Le Tour De France 2014

Pronti per le più ardue scalate sulle due ruote?
Scritto da Daniela Paparoneil 05 luglio 2014
Le Tour De France 2014 Recensione

Di titoli legati a discipline sportive ce ne sono a bizzeffe, con a volte vari esponenti, pronti a darsi battaglia su uno stesso campo, pur di strappare alla concorrenza una buona manciata di adepti: tra calcio, basket ed hockey, senza poi tener conto di tutti i titoli legati al mondo dei motori, arrivano poi sotto le luci della ribalta titoli potenzialmente di nicchia, che cercano però di farsi notare anche dal grande pubblico. Un esempio ci è indubbiamente dato da Le Tour De France 2014, titolo che, manco a dirlo, celebra le imprese della competizione ciclistica più famosa al mondo, e lo fa arrivando sul mercato proprio in occasione dell’apertura della competizione vera e propria: riuscirà questo audace prodotto dei Cyanide - già comprovati esperti del genere ciclistico – a conquistarsi la sua maglia gialla?


È dura la salita…

Il gameplay alla base di questo Le Tour de France è tanto basilare quanto strettamente legata alle vicissitudini che i “pedalatori” vivono nella competizione reale. Quintessenziali saranno i menù di gioco, con spazio dato all’editor (solo dei nomi, vista la licenza del prodotto, ndr), alle classifiche ed alle varie modalità di gioco, messe a disposizione dei giocatori: tra queste si segnalano Riscaldamento, un utile tutorial, indispensabile per prendere confidenza con i molti comandi di gioco, che vi descriveremo poco più avanti, Pro Team, in cui comporre la propria squadra fantastica e scalare posizioni ed indici di gradimento, e Contro, interessante modalità per una intrigante sfida 1vs1 divisa lungo le 21 tappe del Tour.

Prima di salire in sella nella modalità stagione, vero fulcro dell’intera esperienza ludica, che consentirà agli utenti di ripercorrere tutte le ventuno tappe che comporranno il Tour de France originale, i giocatori potranno infatti scegliere tra i vari team presenti in gara, e tra questi selezionare il proprio corridore preferito, prendendone poi le “redini” durante le varie tappe. Ai giocatori poi spetterà una veloce pianificazione delle proprie strategie di gara, e questo sarà possibile consultando le varie cartine disponibili prima di ogni round del tour, che metterà in evidenza salite e discese, consentendo quindi una funzionale distribuzione delle energie del ciclista lungo l’intera tappa. Avremo nella fattispecie due diverse barre da tenere sotto controllo, rispettivamente la stamina e l’energia: la prima si consumerà gradualmente lungo l’intera tappa, mentre la seconda sarà legata all’uso dell’attacco, ovvero quando, martellando freneticamente sul tasto croce, dichiareremo i nostri intenti “picchiando” forsennatamente sui pedali, staccando le chiappe dal sellino.


Avete voluto la bicicletta? E ora pedalate!

Ogni tappa avrà una storia a sé, e la pianificazione degli spuntini, utili per recuperare stamina ed energia, sarà essenziale almeno quanto una giusta strategia di gara di squadra: ai propri alleati si potranno infatti impartire precisi ordini, come difendere la posizione stando in attesa oppure attaccare la testa della corsa, e tutto concorrerà al risultato finale di ogni tappa. Simpatici trofei sono poi studiati ad hoc per ogni round del tour, con precisi obbiettivi da raggiungere - come portare un proprio corridore dinanzi uno specifico avversario, o far arrivare in cima ad una delle vette per primo un proprio compagno di squadra - ed ogni traguardo raggiunto consegnerà ai giocatori una diversa coppa, che andrà ad aggiungersi al proprio palmares.

I primi intoppi nell’oliato meccanismo di Le Tour de France 2014 cominciano però a vedersi quando si sottopone il comparto tecnico alla lente d’ingrandimento: se da un lato abbiamo modelli poligonali dei corridori di discreta fattura, dall’altro bisogna segnalare paesaggi, che fanno da contorno all’esperienza di gioco, non proprio ispiratissimi, e con una definizione decisamente non next-gen, e la situazione si aggrava pensando al fatto che il panorama costituisce una buona parte dell’esperienza ludica, che sarà trascorsa a macinare chilometri su chilometri senza nulla poter fare se non dare un’occhiata intorno. Anche gli effetti sonori risultano alquanto stereotipati e vittima di un loop infinito, come possono essere incitamenti sempre uguali a se stessi, oppure il frastuono di una zona maggiormente popolata da fan. Fan che, bisogna dirlo, altro non sono che manichini dalle movenze meccaniche, quasi messi lì giusto per decorare un po’ il già preesistente paesaggio piatto.

Insomma, questo Le Tour de France 2014 risulta non essere né carne, né pesce, un gioco (di nicchia) che ha provato, anche grazie alla Next-Gen, ad affermarsi con un po’ più di convinzione, ma che non riesce ad imporsi così come avrebbe dovuto, con un destino che lo relega tra i tanti incompiuti del mercato stagionale di titoli sportivi. Peccato.

COMMENTO
Daniela Paparone

Un titolo che non diverte, ma il Tour de France non è divertimento: è strategia, impegno, pianificazione, e potrebbe quindi intrigare i più sfegatati fan delle due ruote a pedali, per tutti gli altri, meglio uno sportivo a caso dagli scaffali.

GRAFICA:5Corridori discretamente definiti, tutto il resto da cassare.
SONORO:4Un loop infinito di incitamenti ed effetti sonori di una folla in festa: un po’ troppo poco.
GIOCABILITà:7Il titolo, sotto questo profilo, si lascia giocare e potrebbe addirittura intrigare: peccato per il resto!
LONGEVITà:6Dipende tutta da voi, e varia a seconda di quanto siate appassionati.
VOTO FINALE5.5
PRO:- Strategie di gara fondamentali
- Corridori ben realizzati
CONTRO:- Maluccio tutto il comparto grafico
- Sonoro in loop perpetuo
Pro Cycling Manager 2014Il titolo gemello di Tour De France su PC, da noi recensito qualche settimana fa.
MotoGP 14 ( PS4 )Se cercate l'adrenalina delle due ruote motorizzate, non potete che dirottare su MotoGP 14!
SCHEDAGIOCO
Cover Le Tour de France 2014

Le Tour de France 2014

Scheda completa...
Le Tour De France 20142014-07-05 17:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni/le-tour-de-france-2014/Pronti per le più ardue scalate sulle due ruote?1020525VGNetwork.it