multiplayer, in particolare al gioco in locale, permettendo agli utenti di partecipare con qualsiasi combinazione di strumenti desiderata, diversamente dal rigido Batteria – Chitarra – Basso – Microfono obbligatorio nei precedenti capitoli. Questa innovazione permetterà di interpretare le canzoni anche usando quattro chitarre alla volta, sfuttando oggettivamente lo strumento di Guitar Hero più diffuso, vista l'onerosità del Drums Set e la peculiarità del microfono, forse ancora oggetto estraneo, più legato a titoli ad esso dedicati come Singstar e Lips che a completare una scatenata band di musicisti virtuali. Oltre al comparto online, dotato di classifiche, condivisione di punteggi e sfide via rete (nonostante l'effetto di Guitar Hero in locale sia anni luce dal freddo gioco via internet), Activision ha dedicato due nuove feature alle sfide in compagnia: Party Play e Rockfest. Party Play è, come il nome suggerisce, il perfetto modo per godersi Guitar Hero ad una festa, dove il nostro tempo e quello dei nostri invitati non necessariamente dovrebbe essere speso tutto a intrattenersi con un videogame. Al padrone di casa che volesse permettere ai propri invitati di godersi una partitina a Guitar Hero tra un drink e l'altro o tra uno scherzo e l'altro, basterà preparare gli strumenti e far partire il software; sarà infatti la CPU a scegliere a caso una canzone tra quelle presenti nella scaletta e suonarla in background. A chi per caso sentisse un pezzo da lui apprezzato basterebbe raccogliere lo strumento, impostare con poche semplici pressioni di tasti la difficoltà e potrà immediatamente entrare nella canzone. Se ad altri venisse in mente di accompagnare il basso con una batteria e suonare quell'assolo che tanto li esalta, basterà ripetere la sequenza di azioni del primo giocatore ed entrare a far parte della band assieme a lui. Questa nuova possibilità di entrare e uscire a piacimento dalle canzoni, permettendo anche a chi è digiuno di difficili menu come quelli che affollano i giochi d'oggi di suonare senza patemi, segna anch'essa una svolta nella rigidità di Guitar Hero e ora che c'è ci si chiede come potesse non essere mai stata inserita prima d'ora...preparatevi perciò a vedere la vostra console monopolizzata durante i vostri festini dalle persone più insospettabili!

Activision non ha dimenticato neppure gli utenti più esigenti, infatti oltre alle normali sfide e battaglie, in questo Guitar Hero 5 troveremo un'ulteriore modalità per suonare in locale, ossia Rockfest. In Rockfest fino a 4 giocatori sulla stessa console si daranno battaglia all'ultima nota su diverse categorie di gioco, le quali spaziano da “Eliminazione”, dove a intervalli regolari durante il brano l'ultimo giocatore classificato in termini di punteggio verrà eliminato a “Scalata”, nella quale tutti gli utenti partiranno dal livello di difficoltà medio, il quale sarà poi adattato dalla CPU a seconda della nostra prestazione, oltre ad altre sfide dove per esempio verrà temporaneamente messo in stand-by chi sbaglierà 3 note consecutive, ecc. ecc. Fidatevi del nostro giudizio, il tutto è molto stimolante e innovativo, dando un nuovo brio ad un format forse leggermente ripetitivo.


Cantautore

Certamente non si potrà pretendere di avere sempre amici sghignazzanti brandenti strumenti di plastica in casa, ma l'ultimo lavoro dei ragazzi di Neversoft mostra le unghie anche nel single player, longevo, curato e dalle tante opzioni. La classica modalità Carriera ci riporterà in giro per bar e locali a sponsorizzare il nostro gruppo, completamente personalizzabile così come il nostro alter-ego, dai vestiti all'aspetto, alla chitarra. Una nota simpatica, nelle versioni 360 e Wii sarà possibile giocare con Avatars e Mii (solo in alcune parti del gioco nella console Nintendo tuttavia), mentre come da tradizione potremo anche assumere le vesti di alcune grandi rock-stars, tra cui tanto vale citare Matthew Bellamy dei Muse, Santana o il mai abbastanza compianto Kurt Cobain, leader dei Nirvana. Dopo aver scelto il nostro nome del gruppo, logo, personaggio e abiti, sarà tempo di impugnare il nostro strumento (o le nostre corde vocali) e farci largo nella jungla di concerti che ci verranno proposti fino a giungere ai vertici della musica rock. Il meccanismo delle sfide (particolari modi con cui ci verrà richiesto di completare una canzone) viene introdotto nella carriera per allungare la longevità, riuscendo alla grande nel tentativo : mantenere più a lungo lo Star Power, suonare tutte le note distorte, cercare di prendere tutte le note in tapping saranno solo alcune delle richieste che vi verranno fatte per guadagnare punti bonus e procedere nella scalata al successo.

