The Swindle

Rapine steampunk firmate Size Five Games!
Scritto da @ GuidoSora7il 11 agosto 2015
The Swindle Recensione

Si sa, non è semplice sviluppare titoli procedurali. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad una crescita smisurata di titoli creati appositamente per garantire esperienze sempre diverse al videogiocatore di turno. Ma il design procedurale è un’arma a doppio taglio: può condurre a successi inaspettati se sfruttato come si deve, ma se messo in campo in modo approssimativo può rendere ogni partita frustrante e inconcludente.

Il titolo che ci apprestiamo a recensire, The Swindle, cerca di sfruttare tutti gli aspetti positivi di questa particolare tecnica, unendo ad un estrema variabilità un impianto stealth davvero accattivante. La scelta di Size Five Games sarà stata azzeccata? Scopriamolo insieme!


In questo mondo di ladri…

Il setting alla base di The Swindle è davvero originale. In una Londra vittoriana dalle tinte steampunk la vita del ladro diventa di giorno in giorno più difficile. Come se non bastassero aggeggi elettronici e cyborg a rendere le cose difficili per truffatori e malfattori, Scotland Yard ha attuato un piano per porre fine ad ogni crimine. creando una inviolabile intelligenza artificiale denominata Devil’s Basilsk. I ladri sono così destinati a cambiare mestiere? Niente affatto, se saremo bravi ad impedirlo!


A caccia del colpo perfetto

Dato che il manipolo di furfantii di cui vestiamo i panni non è ben equipaggiato (per usare un eufemismo), per poter puntare al Devil’s Basilisk i malfattori dovranno prima eseguire una lunga serie di furti minori. Alla guida di uno dei tanti borseggiatori disponibili saremo chiamati a compiere furti in case, industrie, banche… in pratica in tutti i luoghi della city britannica in cui è possibile racimolare un po’ di denaro.

Detto così il nostro obiettivo sembra davvero semplice, ma la realtà è ben diversa. Una volta mossi i primi passi nella città di The Swindle infatti ci si ritrova al cospetto di un platform davvero complesso. All’inizio dell’avventura il videogiocatore è privo di qualsiasi sorta di potenziamento o gadget, e può fare affidamento solo sulle proprie forze per portare via un buon bottino, fatto di gruzzoli di sterline e terminali informatici da hackerare. Come preannunciato, questeultime sono generate proceduralmente e, giusto per rendere le cose ancora più complicate, sono anche ben sorvegliate. In questo senso, l’approccio stealth suggerito da Size Five Games nelle varie presentazioni del titolo si rivela l’unico impiegabile per ottenere il massimo bottino disponibile. Basterà infatti commettere un minimo errore di calcolo per indurre tutte le guardie robotiche presenti nei livelli a nascondere il denaro e svuotare i terminali informatici.

Un altro elemento da tenere in considerazione durante l’esplorazione è la salute del nostro alter-ego criminale, tanto cagionevole da rendere il minimo attacco nemico letale. Ma se da un lato i ladri a disposizione non scarseggiano, dall’altro è il tempo a nostra disposizione a scarseggiare. Difatti, rimangono solo cento giorni (i tentativi a nostra disposizione, ndr) prima che Scotland Yard attivi il Devil’s Basilisk. Ed è qui che i power up e i gadget si rivelano essenziali. Sfruttando il terminale attivo nel covo dei ladri è possibile potenziare l’arsenale a nostra disposizione, rendendo i furti sempre più facili e aumentando la percentuale di successo dei colpi.

In queste occasioni il sistema di upgrade studiato dai developer inglesi si rivela davvero vasto. I potenziamenti acquistabili attraverso il terminale collocato nel covo dei nostri ladri offre infatti diverse soluzioni al videogiocatore: ad esempio, acquistando il doppio salto si potrà scegliere un punto diverso per cominciare l’esplorazione dello scenario, mentre con il potenziamento al sistema di hacking si potranno raccogliere somme generose in tempi brevi. Insomma, la varietà sotto questo punto di vista non manca, e contribuisce a creare un senso di progressione e di appagamento per ogni impresa riuscita.


Steampunk è bello!

Se dal punto di vista del gameplay The Swindle offre diversi spunti interessanti, anche dal punto di vista tecnico il lavoro di Size Five Games è davvero gradevolissimo. Gli scenari steampunk ricreati dai developer britannici offrono un bel colpo d’occhio, e tutti i personaggi presenti su schermo spiccano con animazioni curatissime e dettagli.

Ad accompagnare le azioni dei coloratissimi ladri poi troviamo una colonna sonora azzeccatissima, che non solo si sposa alla perfezione con le meccaniche stealth del titolo, ma che varia continuamente in base alle azioni su schermo.

Giunti alla conclusione della nostra review, non possiamo che consigliarvi The Swindle. Il gioco di Size Five Games è un mix perfetto di meccaniche platform e stealth, ed offre un livello di difficoltà degno del miglior Lupin. