Jojo's Bizarre Adventure HD

Jojo in gran spolvero!
Scritto da il 31 agosto 2012
Jojo's Bizarre Adventure HD Recensione

A quanto pare Jojo sta vivendo una seconda giovinezza: durante una conferenza tenutasi lo scorso 5 Luglio in occasione del suo venticinquesimo compleanno sono stati annunciati l'adattamento anime e il videogioco per PlayStation 3 JoJo's Bizarre Adventure: All-Star Battle, in sviluppo negli studi di CyberConnect2 su commissione di Namco Bandai. Come potete immaginare dai nomi coinvolti, si tratterà di un picchiaduro, probabilmente sulla falsariga della serie Naruto Ultimate Ninja Storm, il che si tradurrebbe per forza di cose in un sistema di combattimento poco tecnico, pensato soprattutto per un pubblico “inesperto”, interessato più all'opera di Araki che al genere in sé. E i puristi? Niente paura, perché a loro si rivolge Capcom, che ha trascinato di peso nell'era dell'alta definizione il suo picchiaduro, uscito in sala giochi nel 1998 e approdato in seguito anche su PlayStation e Dreamcast. Il suo nome? Semplicemente Jojo's Bizarre Adventure, dal 22 Luglio disponibile in versione HD su PlayStation 3 e Xbox 360 tramite digital delivery.

Prima di parlare del gioco vero e proprio è necessaria una rapida introduzione sull'universo di Jojo. Questa lunghissima serie si compone di ben otto cicli narrativi (di cui l'ultimo ancora in corso). Il gioco oggetto della recensione si rifà alla terza parte, Stardust Crusaders, proponendo una lettura degli eventi fedele al manga, quindi chi ha visto l'OAV troverà delle discrepanze. C'è anche da dire che è bene avere già letto il fumetto, altrimenti si rischia qualche spoiler: anche evitando lo Story Mode, qualche personaggio potrebbe celare delle rivelazioni poco gradite.


Le caratteristiche di questo porting

A proposito di Story Mode, bisogna subito notare come questa versione in alta definizione sia piuttosto smunta a livello di modalità: basandosi sulla conversione per Dreamcast, è sprovvista del Super Story Mode che arricchiva l'edizione per PlayStation. Il giocatore solitario, dunque, si troverà solo la modalità Storia tipica degli arcade e la Challenge, che è la classica sfida di sopravvivenza. Per il multiplayer, oltre al classico versus in locale, ci sono anche alcune funzionalità online: scontro uno contro uno, leaderboards e creazione di lobby fino ad otto giocatori. Interessante la possibilità di vedere i replay propri e altrui: grazie alle varie impostazioni (display inputs e frame by frame su tutte) gli osservatori più acuti impareranno tante tecniche. Per la valutazione del netcode bisogna fare alcune considerazioni: nel complesso è discreto, però ovviamente molto dipende dall'avversario che vi trovate davanti, ed è frequente sfidare gente davvero lontana (soprattutto giapponese), siccome dalle nostre parti il gioco non è diffusissimo.

Le lobby ospitano finoa d un massimo di otto giocatori.

In definitiva, non si può dire che Capcom si sia sforzata molto per questa versione HD: nessuna nuova modalità al di fuori dell'online e nessun tutorial. Anche i comparti tecnici sono rimasti gli stessi, a parte un filtro grafico con effetto “smussante” che può anche essere disattivato in favore della grafica originale, che ha ancora il suo perché, grazie ad uno stile colorato e chiassoso, in linea con la follia che pervade l'opera di Araki. E non lamentatevi delle bande laterali: è un bene che siano mantenute le proporzioni!


Il bizzarro picchiaduro di Jojo

Se quanto detto fino ad ora vi interessa relativamente, significa che siete veri appassionati del genere, interessati quasi esclusivamente al battle system: in tal caso è probabile che abbiate già giocato in passato Jojo's Bizarre Adventure e che sappiate già cosa aspettarvi. In caso contrario, potreste rimanere spiazzati, perché vi troverete davanti un picchiaduro delirante e spietato, caratterizzato per giunta da alcune meccaniche peculiari. La principale è senza dubbio quella legata agli Stand, entità introdotte proprio da Stardust Crusaders: costituiscono la sublimazione dell'energia psichica e ne esistono di vari tipi. Ovviamente potranno essere evocati e combattere al vostro fianco. Nel sistema di controllo (semplificato, a quattro tasti) tre pulsanti sono dedicati agli attacchi (i soliti Light, Medium e Heavy) e il quarto allo Stand. Quest'elemento differenzia ulteriormente dei personaggi già di per sé parecchio eterogenei, a maggior ragione se pensiamo che esistono diversi tipi di Stand: addirittura, alcuni lottatori hanno Stand attivi, dotati di una propria barra di energia, che rimarranno in campo, mentre altri posseggono solo Stand passivi, complicando ulteriormente il quadro, in cui bisogna anche sistemare le Super Combo, legate alla barra che si trova nella parte inferiore dello schermo, e la possibilità di attaccare utilizzando contemporaneamente il proprio personaggio e lo Stand (attivo).

