Lego Indiana Jones 2: L'Avventura Continua

Sempreverdi, adorabili mattoncini colorati...
Scritto da Mail@ mattscannail 25 novembre 2009
Lego Indiana Jones 2: L'Avventura Continua Recensione
A poco più di un anno di distanza dal primo episodio, Traveller's Tales torna alla carica, sfornando il secondo capitolo di Lego Indiana Jones, denominato L'Avventura Continua. In casa LucasArts devono aver apprezzato il binomio tra mattoncini colorati danesi e l'archeologo dell'avventura in quanto riproporre un intero nuovo gioco dopo così poco tempo è un'abitudine comune (quasi) solo nei giochi sportivi. Ovviamente, tutto ciò può far alzare più di un sopracciglio, come sempre nei casi di seguiti ravvicinati nell'uscita, spesso privi di inventiva e troppo simili al titolo precedente; Lego Indiana Jones 2, invece, pur non brillando, si rivela un adventure divertente, senza troppe pretese e meritevole quantomeno di noleggio, se non di acquisto e apprezzamento particolare nel caso siate fan della saga cinematografica (come chi vi scrive, NdR) .La formula resta la solita dei titoli "made in Lego": visuale dall'alto, simpatici mondi spigolosi da distruggere per guadagnare monete utili poi a sbloccare qualsiasi veicolo o personaggio giocabile possiate immaginare, perfetti per il gioco in cooperativa in locale (manca infatti una qualsivoglia modalità online, anche se in casa LucasArts pare abbiano in mente di aggiungerla tramite patch; per conferme, controllate il nostro sito periodicamente, NdR). Infine, c'è la sfrenata simpatia nel raccontare le storie di Indy, già di per sé non il massimo della serietà.

L'avventura continua... Doveva proprio?

Se in Lego Indiana Jones e Lego Star Wars un unico hub (ambiente che connette i vari livelli del gioco, similarmente al castello di Super Mario 64) collegava tutti i livelli e le sezioni del gioco, in Lego Indiana Jones 2 gli hub saranno 6: tre riservati ai livelli ispirati all'ultimo lungometraggio Il Regno del Teschio di Cristallo, i tre rimanenti ognuno a coprire le precedenti avventure di Henry Jones Junior, da I predatori dell'Arca Perduta a L'ultima Crociata, passando per Il Tempio Maledetto.Come facilmente arguibile, la trasposizione dei primi tre film in ordine cronologico non ha la stessa profondità della sezione dedicata alla pellicola del 2008; ciò è facilmente spiegabile in quanto nell'episodio pilota di Lego Indiana Jones i tre componenti della trilogia originale erano già stati ampiamente resi in mattoncini e scenette divertenti, per cui diventava difficile aumentare la longevità senza rendere il tutto una minestra riscaldata. Qui nasce forse il primo problema di questo ultimo lavoro di Traveller's Tales: la storia. Essendo incentrato principalmente sull'ultimo capitolo, quello interpretato da un Harrison Ford ormai sconfinato negli 'anta, intento a mettere i bastoni tra le ruote ai russi nella loro ricerca di manufatti di una civiltà aliena, sfuggendo a esplosioni nucleari nascosto in un frigo o scoprendo improvvisamente di avere un figlio, la trama che il giocatore si troverà davanti, raccontata tra l'altro in cut-scenes mute, non sarà certo molto comprensibile nel caso non si conosca il film a menadito (d'altronde risultava poco comprensibile persino al cinema). I tre lungometraggi degli anni '80, i migliori qualitativamente, interpretano la parte del riempitivo, inseriti giusto per far numero e aumentare le ore che passerete a distruggere blocchetti o a far schioccare la vostra frusta.Con ciò non vogliamo insinuare che in Lego Indiana Jones 2 non ci si possa divertire, bensì che con le meccaniche del seguito e la storia del primo, magari anche aggiungendo la parte dedicata al Regno del Teschio di Cristallo, in una sorta di Lego Star Wars: The Complete Saga, il risultato in termini di coinvolgimento e longevità poteva essere esponenzialmente migliore.

Distruggere-distruggere-distruggere.

Non che ci voglia tanto di più che un semplice comando di un robot assassino per fare vostro il mondo di Lego Indiana Jones 2: per guadagnare le sudate monete che vi serviranno per sbloccare personaggi (alcuni inutili o uguali in tutti i film, alcuni costosi oltremodo) o veicoli di ogni genere, basta premere freneticamente il pulsante dedito all'attacco e fare a pezzi tutto, dai vasi da fiori alle scale, dalle librerie alle antenne paraboliche. Se poi all'interno di un livello doveste raggiungere un alto quantitativo di monete, verrete “premiati” con la scritta Vero Avventuriero... Quando si dicono soddisfazioni, no?Il gameplay di Lego Indiana Jones 2: L'avventura Continua non è però solo distruzione pura e semplice e si avvicina molto alle normali produzioni Lego, come Star Wars e Batman. Il gioco verrà sempre affrontato da due personaggi alla volta, che siano entrambi comandati da giocatori in cooperativa locale oppure con uno sotto il controllo dell'intelligenza artificiale del gioco, peraltro di buona fattura; la novità per il gioco in cooperativa sta nell'introduzione di un ottimo split-screen, utile a liberare da ogni restrizione dovuta alla vicinanza i due utenti, i quali potranno liberamente allontanarsi dal partner per esplorare. Lo split-screen ha anche la caratteristica di essere attivo, nel senso che, nel caso i personaggi si riavvicinassero, fluidamente lo schermo tornerà ad essere unito.Per avere la meglio sui soldati tedeschi (e affini), i due omini blocchettosi si divideranno i compiti, a seconda delle loro abilità o degli oggetti che trasporteranno: Indy userà la sua frusta per raggiungere oggetti situati in alto o legare nemici per poi trascinarli nel fuoco, Mutt userà la chiave inglese per riparare oggetti malconci oppure Marion potrà, come del resto tutti i personaggi femminili, saltare più in alto e raggiungere luoghi inaccessibili per il resto della combriccola. Le meccaniche di gioco che riguardano gli accessori e la differenziazione tra diversi protagonisti, aumentano notevolmente la profondità del titolo, ponendo la necessità di una spiccata dose di ragionamento per venire fuori da alcune situazioni intricate o puzzle apparentemente senza soluzione, in modo da non ridurre tutto alla semplice pressione di pulsanti senza senso.Dopo aver affrontato i primi mondi, però, una certa ripetitività di fondo si fa sentire, intervallata solo saltuariamente da confuse ma adrenaliniche missioni alla guida di variopinti veicoli, ovviamente fatti di Lego. Un'altra distrazione dai livelli dedicati al proseguimento della trama principale dei film viene fornita dagli Stage Bonus, raggiungibili direttamente dai vari hub, i quali consistono in semplici camere ricche di monete, dove aguzzare l'ingegno per venirne fuori nel più breve tempo possibile. Sebbene alcune di esse siano ispirate, la qualità media di questi stage non è delle più eccelse ma ha il pregio di spezzare il ritmo della narrazione, aumentando la longevità, non certo alta nel caso si decidesse di seguire solo il filone della storia.

Finalmente l'editor di livelli.

Ad aumentare il fattore rigiocabilità di Lego Indiana Jones 2 arriva di gran carriera l'editor, tanto sbandierato da Traveller's Tales in sede di presentazione del gioco. Sebbene sia lontano dalla perfezione, è appagante vedere il nostro personale mondo fatto di Lego venire alla luce, quasi come tornassimo bambini, progettando colorati mondi senza l'importanza della legge di gravità o delle loro forme singolari, costruendo, con la propria immaginazione a fare da unico limite.Magari parte della poesia e dell'ingenuità di quei tempi la potrete ritrovare in questo editor, il quale spazia da personaggi, a livelli, ad intere avventure (serie di livelli), tutte creabili a partire da zero secondo il nostro unico volere.Strade, auto, aeroplani, nemici: c'è tutto quello che si possa volere, a patto di avere le monete necessarie per sbloccarlo. Una volta terminato il proprio lavoro, sarà possibile salvarlo e giocarlo, magari con un proprio amico al fianco, ma qui a differenza di una recente produzione - il fantastico Little Big Planet - non è previsto nessun modo per condividere le proprie creazioni online con il mondo (come avevamo auspicato in sede di anteprima). Ciò risulta veramente disdicevole e tarpa le ali ad una modalità possibilmente fantastica, la quale resta ora solo un bello ma futile accessorio.

Indy Strikes Back!

Nonostante non eccella in quasi nessun campo, ad eccezione forse di quello sonoro dove approfitta della fantastica soundtrack dei capitoli cinematografici, Lego Indiana Jones 2: L'avventura Continua è un buon titolo. Certo non è esente da difetti: assenza di modalità online (nonostante gli sviluppatori paiano intenzionati ad inserirla con una patch), ripetitività, storia raccontata poco chiaramente; tuttavia, nel complesso, l'ultima fatica di Traveller's Tales risulta divertente e ottima per passare qualche ora con un amico a distruggere o a costruire con i mattoncini più famosi del mondo. Se cercate profondità, grafica spacca-mascella o controlli complessi, girate al largo, ma se siete fan dell'archeologo dell'avventura in cerca di svago, è il caso di concedere un'occasione al titolo LucasArts.
COMMENTO
Mail@ mattscanna
Traveller's Tales compie il suo lavoro a metà, confezionando un titolo a tratti divertente ma non esente da pecche, in particolare la mancanza di opzioni online. L'editor e la storia del Regno del Teschio di Cristallo vi potranno tenere attaccati al gioco per qualche oretta, ma la mancanza di profondità rispetto anche al primo episodio alla lunga si fa sentire. Un prossimo Lego Indiana Jones riassuntivo, magari venduto a prezzo budget similmente a Lego Star Wars: The Complete Saga, sarebbe gradito. Nel caso siate appassionati, dategli una possibilità, ma oggigiorno sugli scaffali si trova di meglio.
GRAFICA:8Colorato, a tratti gestisce molti elementi su schermo senza rallentare.
SONORO:8.5I temi della colonna sonora di Indiana Jones composti da John Williams... Poco altro da aggiungere.
GIOCABILITà:7Nel caso vi appassionaste alla distruzione totale, di roba da sbloccare ce n'è, pur se fine a sé stessa come i mezzi. La storia è invece corta.
LONGEVITà:6.5A tratti noioso nella pressione di un mono-tasto. Alcuni buoni spunti in co-op.
VOTO FINALE7.5
PRO:- Il carisma di Indiana Jones e la simpatia dei Lego.
- Colorato, distruttibile, ampio.
- Editor di livelli.
CONTRO:- Assenza di Online.
- Ripetitivo.
- La storia è breve e mal raccontata.
Lego Batman ( X360 )Altra discreta produzione made in Lego, dedicata all'uomo pipistrello.
Uncharted 2: il Covo dei LadriErede spirituale di Indiana Jones nella sua veste più seriosa e spettacolare.
SCHEDAGIOCO
Cover LEGO Indiana Jones 2: L'avventura Continua

LEGO Indiana Jones 2: L'avventura Continua

Scheda completa...
Lego Indiana Jones 2: L'Avventura Continua2009-11-25 18:25:32http://www.vgnetwork.it/recensioni/lego-indiana-jones-2-l-avventura-continua/Sempreverdi, adorabili mattoncini colorati...1020525VGNetwork.it