In aggiunta alla carriera ovviamente la partita veloce e il Music Studio, stavolta denominato con un roboante 2.0, in quanto le opzioni per comporre i nostri pezzi sono letteralmente raddoppiate, permettendo molta più precisione, pur senza poter aggiungere voce e non potendo riprodurre canzoni coperte da copyright. Le nostre creazioni potranno poi essere condivise con il mondo tramite GH Tunes, il quale fa il suo ritorno dopo l'introduzione in World Tour, quarto capitolo della serie.


Un deciso passo in avanti verso la perfezione

Non si può fare a meno di essere leggermente prevenuti contro una serie che raggiunge il quinto capitolo in meno di 4 anni, senza contare numerosi spin-off e conversioni per portatili. Lasciando a parte i giochi sportivi, spesso questi seguiti ravvicinati mancano di anima, di qualcosa di nuovo e finiscono per essere meri aggiornamenti nella lista brani, così come accade per Singstar, per fare un esempio. É stato invece un grande piacere scoprire come Guitar Hero 5 non solo abbia un senso, ma diventi a tutti gli effetti il miglior capitolo della serie, forse pareggiato soltanto da Legends of Rock per ragioni di oggettiva qualità media superiore della tracklist. Con questo numero 5, Activision e Neversoft hanno scelto la strada della semplicità, dell'immediatezza e sono venute incontro al giocatore, permettendogli di godersi le 85 tracce presenti senza impazzire tra complicati menù, senza dover per forza far suonare il basso all'amico venuto per una sana sfida a colpi di tastini colorati, senza dover neppure aprire il menu per suonare una canzone. Tutte queste nuove feature, in particolare per quanto riguarda il multiplayer, ma anche le sfide nella modalità carriera, sembrano quasi essere dovute, come se fosse impossibile aver giocato a quattro Guitar Hero senza aver mai potuto utilizzarle.

Il risultato è qualitativamente ottimo, i difetti potrebbero solo venire dalla scelta di questi 85 brani, forse troppo legata ai nomi altisonanti più che alla sonorità e all'adattabilità agli strumenti di Guitar Hero. Se però troverete la soundtrack di vostro godimento, acquistate senza patemi l'ultima fatica di Neversoft (o Vicarious Visions per Wii) e potrete divertirvi come non mai, da soli o con i vostri amici.

COMMENTO
Mail@ mattscanna
Ad essere sincero, non nutrivo molte speranze per questo Guitar Hero 5, ma sono stato prontamente smentito. Activision e Neversoft hanno confezionato un gioiello, fantastico in multi e inossidabile in single player. Se le tracce presenti sono di vostro gradimento, l'acquisto è caldamente consigliato. Scusate, ora torno a suonare i Rolling Stones...
GRAFICA:8In linea con gli altri capitoli della serie, niente che faccia gridare al miracolo, ma in Guitar Hero la grafica è sempre e solamente di contorno. Molto belli e ispirati i menu.
SONORO:9Ottimo campionamento delle 85 tracce. Qualche dubbio su alcune scelte nella tracklist abbassa il voto di mezzo punto.
GIOCABILITà:9Guitar Hero. Forse meno difficile in alcuni casi, ma la sostanza è la solita. Divertenti alcune modalità del multi, dove viene esaltata la precisione.
LONGEVITà:10Oggettivamente infinito, tra una modalità carriera mai così ricca e un multiplayer coinvolgente.
VOTO FINALE8
PRO:- Buona quantità di tracce
- Molto longevo
CONTRO:- Qualche traccia discutibile
- Tecnicamente solo nella media
Rock Band 2 ( X360 )Il secondo episodio del musicale EA è davvero incredibile. Ottima track list ed updates costanti!
The Beatles: Rock Band ( X360 )Più recente è invece lo spin-off dedicato alla band di Liverpool. Uno spaccato nella storia dei Beatles, di grande interesse musicale e ben riuscito come titolo.
SCHEDAGIOCO
Cover Guitar Hero 5

Guitar Hero 5

Scheda completa...
Guitar Hero 52009-10-19 23:59:50http://www.vgnetwork.it/recensioni/guitar-hero-5/Let's rock... per la quinta volta1020525VGNetwork.it