Just Dance 2015 Recensione

Puntuale come le tasse, i FIFA e gli Assassin's Creed di turno, è da poco arrivato nei negozi l'episodio annuale di Just Dance, ormai uno degli ultimi brand forti rimasti per i fan dei giochi motion-controlled, tanto in voga solo qualche stagione fa. Ubisoft tuttavia continua a scommettere forte sul suo marchio, portandolo su quasi tutte le console fisse in circolazione, usando a volte periferiche particolari (Move, Wii Remote), altre volte le telecamere (Kinect, PS Camera) per permettere a tutto il mondo di scatenarsi nella danza al ritmo delle canzoni più “in” del momento. Difficile reinventarsi un gioco ogni dodici mesi, specialmente dopo tanti anni di presenza sul mercato e infatti vi possiamo già dire che Just Dance 2015 non offre quasi nulla in più rispetto all'episodio del 2014, al di là dell'aggiornamento nella lista delle tracce ballabili. Il che non significa che JD 2015 sia un gioco scadente, anzi, regala divertimento a palate e vi fa bruciare qualche caloria in compagnia dei vostri amici, trasformando il salotto di casa in una pista da ballo per qualche ora.


Danza che vince non si cambia

Nel caso abbiate vissuto sulla Luna gli ultimi anni e non conosceste la serie di Just Dance non vi preoccupate, siamo qui noi per rinfrescarvi la mente in un attimo. In Just Dance al giocatore non verrà chiesto altro se non di imitare davanti alla TV i movimenti dei ballerini – per quanto a volte i loro look vi potrebbero distrarre – che appariranno a schermo, venendo ricompensati o penalizzati a seconda della fedeltà delle vostre performance. E la formula funziona: Just Dance è uno dei giochi più accessibili per tutti e uno dei più amati ai party, specialmente dopo essersi scolati un paio di pinte. Just Dance 2015, dal punto di vista del gameplay, non porta praticamente nessuna novità alla collaudata formula, eccezion fatta per la possibilità di poter usare – previo download di una app dedicata – i propri dispositivi mobile come controller aggiuntivi, potendo risparmiare anche un po' di spazio nella stanza. Anche per quanto riguarda le modalità di gioco, nulla di particolarmente nuovo sotto il sole: il vostro tempo lo spenderete al 90% semplicemente ballando, al massimo usando una delle playlist, mash-up (mix) o coreografie alternative (ne esiste anche una da ballare seduti!). Potremo come un anno fa portare le nostre mosse online, sul dance floor mondiale, competendo in diretta con provetti ballerini internazionali, oppure sfidare gli amici ai migliori punteggi con il multiplayer asincrono. Una simpatica novità è quella dei community remix: in pratica si tratterà di ballare le canzoni del gioco non imitando i classici e bizzarri ballerini di Just Dance, ma invece studiando le mosse di altri utenti, le cui evoluzioni verranno montate di tanto in tanto dal team di Ubisoft in un video. Una nota stonata, almeno nella versione Xbox One da noi recensita: a volte il titolo ha fatto delle bizze con il riconoscimento dei volti, saltuariamente confondendo facce e sagome dei giocatori. Un problemino che potrebbe sicuramente essere dovuto al setup della nostra postazione di gioco, ma che non si era mai verificato in Just Dance 2014


Let it Go

Al di là delle modalità e degli aspetti tecnici, sicuramente le protagoniste di Just Dance 2015 sono come al solito le canzoni, in totale 43 (una manciata in meno di un anno fa). La selezione musicale tuttavia non ci ha convinto del tutto. Le grandi hit ci sono, ci mancherebbe: da Summer di Calvin Harris, passando per Diamonds di Rihanna senza dimenticare Happy di Pharrell Williams, che ci siamo anche un po' stufati di ascoltare, in verità. I riferimenti anche a successi del passato ci sono, con tracce come Don't worry be Happy di Bobby McFerrin, la Macarena o Walk this Way di DMC & Aerosmith (geniale anche la coreografia), ma rispetto a un anno fa si sente una certa mancanza di varietà, complice l'assenza quasi totale di canzoni da musical, tanto adatte a essere ballate e cantate. Just Dance 2015 però contiene la canzone dell'anno: Let it Go (una cover, non cantata né da Idina Menzel né da Demi Lovato) dal film Frozen, un vero fenomeno di culto, in particolare oltre oceano. Globalmente, questo nuovo dancer di Ubisoft è un ottimo titolo, in grado di divertire a lungo e rendere meno buie e tristi alcune serate invernali di pioggia in città. Assolutamente non setta nuovi standard, ma svolge il suo lavoro senza patemi, soprattutto se amerete la track list più di quanto non l'abbia amata chi vi scrive.

COMMENTO
Mail@ mattscanna

La mancanza di canzoni da musical, da fan e praticante del genere, mi ha leggermente turbato. Vi divertirete, per carità, ma potreste benissimo comprare Just Dance 2014 a prezzo budget se non l'avete ancora.

GRAFICA:7.5Sempre carino da vedere.
SONORO:7La scelta delle canzoni: bene ma non benissimo. Sulla qualità dell'audio niente da dire.
GIOCABILITà:7Funziona, quasi sempre.
LONGEVITà:7Dopo un po' vi stuferete di ballare.
VOTO FINALE7
PRO:- Let it Go
- Sempre più opzioni per il multiplayer
CONTRO:- Meno varietà nelle canzoni
- Sempre la solita solfa
Just Dance 2014 ( PS4 )Resta una scelta più che valida.
Dance Central SpotlightIl rivale di Harmonix, almeno su Xbox One.
SCHEDAGIOCO
Cover Just Dance 2015

Just Dance 2015

Scheda completa...
Just Dance 20152014-11-01 17:30:00http://www.vgnetwork.it/recensioni/just-dance-2015-47590/Balla che ti passa1020525VGNetwork.it