Rogue Legacy

Un altro ottimo indie debutta nella next generation
Scritto da il 18 maggio 2015
Rogue Legacy Recensione

I metroidvania - titoli che uniscono l’esplorazione di grandi location ad un gameplay con forti elementi action - stanno avendo in questi ultimi anni una vera e propria seconda giovinezza: molti giochi ad oggi infatti adottano tale struttura, riscuotendo oltretutto un certo successo sia di pubblico che di critica. La serie Batman: Arkham, Shadow Complex, Cave Story, Dust: An Elysian Tail, SteamWorld Dig e Guacamelee! sono solo alcuni dei tantissimi esempi che abbiamo sotto agli occhi, e non si tratta unicamente di prodotti indie.

Recentemente è arrivato su console Sony un titolo che ha destato non pochi interessi all’interno del mercato PC grazie soprattutto alla sua formula di gioco unica: si tratta di Rogue Legacy, un gioco che unisce alla struttura dei classici metroidvania quella decisamente più particolare dei roguelike, dove le mappe casuali e la morte permanente la fanno da padrone.


Una stirpe di guerrieri

Avviata la prima partita, ci troveremo subito immersi nell’azione grazie ad un breve tutorial al termine del quale saremo chiamati a scegliere quale personaggio utilizzare per esplorare il misterioso castello maledetto che si erge davanti a noi. Avremo a disposizione tre differenti soggetti, ognuno dotato della sua peculiare classe nonché di specifiche caratteristiche fisiche, che ci permetteranno di ottenere determinati bonus durante la partita. Fatta la scelta viene quindi il momento di entrare nel castello per sconfiggere i nemici e riportare la pace nel regno; peccato, però, che dopo un paio di colpi subiti il nostro prode eroe morirà miseramente a causa delle letali ferite riportate in combattimento. Game Over, schermata del titolo. E adesso come facciamo? Niente paura, quando il gioco si avvierà dovremo scegliere di nuovo a quale dei tre discendenti del caduto eroe far affrontare l’ardua impresa, potendo contare sull’oro raccolto nella precedente partita. Questo potrà essere speso per acquistare potenziamenti per il castello, equipaggiamenti o abilità e dovrà essere completamente utilizzato prima di avviare una nuova esplorazione poiché ci verrà automaticamente sottratto dal demone Charon che gestisce il cancello d’accesso all’edificio.

Bene, a questo punto tutto è pronto per continuare la nostra avventura. E invece no! Essendo un roguelike, la mappa di gioco che avevamo precedentemente esplorato verrà irrimediabilmente cancellata in favore di una completamente nuova, che dovrà essere visitata daccapo. Frustrante? Non eccessivamente, anche perché vi sarà sempre la possibilità di mantenere il vecchio maniero lasciando il 40% del denaro raccolto ad un architetto che ne bloccherà la struttura per la partita successiva. Dopo le numerose ore spese su Rogue Legacy vi possiamo assicurare che questa opzione entrerà in gioco meno spesso di quanto possiate immaginare poiché il fulcro del prodotto è proprio quello di raccogliere soldi, accumulare potenziamenti per il personaggio così da farne aumentare il livello e sconfiggere i vari boss presenti in oguna delle quattro aree in cui è suddivisa la mappa.


It’s metroidvania b*tch!

Ok, abbiamo appurato che il gioco di Cellar Door Games è un roguelike, ma la struttura da metroidvania esattamente dove sta? Beh, l’esplorazione del castello è un elemento molto importante seppur nella sua struttura non eccessivamente articolata, così come la raccolta di oggetti e l’acquisto di potenziamenti permette di progredire e visitare porzioni di stanze non raggiungibili altrimenti.

Uno degli elementi più interessanti del prodotto è proprio il già accennato sviluppo del personaggio, che avviene sia attraverso l’acquisto di appositi potenziamenti per il castello, come nuove classi, miglioramenti alla vita, all’attacco, alla barra del mana, alla quantità di denaro guadagnato ecc., sia attraverso equipaggiamenti e abilità. Queste in particolare permetteranno di costruire una vera e propria build del guerriero che potrà essere cambiata ogni qualvolta si vorrà sconfiggere un determinato tipo di nemico piuttosto che farmare denaro per avanzare nella progressione.

Soddisfacente, infine, il level design, che, nonostante sia generato in maniera procedurale, riesce comunque a mantenere una sua struttura logica per niente frustrante o mal fatta e che anzi è dotata di alcune sessioni di platforming davvero cariche di sfida. Complimenti agli sviluppatori: non è semplice ricreare il feeling tipico dei metroidvania in un roguelike!


Semplice ed essenziale

Cosa si può dire del comparto tecnico? Rogue Legacy utilizza un motore grafico completamente bidimensionale in modo da regalare a chi ha il pad in mano la sensazione di giocare ad un titolo appartenente alla gloriosa era dei 16 bit. Questo feeling è ulteriormente rafforzato grazie al particolarissimo stile adottato, vero e proprio tributo alla famosissima serie Castlevania di Konami, con tanto di nemici ed oggetti davvero molto simili.

Tutto perfetto? Non esattamente: il titolo, essendo un roguelike, purtroppo pecca non poco nella varietà delle ambientazioni, che gira e rigira sono tutte molto simili tra loro e per niente caratterizzate. I fondali sono tutti uguali, gli oggetti a schermo molto pochi e la realizzazione del proprio alter ego non è propriamente incredibile. Un vero peccato: con qualche sforzo in più molto probabilmente il risultato sarebbe stato senza dubbio migliore.

