LEGO Marvel Super Heroes

I mattoncini danesi si vestono da supereroi!
Scritto da Paolo "Pool" Calabrese & Edriano "Edri" Cordarail 28 novembre 2013
LEGO Marvel Super Heroes Recensione

Ultimamente i supereroi vanno molto di moda, sia nel mondo cinematografico, sia in quello “fumettistico” che in quello videoludico. Recentemente, infatti, non pochi sono stati i titoli rilasciati interamente dedicati a diversi Eroi, a qualunque categoria essi appartengano. Vi sono state delle novità, come la rivalutazione dell’inizialmente sottovalutato Deadpool, che ha visto la nascita di un videogioco dedicatogli. Il ritorno di una cultura “eroica” non si riesce ancora a spiegare: da qualche anno a questa parte si è registrato un aumento notevole di interesse nei confronti dei più grandi supereroi, sia della casata Marvel che DC. Oltre a questa rinascita inaspettata, aggiungiamo a questo argomento anche un altro, totalmente differente, ma che in realtà è collegato direttamente a tutto ciò; da un po’ di tempo, anche il marchio LEGO si è fatto largo all’interno dei videogiochi, con titoli inizialmente semplici, belli da giocare e che parevano destinati ad un pubblico di soli bambini. Con il tempo questo mito è stato sfatato, regalando anche agli adulti tantissime ore di divertimento. Ovviamente, tutto ciò ha avuto un inizio: dalla saga di Star Wars, per poi giungere ad Indiana Jones, fare retro-front verso un rifacimento di Guerre Stellari e poi navigare verso mari inesplorati. Ultimi titoli sono stati Harry Potter, Il Signore degli Anelli ed anche Undercover, destinato esclusivamente alle ultime console Nintendo. Perché questo discorso così lungo e diluito con argomenti non proprio uguali? LEGO, con il suo stampo originale, ha dato luogo ad un nuovo capitolo videoludico interamente dedicato agli eroi Marvel. Se ci è piaciuto oppure no, lo scoprirete solamente leggendo la recensione.


Com’è bello tornar bambini...

LEGO Marvel Super Heroes è un titolo creato, per l’appunto, sulla base dei mattoncini più famosi del pianeta. Quando si pesa ad un videogame LEGO, subito balena in mente quello stile grafico particolare, semplicistico ma che lascia al giocatore l’immaginazione per divertirsi con poco ed una storia riportata agli antichi splendori con una impronta umoristica che solamente i pupazzetti dalla testa cilindrica riescono a dare. In questo caso, però, differentemente dai predecessori, la storia è stata, più o meno, ricreata da zero. Nessun film è stato riprodotto ma sono stati inseriti i personaggi dell’universo Marvel, per poi essere utilizzati durante la Story Line. Se pensate che possa mancare un solo personaggio, vi sbagliate di grosso: nascosti, segregati, sbloccabili, tutti possono essere trovati e tutti possono essere usati per girovagare per l’intera Manhattan. Ogni singolo eroe ed anti-eroe potrà essere utilizzato, durante la storia (a seconda delle situazioni in cui ci si ritrova), durante l’esplorazione cittadina e durante la “Modalità Libera”, con cui ripetere le missioni con qualunque personaggio. Il lato bello della storia è la caratterizzazione dei protagonisti, ognuno riprodotto fedelmente: Spiderman divertente ed ironico, Iron Man sempre carismatico e un po’ spaccone, Deadpool … inimitabile; tutti sono stati creati con minuziosa attenzione, non tanto dal punto di vista grafico, bensì quello comportamentale. E’ bello poter dire “Questo è davvero lui” nonostante si nasconda sotto un mantello o una maschera fatta di mattoncini. Ok, bello. Ma quanto è prestante questo nuovo titolo LEGO? Bè, a questo punto bisognerà, come al solito, suddividere il tutto in varie sezioni.


Tecnicamente altalenante

LEGO Marvels Super Heroes è tecnicamente migliorato, e si nota a vista d’occhio: i riflessi e i giochi di luce sono notevoli. La riproduzione di Manhattan è davvero spettacolare, oltretutto, con un sacco di piccoli ornamenti che non la rendono mai monotona. Le location delle missioni sono differenti l’una dall’altra, con texture eccellenti ed effetti piuttosto carini, che risaltano tra sfondi grandi, oggetti realistici e costruzioni in mattoncini. Il tutto si amalgama più che bene, non facendo mai storcere il naso al giocatore. Il problema, però, si presenta nelle sezioni di “Free Roaming”, in cui in alcuni luoghi nascosti (ma non troppo) della città sono presenti delle texture davvero agghiaccianti; in particolar modo sui tetti, questi problemi sono riscontrabili frequentemente. Non ci si può di certo dimenticare di questi errori, dal momento che sono più che visibili ed anche fastidiosi. I livelli classici, almeno, non presentano questa mole di “distrazioni”, permettendo un sospiro di sollievo. Niente paura, perchè la sabbia, l’acqua e molti altri effetti particellari sono piacevoli da osservare ed è anche divertente come gli sviluppatori hanno inventato modi sempre differenti di realizzare alcune costruzioni, oggetti o fluidi del gioco. Sebbene il tutto sia molto piacevole, non sarà raro, durante le esplorazioni per la città imbattersi in texture sgranate. Purtroppo, però, non sono gli unici problemi che affliggono LEGO Marvel, ma fortunatamenteha in serbo anche moltissimi lati positivi.