E questa è solo la caratteristica saliente, che all'epoca rendeva questo picchiaduro assolutamente unico (adesso invece potremmo pensare all'imminente - si spera - Persona 4 Arena); Jojo's Bizarre Adventure si contraddistingue anche per un roster molto variegato di ventidue lottatori (sei sono “nascosti”, nel senso che non si vedono nella schermata di selezione del personaggio anche se sono sbloccati sin dall'inizio) e per delle mosse assolutamente folli. Dispiace solo che ci siano alcuni problemi di bilanciamento, legati probabilmente proprio al roster “asimmetrico” (si pensi anche solo alla differenza fra Stand attivi e passivi): fra tutti i lottatori, sicuramente Petshop è il più sbilanciato, e non c'è da stupirsi che sia bannato dai tornei.

Ve l'abbiamo detto, che il gioco è un po' sopra le righe!

Un ultimo appunto: si tratta di un gioco difficile da approcciare per i neofiti, alla presa con un certo numero di meccaniche a cui abituarsi. A tal proposito sarebbe stato davvero opportuno inserire qualche tutorial o anche le tipiche sfide legate al completamento delle combo, in modo da aiutare il giocatore a scoprire i vari moveset. Purtroppo Capcom ha inserito solo uno striminzito manualetto virtuale di poche pagine, lasciando a se stesso il neofita, che passerà qualche ora nella modalità Training prima di venire a capo della situazione.


Vale il suo prezzo?

Quanto detto finora delinea un quadro abbastanza chiaro su ciò che ci si deve aspettare nel momento in cui si decide di scaricare i 650 MB di Jojo's Bizarre Adventure HD Ver.: un bel picchiaduro bidimensionale, caratterizzato da meccaniche peculiari e dallo stile folle che ha reso celebre l'opera di Araki e impreziosito da un'ovvia e allo stesso tempo essenziale componente online, ormai assolutamente centrale in questo genere di giochi. Quello che forse non sapete ancora è quanto dovrete sborsare per questa piccola gemma del passato: ben € 19,99 o 1600 Microsoft Points se siete boxari. Detto tra noi, non è che siano proprio pochissimi, se teniamo conto del fatto che titoli analoghi provenienti dalla stessa Capcom (ad esempio Marvel Vs. Capcom 2 o Street Fighter III: 3rd Strike Online Edition) avevano un prezzo più simpatico, e che anche il futuro Marvel Vs. Capcom Origins costerà qualcosa di meno (pare € 14,99 e 1200 MP).Comprare? Scaffale (virtuale)? Aspettare un price cut? A voi la scelta.

COMMENTO

Le Bizzarre Avventure di Jojo è uno di quei manga che spesse volte ho cercato di acquistare (su ebay, la collezione completa), ma sempre senza successo, quindi ho una conoscenza rudimentale dell'opera di Araki, veicolata principalmente dagli OAV. Questa riedizione di Capcom è stata un'ottima occasione per risvegliare in me l'interesse per l'universo di Jojo, che sto leggendo con passione. Se non l'avete fatto, comprare anche voi il manga! Per il gioco, dipende da quanto amate i picchiaduro e da quanto siete disposti a spendere: questa versione HD è indubbiamente roba buona, ma è piuttosto costosa nel suo ambito...

GRAFICA:7Sono passati parecchi anni, ma lo stile rimane. Questa versione HD aggiune un filtro grafico con effetto smussante.
SONORO:7Non era un prodigio all'epoca, non lo è neppure adesso. Ha un gradevole sapore arcade, ormai assolutamente retro.
GIOCABILITà:8Nonostante qualche problema di bilanciamento, Jojo è un picchiaduro di qualità. Un po' scorbutico per i neofiti, quindi è un peccato che non siano stati approntati dei tutorial.
LONGEVITà:7Le modalità a disposizione sono davvero poche, anche se in un picchiaduro conta fino ad un certo punto. Diciamo che l'offerta non è proporzionale al prezzo.
VOTO FINALE7
PRO:-Un ottimo picchiaduro, ora come allora
-Bene la modalità Replay
-Il fascino dell'universo di Jojo
CONTRO:-Nessun tutorial, solo un “manualetto” virtuale
-Prezzo di lancio elevato...
-... a fronte di un restauro non troppo impegnativo
Ultimate Marvel vs. Capcom 3 ( PS3 )Un altro picchiaduro bidimensionale made in Capcom, nella sua edizione più completa.
Super Street Fighter II Turbo HD Remix (PS3)Se non vi è passata la voglia di picchiaduro d'annata, impossibile non consigliare il più famoso di tutti.
SCHEDAGIOCO
Cover JoJo's Bizarre Adventure HD

JoJo's Bizarre Adventure HD

Scheda completa...
Jojo's Bizarre Adventure HD2012-08-31 09:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni/jojo-s-bizarre-adventure-hd/Jojo in gran spolvero!1020525VGNetwork.it