Simpatiche invece le musiche, anch'esse realizzate in pieno stile 16 bit con melodie accattivanti ed adatte alle varie situazioni.


Promosso o bocciato?

Rogue Legacy è un titolo da tenere in considerazione: l'unione tra roguelike e metroidvania ha generato un ibrido da non sottovalutare, grazie ad un impianto di gioco frenetico, adatto ad una partita e via e che crea assuefazione. Certo, il farming del denaro è sempre dietro l'angolo, ma, considerando l'ottimo ritmo e la fluidità nei controlli, ci sentiamo di non considerarlo propriamente un difetto quanto piuttosto una caratteristica peculiare del titolo.

Venendo quindi al verdetto finale ci sentiamo assolutamente di promuovere il titolo di Cellar Door Games, che, nonostante un comparto grafico un po' sottotono, riesce comunque a brillare di luce propria sia su home console sia su PlayStation Vita. Siete alla ricerca di un gioco con cui trascorrere questa estate e siete degli amanti di metroidvania? Rogue Legacy è il gioco che fa per voi!


a cura di Giovanni “Guitar Hero” Ormesi

Anche su Xbox One

Rogue Legacy nasce su PC nel 2013, e, come abbiamo visto, debutta sulle tre console (quelle ancora in produzione: PS3, PS4 e PS Vita) di Sony nel 2014; il 2015, invece, è l'anno di Xbox One, che accoglierà l'opera di Cellar Door Games il prossimo 27 maggio. VGNetwork ha testato il porting, realizzato in collaborazione con Abstraction Games; dal momento che esso non presenta differenze rispetto alle precedenti versioni del gioco, posso servirmi di questo paragrafo per fornire una seconda opinione sul gioco.

Rogue Legacy è il tipico gioco su cui stai cinque ore filate senza capire né come né perché. La sua struttura roguelite – poco rogue, molto lite – riesce a valorizzare i pregi dei roguelike e ad addolcire le asperità di questo genere particolarmente scorbutico. Il permadeath c'è, ma per modo di dire, dal momento che il sistema delle discendenze consente di conservare equipaggiamenti, stat boost e altri bonus. I livelli sono effettivamente generati proceduralmente, ma dopo alcune ore sarà facile comprendere per sommi capi la struttura portante: il mondo è diviso in quattro aree di difficoltà crescente, a cui bisogna aggiungere la sezione finale (o meglio, la sezione prima del New Game +). In ogni area c'è un boss finale, ma non è necessario sconfiggerlo per passare in quella successiva; il giocatore è libero, col solo limite della morte, che causa il ritorno all'ingresso del castello, nelle spoglie del discendente dell'ultimo eroe defunto.

A proposito di eroi, quelli di Rogue Legacy sono tutti particolari. Anch'essi sono generati casualmente, ma, per non rendere il meccanismo troppo odioso, il giocatore può scegliere sempre fra tre varianti. Oltre alla classe di appartenenza, i guerrieri si distinguono anche per altri tratti, come l'omosessualità, la calvizie, la miopia, l'ipermetropia, la coprolalia, il nanismo, il gigantismo e via discorrendo! Molte di queste caratteristiche hanno risvolti importanti sul gameplay: l'esempio forse più significativo è quello del nano, in grado di sfruttare passaggi segreti che il gigante si sogna, ma ce ne sono altri anche più evidenti che non vi anticipiamo.

Insomma, non posso che concordare con il collega Giacomo: Rogue Legacy è un ottimo gioco, non adatto proprio a tutti, ma comunque straconsigliato. Certo, bisogna avere un po' di pazienza e chiudere un occhio sulla ripetitività...

COMMENTO

Sono un grande fan dei metroidvania ed ero estremamente curioso di mettere le mani su Rogue Legacy. Nonostante un'iniziale titubanza data dalla natura procedurale delle mappe, devo dire che questo roguelike mi ha davvero rapito, facendomi collezionare un gran numero di ore, soprattutto su PlayStation Vita. Giocarlo sulla portatile Sony è infatti il miglior modo per affrontare il titolo di Cellar Door Games, in quanto è estremamente adatto a partite veloci tipiche del mercato handheld. Un gioco che mi sento decisamente di consigliare, anche se riconosco non essere adatto propriamente a tutti i palati.

GRAFICA:7Discreta realizzazione, anche se pecca in varietà.
SONORO:8Musiche piacevoli, rigorosamente in stile 16 bit.
GIOCABILITà:9Divertente e frenetico, produce assuefazione.
LONGEVITà:8.5Il gioco riuscirà a tenervi incollati al pad per un discreto numero di ore.
VOTO FINALE8.5
PRO:- Ottimi controlli
- Buona longevità
- Gameplay accattivante
CONTRO:- Tecnicamente un po' spoglio
- Potrebbe non piacere a tutti
Castlevania: Lords of Shadow - Mirror of Fate HD ( PS3 )Questo episodio è un metroidvania in tutto e per tutto, quindi se amate il genere dovete assolutamente giocarlo.
Guacamelee!: Super Turbo Championship Edition ( PS4 )Un gioco davvero ben fatto, ricco di humour e con un level design convincente.
SCHEDAGIOCO
Cover Rogue Legacy

Rogue Legacy

Scheda completa...
Rogue Legacy2015-05-18 15:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni/rogue-legacy-46850/Un altro ottimo indie debutta nella next generation1020525VGNetwork.it