LEGO Batman 3: Gotham e Oltre

Ma Batman i cattivi li smonta tutti così?
Scritto da il 01 dicembre 2014
LEGO Batman 3: Gotham e Oltre Recensione

Man mano che si cresce, sulla via per diventare uomini, ci si ritrova spesso a fantasticare sui ricordi del passato: talvolta semplici memorie vivide nella nostra testa, altre volte delle nebulose indecifrabili. Internet ci ha permesso di ricordare tante cose che ci hanno accompagnato nella nostra infanzia e preadolescenza e i LEGO sono una di quelle poche cose che, anche in età adulta, possono intrattenere senza limiti, scatenando le fantasie fanciullesche di tutto il mondo. Se poi aggiungiamo il videogioco e l’enormità di licenze a disposizione della casa danese, il successo dei LEGO games per opera di Traveller’s Tales era già scritto.

Ma è anche meritato, grazie ad un lavoro di gameplay solido e tuttora efficace, anche in questo LEGO Batman 3: Gotham e Oltre, che conclude una trilogia dedicata all’Uomo Pipistrello in salsa di mattoncini con un buon lavoro di fondo e tanti, tanti bonus per festeggiarne i suoi 75 anni di carriera nella lotta contro il male.


I supercattivi non finiscono mai…

Nelle fasi conclusive di LEGO Batman 2: DC Superheroes abbiamo visto l’arrivo di una nuova minaccia galattica: Brainiac. Quest’androide senziente è dotato di un’intelligenza senza limiti, il che fa sempre supporre al rischio di dominazioni del mondo e, infatti, lo fa, ma col suo stile: Brainiac è solito collezionare città, da tenere in bottiglia nella sua navicella spaziale. Quando decide di aprire i suoi orizzonti anche ai mondi interi la Terra è ovviamente la prima scelta, oltre che cosa facile una volta ottenuti gli Anelli in possesso dei Corpi delle Lanterne soggiogati al suo potere che gli donano poteri immensi. Così parte la super avventura di Batman e di tutti i suoi colleghi (aiutati anche dai nemici storici, visto il pericolo comune) in giro per il mondo e per le galassie, per impedire al folle androide di rubare tutti i mondi dell’Universo.

Questa la storia che svilupperà in un lungo inseguimento in 16 livelli per ogni parte del mondo (Italia compresa!) e della galassia, proponendo diversi mondi centrali dai quali partire alla volta di ogni livello come al Batcaverna o la Torre di Guardia e tanto altro, con un velo di umorismo generale ormai standard della serie e che non mancherà di strappare molteplici sorrisi e anche risate, uno degli elementi più apprezzati durante le partite.


Pipistrello vecchio fa buon brodo

La formula di gioco non è cambiata ma, nonostante si cominci ad avvertire qualche scricchiolio di anzianità, non si può negare il divertimento che si prova a distruggere ogni oggetto dei livelli, accumulando tonnellate di monetine da poter spendere nei negozi adibiti per power up, oggetti speciali ma, soprattutto, in personaggi extra che prosciugheranno qualunque budget poiché se ne contano oltre 150 da ottenere. Ovviamente ottenere buona parte di questi oggetti speciali richiederà al giocatoredi rigiocare molti livelli più volte, cosa che da unostimolo enorme alla longevità generale grazie a tantissimi collezionabili, incluso uno dei bonus di compleanno di Batman: gli omaggi riservati al Cavaliere Oscuro spaziano dai temi musicali classici come quello composto da Danny Elfman per il Batman di Tim Burton, andando a ritroso fino alla serie cult degli anni ’60 interpretata da Adam West che troveremo sotto forma di livelli bonus ma anche con l’attore stesso intrappolato nei livelli in cerca di aiuto, più tante altre chicche tutto da scoprire.

Tutti i personaggi hanno i loro poteri speciali oppure costumi abilità che saranno utili alla risoluzione degli enigmi come prevede la meccanica base del gioco, senza però annoiare vista anche la vastità dei livelli e la loro lunghezza , senza dubbio tra i più ricchi di sempre.


