LEGO Il Signore degli Anelli

Un mattoncino per dominarli tutti
Scritto da Mail@ mattscannail 06 dicembre 2012
LEGO Il Signore degli Anelli Recensione

Proprio alla vigilia dell'uscita nelle sale di tutto il mondo de Lo Hobbit: Un viaggio inaspettato, i brillanti boys britannici di Traveller's Tales regalano una chicca tanto attesa agli aficionados della Terra di Mezzo: questa volta a subire la trasformazione LEGO arrivano infatti Frodo, Gandalf e compagni, nella loro quest alla ricerca dell'Anello.Secondo titolo nel giro di dodici mesi (dopo Harry Potter Anni 5-7 e Batman 2: DC Super Heroes) dedicato a questi apparentemente assurdi cross-over tra mattoncini danesi e le più famose IP cine-fumettistiche dell'ultimo decennio, LEGO Il Signore degli Anelli è il migliore gioco della serie e combatte con gli ispirati titoli per Playstation 2 per il titolo di migliore adattamento videoludico della trilogia mai realizzato. La formula LEGO, apparentemente semplicistica a un primo sguardo, è invece vincente e profonda quanto basta e, sposata agli asset tratti dai film e all'innegabile personalità dei cult di Peter Jackson, costruisce uno dei titoli più riusciti del 2012.


La magia della trilogia

LEGO Il Signore degli Anelli non propone nulla di particolarmente nuovo rispetto a DC Super Heroes per esempio, ma ne migliora qualsiasi aspetto e riempie tutto di magia-Tolkien, il che non fa mai male. Si può dire che viva anche un po' del successo del marchio a cui si ispira, talmente forte e radicato nella mente della maggior parte degli appassionati del Fantasy (e a tantissimi altri, ndr), che grandi innovazioni alla formula di gioco non erano poi richieste per avere successo. Traveller's Tales però non si è seduta sugli allori e ha investito i pochi mesi a disposizione per lo sviluppo in maniera intelligente, lasciando più o meno integrata la giocabilità, che ha sempre reso in maniera convincente e invece lavorando sulla quantità di opportunità offerte all'utente e alla presentazione generale, semplicemente magnifica. La Terra di Mezzo infatti non è mai stata così nelle nostre mani come oggi: a collegare i livelli di gioco troviamo infatti un gigantesco hub di gioco, che comprende tutto il continente in cui le imprese della Compagnia si sono svolte nei film. Potete arrivare da Moria a Minas Tirith, potete vedere la torre di Isengard in lontananza dalla Foresta di Fangorn e verrete accompagnati da cambiamenti di musica e atmosfera nel momento in cui entrerete in luoghi celebri come la scanzonata Contea o la grave aura ricca di conoscenza che pervade Gran Burrone. La sensazione di immersione è poi immensamente aiutata dalla presenza non solo del doppiaggio originale dei lungometraggi ad accompagnare le cut-scenes (in lingua inglese però, non aspettatevi l'Italiano) ma anche e soprattutto dalle magnifiche musiche che componevano la OST di Howard Shore.