… eppur si blocca

Iniziamo dalle notizie brutte, che sono sempre quelle più fastidiose da digerire: il gioco, in fase di “studio” ha freezato un paio di volte. Ciò vuol dire un riavvio totale del sistema e, di conseguenza, la perdita di tutti i passi avanti fatti fino all’ultimo salvataggio incontrato. Questi blocchi sono stati registrati durante le varie escursioni libere per Manhattan e ciò fa pensare che proprio la città grande, di per sé, dia dei problemi al gioco. Assenza di un Multiplayer Online, usuale per titoli di stampo LEGO ma che, come sempre, lascia l’amaro in bocca a tutto coloro che vorrebbero condividere le proprie partite sulla rete. Di conseguenza, la modalità Co-op è molto divertente, ma presenta un eccessivo calo del Frame Rate, che infastidisce e mette in difficoltà non poco. Se poi aggiungiamo un numero di FPS non sempre stabile anche in singolo, il tutto diventa molto caotico. Ma non tutto è perduto. Dal lato positivo, invece, abbiamo l’intera città da visitare, piacevole e piena…e PIENA non è abbastanza per esprimere la quantità gargantuesca di missioni secondarie, di impieghi casuali, oggetti da trovare e livelli da rifare per riuscire a completarli al 100%. Se si aggiungono anche tutti i bonus da acquistare, tutti i personaggi da trovare o comprare, oggetti nascosti e chi ne ha più ne metta, allora la longevità di questo titolo dovrà essere calcolata in anni, e non in ore di gioco. La durata della Story Line, infatti, è approssimativamente lunga 13/15 ore, senza prendere niente di niente e badando solamente ad andare dritti. Purtroppo, però, in alcuni momenti, potrebbero verificarsi errori di gioco, come ad esempio obbiettivi da completare non visualizzati dal sistema e, perciò, sarà necessario ricominciare da capo, o dall’ultimo Checkpoint. Non sempre si è verificato questo problema, per fortuna, ma in alcune occasioni è stato necessario effettuare uno spegnimento forzato.


Gameplay rivisitato…

Il gameplay. Il punto forte di questo titolo. Ogni singolo personaggio è particolare ed ha poteri “unici”: alcuni sono simili, ma ogni singolo eroe ha abilitàsingolari. Chi può aggirarsi per il mondo di gioco con la ragnatela, chi volare con propulsori o con i propri poteri, chi può volteggiare solamente, chi può trasformarsi in diversi oggetti o diventare invisibile. Ogni Eroe è utile a sbloccare qualcosa nel gioco, ed il bello è proprio ripercorrere i propri passi per scoprire segreti preclusi in precedenza. Il tutto molto simile ai capitoli precedenti, ma, come da un po’ di tempo si è potuto notare, la fluidità dei movimenti e dei combattimenti è stata aumentata. Si ha, perciò, la sensazione di “meno legnosità” rispetto a prima, ma in ambienti molto vasti e in modalità Co-op il tutto risulta un po’ pesante, causando la riduzionedel Frame Rate. L’intelligenza artificiale è un altro punto dolente dello stile di gioco: qual è la motivazione? Il fatto è che i nostri compagni, molto spesso fungeranno proprio da preziosi alleati, e non serviranno solamente per coprire spazi vuoti nell’ambiente che ci circonda; in alcune situazioni, però, essi acquisteranno l’intelligenza di un pesce rosso, limitandosi a stare fermi, soprattutto nelle sezioni puzzle, in cui il cambio di personaggio è molto frequente. In queste situazioni, perciò avere un compagno vicino sarebbe più comodo che averlo distante, per poi essere costretti a rifare tutta la strada per arrivare al punto di prima. C’è da dire chequando si impegnano sono dei validi combattenti. Del resto, l’intelligenza artificiale dei nemici è quasi sempre la stessa, nessuna modifica, sempre semplice, anche perché a mettere in “difficoltà” i giocatori saranno i vari enigmi da risolvere. Parlando del movimento stesso, in giro per la città la velocità di spostamento verrà aumentata, così da permettere spostamenti più rapidi, mentre durante le missioni muovere il personaggio sarà semplice. La telecamera potrà essere ruotata nelle sezioni Free Roaming, mentre all’interno dei singoli livelli sarà possibile solamente spostare la visuale, così da dare la possibilità di inquadrare ciò che si ha alle spalle o quello a cui si andrà in contro più avanti.


Tanto divertimento

In fin dei conti, LEGO Marvel Super Heroes è un titolo interessante, che ha voluto tentare di portare una realtà parallela su un videogioco, senza nessuna sceneggiatura già pronta da riprodurre sotto forma di mattoncini. Qualitativamente, LEGO Marvel regala ore intense di divertimento assicurato, soprattutto se giocato in compagnia di amici. Alcuni difetti registrati in fase di gioco sono e saranno annullati dalle varie Patch (alcune già rilasciate), il che non dovrebbe essere una grande preoccupazione. Tantissimi personaggi, una Manhattan ricreata in maniera più che accattivante, sempre diversa e sempre ricca di contenuti. Missioni a non finire, segreti e personaggi nascosti saranno un altro motivo per incentivare i giocatori a continuare ad intraprendere sempre strade ed alternative differenti. Questo titolo, perciò, va a tutti coloro che amano i supereroi Marvel, nonostante siano riprodotti in chiave LEGO, e vogliono vederli combattere sotto una prospettiva differente. L’acquisto, perciò, è consigliatissimo a tutti, anche a chi non si è mai avvicinato a questo genere di fumetti o di personaggi.


LEGO Marvel Super Heroes nelle versioni NextGen

a cura di Edriano “Edri” Cordara

TT Games coglie l’occasione dell’uscita delle console di prossima generazione per prendere le prime misure con il nuovo hardware sul quale dovrà sviluppare nei prossimi anni. Abbiamo avuto modo di provare con mano la versione PlayStation 4 del prodotto Warner e la prima differenza che balza agli occhi dalle versioni current gen è la pulizia visiva generale e gli effetti particellari. Vedendo lo stesso livello sia su PS3 che su PS4 si riesce ad apprezzare quella sottile differenza che nel complessivo distingue una produzione di vecchia generazione da quella appena iniziata. Il gioco in sé, si sa, non è differente essendo un cross-gen, ma è indubbio che su macchine più potenti gli sviluppatori abbiano avuto modo di spingere al massimo la qualità delle proprie creazioni grafiche. E’ sicuramente uno spettacolo per gli occhi ed il divertimento, come già spiegato nei paragrafi qui sopra, è assicurato. Anche i modellini dei personaggi LEGO Marvel riescono a guadagnare nei modelli poligonali, più curati e con texture pulite. Certamente stiamo pur sempre parlando di un titolo della serie LEGO, che non ha bisogno di quel grande dettaglio grafico per sopperire alle proprie esigenze, ma è comunque un primo assaggio di nextgen e non abbiamo nulla da segnalare di particolare. Se avete intenzione di acquistare questo gioco e possedete una PS4 o una Xbox One, vi consigliamo di prendere direttamente la versione di prossima generazione, non ve ne pentirete.

COMMENTO
Paolo "Pool" Calabrese & Edriano "Edri" Cordara

Come sempre, le serie LEGO non si smentiscono mai: hanno quel non-so-che che attraggono così tanto. Divertente, interessante, coinvolgente. Nonostante io abbia sempre ripudiato gli eroi Marvel, questa volta, invece, sono rimasto affascinato da questo mondo così…particolare. Merito, soprattutto, del grande lavoro svolto e dei personaggini LEGO, così caratteristici.

GRAFICA:8L’aspetto tecnico non è mai stato il punto forte di questa saga, ma non per incapacità, bensì per scelta.
SONORO:8Colonna sonora davvero ottima, con pezzi degni dei migliori film di Supereroi.
GIOCABILITà:9.5Personaggi uno diverso dall’altro. Rompicapo non troppo difficili ma carini da portare a termine.
LONGEVITà:10Durata pressoché infinita. Tante…Tantissime missioni secondarie, in giro per la città, senza contare tutti i personaggi da sbloccare e chi ne ha più ne metta.
VOTO FINALE9
PRO:- Sono i LEGO!
- Supereroi Marvel all'ennesima potenza!
- Tantissime ore di sano divertimento
CONTRO:- Qualche intoppo dal punto di vista grafico
- Fastidiosi, eppur sporadici, freeze della console
LEGO City: UndercoverUn titolo particolare, nuovo per la saga LEGO, dal momento che non si fa riferimento a nessun film o serie in particolare. Un bel Free Roaming per divertirsi.
LEGO Harry Potter: Anni 5-7 ( PS3 )Tornare nel mondo magico di Harry Potter in salsa Lego è indubbiamente un'esperienza affascinante per tutti i fan del maghetto.
SCHEDAGIOCO
Cover LEGO Marvel Super Heroes

LEGO Marvel Super Heroes

Scheda completa...
LEGO Marvel Super Heroes2013-11-28 15:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni/lego-marvel-super-heroes/I mattoncini danesi si vestono da supereroi!1020525VGNetwork.it