Project CARS: Game of the Year Edition

Il simulatore del popolo in versione completa!
Scritto da il 13 maggio 2016
Project CARS: Game of the Year Edition Recensione

Esattamente un anno fa su VGNetwork.it abbiamo pubblicato la recensione di Project CARS, simulatore di guida ambizioso sviluppato grazie ad una community laboriosa e generosa che, dopo aver fatto scuola su PC, approdò su console per la gioia di chi cercava una sfida virtuale al volante.

Adesso, Bandai Namco decide di ripubblicare il titolo, includendo un nuovo titolo ma soprattutto tutti i DLC usciti in quest’anno, arricchendo il pacchetto in maniera molto, molto forte. Vediamo cosa bolle in pentola.


Non è importante la curva che vedi…

La recensione del buon Black Duke ha infatti resistito al tempo e le sue intemperie, dunque vi rimando all’articolo stesso per avere una buona idea del gioco nella sua versione base. Si è deciso di premiare il gioco per la sua attenzione alle necessità di ogni pilota virtuale, dal neofita al mangiatore di asfalto, corredato di una carriera totalmente libera e un online che vive grazie al cuore della community, grazie alla creazione di sfide personalizzate e persino weekend di gara. La Game of the Year fa molta più leva sui contenuti aggiuntivi, aumentando esponenzialmente le cose da fare nel gioco, a partire dal piatto forte: le auto. In questa edizione Project CARS arriva alle tre cifre, passando dalle 75 macchine base a ben 125 bolidi, bolidi che ovviamente non saranno macchine stradali classiche come in Gran Turismo, bensì una flotta di supersportive da far invidia al miglior collezionista: avremo marche giapponesi come la Toyota Le Mans 2014, passando per i brand americani e quindi Mustang GT, sia nella sua versione classica del 1964 sia l’ultima incarnazione datata 2015. Ma il piatto forte, come sempre, è quello tricolore: l’ultimo add-on del gioco infatti propone una doppietta firmata Pagani che include la Huayra BC, dedicata al primissimo cliente dell’azienda italiana venuto a mancare recentement,e e la Pagani Zonda Revolucion, descritta semplicemente come la forma finale dell’eclettico primo modello della casa di San Cesario sul Panaro.

Non solo di macchine si nutre l’uomo, ma anche di asfalto rovente: ecco quindi che anche il parco piste del gioco ottiene nuova linfa grazie a numerosi tracciati aggiuntivi che portano la collezione finale a 35 località ben distinte e oltre 100 circuiti tra classici e varianti. Anche qui troviamo chicche dei fanatici come le versioni classiche di Hockenheim e Silverstone, ma soprattutto il magnifico Nürburgring, arricchito stavolta con la configurazione Endurance, comprendente tanto l’attuale percorso del tracciato quanto la celebre Nordschleife, arrivando all’incredibile lunghezza di 25 km.


… ma quella che viene dopo!

Passando alle cose serie, c’è un altra grande particolarità del gioco: la sua uscita non proprio brillante e la mole di bug iniziali che spense in parte gli entusiasmi. L’occasione della Game of the Year è quindi anche buona per chi ha rinunciato al titolo al momento della release, attendendo il momento giusto per giocare una versione decisamente più stabile dell’originale e con gran parte dei difetti iniziali limati a dovere, perlopiù legati a grossi problemi grafici e di prestazione, che, soprattutto sulla versione One, si facevano sentire non poco. Proprio la versione Xbox da noi testata si è infatti rivelata ottima, risolvendo buona parte dei problemi di tearing e migliorando il frame rate; nulla di paragonabile rispetto all’altissima qualità della versione PC, ma si nota l’impegno di Slightly Mad Studios nel mettere numerose pezze che, al netto dell’esperienza di gioco, rendono tollerabili gli sporadici errori che si presentano.

Per il resto, signori miei, Project CARS è sicuramente uno dei titoli da prendere in considerazione per gli amanti dei simulatori di guida, abbastanza da poter convincere qualcuno all’acquisto di un bel volante, se non altro perché adesso c’è davvero un buon motivo per farlo.

PRO:- Carriera lunga da vivere come si vuole
- Grandissima scalabilità e tante opzioni, in ogni ambito
- Modello di guida appassionante e impegnativo…
CONTRO:… ma non sempre efficace, specialmente con un pad
- I.A. a volte confusa
- Parco macchine un tantino limitato
Forza Motorsport 6L’esperienza di guida targata Microsoft, immancabile negli scaffali degli autofili.
DRIVECLUBEvolution Studios ci ha regalato un titolo maestoso, anche a due ruote se preferite.
VOTO FINALE8
SCHEDAGIOCO
Cover Project CARS: Game of the Year Edition

Project CARS: Game of the Year Edition

Scheda completa...
Project CARS: Game of the Year Edition2016-05-13 09:00:23http://www.vgnetwork.it/recensioni/project-cars-game-of-the-year-edition-53509/Il simulatore del popolo in versione completa!1020525VGNetwork.it