Frodo e Sam nel loro viaggio impossibile, o quasi


Mithril! Tu sei pieno di sorprese, Frodo Baggins

(cit.)La splendida Terra di Mezzo di LEGO Il Signore degli Anelli poi non è solo un grande mondo vuoto, anzi: innumerevoli sub-quests, personaggi aggiuntivi, località nascoste e collectibles la permeano e riempiono, facendo la felicità di chi tra voi ama esplorare e collezionare. La gradita sorpresa è anche trovare riferimenti e protagonisti della trilogia stampata, assenti magari dai film, quali Tom Bombadil o le rovine di antiche civiltà passate durante le nostre avventure. L'ultima fatica dei Traveller's Tales non è solo un solidissimo videogame, ma anche una dichiarazione d'amore nei confronti dell'opera di Tolkien come poche prima d'ora.Dal punto di vista del giocato dicevamo che non è cambiato molto. I livelli sono sempre più grandi e complessi e variano parecchio tra battaglie campali, sessioni a cavallo di destrieri di diverse forme e dimensioni, fasi stealth e boss battles; contengono inoltre sempre un discreto numero di segreti e oggetti da collezionare, tra i quali spiccano i nuovi mattoncini di Mithril, i quali vanno a rimpiazzare quelli d'oro e servono anche a forgiare nuove armi e oggetti dal fabbro di Brea. Le diverse e peculiari abilità dei personaggi (tantissimi come da copione, ndr) poi spingono a riaffrontare tutte le aree nella modalità Gioco Libero per scoprire tutti i passaggi e gli scrigni. Legolas potrà colpire bersagli con il suo arco, Aragorn potrà investigare le tracce come nessun altro e Gimli avrà dalla sua la consueta forza erculea, per fare qualche esempio.Nella saga spesso le avventure dei protagonisti si svolgono temporalmente nello stesso momento, a differenza magari di Harry Potter, dove tutto ruotava intorno al maghetto e ai suoi amici, perciò il team di sviluppo ha inserito in alcune missioni la chance di spostarsi tra due differenti campi di battaglia in tempo reale, gestendo contemporaneamente le missioni. Niente di rivoluzionario, ma godibile intuizione, per spezzare il ritmo nelle aree più ripetitive. Perché un po' di ripetitività in fondo si fa sentire: romperete sempre ogni oggetto alla ricerca della valuta LEGO, cambierete i personaggi per sfruttare le loro abilità, ricostruirete la vostra strada verso la fine dei livelli, come da qualche anno a questa parte, a conti fatti. La magnificenza dell'intreccio e delle situazioni però non vi vorrà mai far staccare la mano dal joypad, ve lo assicuriamo.


Una mano lava l'altra, compreso il suo scintillante Anello

La fortuna di LEGO Il Signore degli Anelli è quella di essere un matrimonio perfetto tra un sistema di gioco e una storia. L'epica favola di Frodo, Sam e dell'Anello si completa con il divertimento offerto dalle trasposizioni virtuali delle costuzioni di Billund, Danimarca e ci regala un serio candidato ai giochi dell'anno. Non sarà il videogioco più originale o innovativo del 2012, ma arriva dona la quadratura del cerchio agli sviluppatori, che ora dovranno impegnarsi davvero per trovare una partnership di simile impatto per impressionarci di nuovo in futuro.

COMMENTO
Mail@ mattscanna

Sono contento come una pasqua. Il signore degli anelli è qualcosa di speciale e ogni chance di rivivere la magnifica trilogia di Jackson è buona. Se a ciò arriva di contorno un ottimo videogame, di collaudata riuscita, la ricetta per un voto altisonante è bella che fatta.

GRAFICA:8.5Solito bel lavoro, questa versione offre anche paesaggi evocativi e tanti elementi a schermo in movimento.
SONORO:9.5Le musiche, celestiali, della trilogia e il doppiaggio originale. In inglese, però.
GIOCABILITà:8.5In fondo è semplice, ma è divertente e vario al punto giusto.
LONGEVITà:8.5L'avventura ha una durata adeguata, per sbloccare tutto potrebbero volervi mesi interi.
VOTO FINALE9
PRO:- Il carisma dell'opera di Tolkien
- La simpatia dei LEGO
- Una struttura di gioco collaudata e perfezionata negli anni
CONTRO:- Alla fine ogni episodio è più o meno la stessa solfa
LEGO Batman 2: DC Super Heroes (PS3)La Gotham di DC Superheroes 2 è la madre della Terra di Mezzo di questo gioco.
LEGO Star Wars: The Complete Saga ( X360 )Giusto Star Wars può rivaleggiare con Il Signore degli Anelli in carattere.
SCHEDAGIOCO
Cover LEGO The Lord of the Rings

LEGO The Lord of the Rings

Scheda completa...
LEGO Il Signore degli Anelli 2012-12-06 01:45:38http://www.vgnetwork.it/recensioni/lego-il-signore-degli-anelli/Un mattoncino per dominarli tutti1020525VGNetwork.it