Il chiaroscuro del Cavaliere Oscuro

Sul piano tecnico ci baseremo sulla versione PS4 usata in sede di recensione e il risultato finale è buonissimo: la grafica del titolo si attesta su buoni livelli e non compromette la fluidità generale, rimanendo ancorata a un frame rate più che dignitoso e mostrando nuove aggiunte come una fisica dei mattoncini sensibilmente migliorata e effetti particellari migliorati rispetto al passato. Degne di nota poi sono le animazioni dei personaggi e la ricchezza di dettagli presente nei livelli, mai banali o poco ispirati, insomma, un’esperienza positiva non solo sul piano ludico ma anche visivo. Tra i pochi difetti riscontrati però spiccano la telecamera fissa che, in alcuni frangenti, complica molto le nostre azioni (anche se con le levette è possibile eseguire qualche piccolo movimento per migliorarci la vita) e il senso di smarrimento apparente che si prova in alcune fasi di gioco, non sapendo bene cosa fare, cosa che porta ad andare a tentativi il cui funzionamento è sempre incerto. E’ pur vero che a volte la soluzione ci verrà comunicata direttamente dagli NPC ma rimane il fatto che a volte si rimane completamente all’oscuro di cosa si debba fare per andare avanti. Ultima menzione tecnica è per il comparto sonoro: oltre alla già citata colonna sonora che si avvale di temi originali, il gioco è doppiato in italiano con gran cura dei particolari, cosa che fa molto piacere visto anche il target del gioco.

LEGO Batman 3 si conferma l’ennesimo centro di Traveller’s Tales, un gioco confezionato alla perfezione che dovrebbe attirare non solo glia appassionati di mattoncini ma soprattutto quelli di Batman, vista la grande offerta che ci viene proposta. E anche per chi vuole rivivere due miti della fanciullezza in una maniera totalmente nuova e divertente, ma soprattutto disponibile su qualunque piattaforma esistente.

COMMENTO

Ho giocato a buona parte dei titoli LEGO e la loro formula ormai rodatissima continua sempre a divertire, non importa se nei panni di Batman o di Harry Potter o di Luke Skywalker.

Questo in particolare mi ha colpito per il grande salto qualitativo sul lato tecnico, con una serie di dettagli molto curati. Il massimo adesso sarebbe qualche innovazione nella formula di gioco per renderla ancor più raffinata e varia ma nel complesso i giochi LEGO sono lungi dall’essere delle delusioni. E LEGO Batman 3 è sicuramente il suo esponente più avanzato.

GRAFICA:8Tanti miglioramenti sparsi che fanno da valore aggiunto al gioco.
SONORO:9Effetti sonori buonissimi e i temi originali dei lungometraggi. Perfetto!
GIOCABILITà:7.5Sempre a buoni livelli, ma qualche aggiunta non sarebbe male.
LONGEVITà:8La Storia vi terrà impegnati, i collezionabili e le missioni bonus molto di più.
VOTO FINALE8
PRO:- Comparto tecnico migliorato
- Sonoro eccellente
- Tanti auguri Batman
CONTRO:- Telecamera un po’ imprecisa
- Smarrimento occasionale
- Più idee di gameplay
LEGO Marvel Super Heroes ( PS4 )Se non siete fan della DC Comics, Marvel Super Heroes sarà sicuramente un’alternativa di pregio.
LEGO Star Wars ( PS2 )Un po’ datato? Forse, ma avere l’universo di Star Wars in mattoncini è pur sempre un’esperienza galattica.
SCHEDAGIOCO
Cover LEGO Batman 3: Gotham e Oltre

LEGO Batman 3: Gotham e Oltre

Scheda completa...
LEGO Batman 3: Gotham e Oltre2014-12-01 09:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni/lego-batman-3-gotham-e-oltre-47850/Ma Batman i cattivi li smonta tutti così?1020525VGNetwork.it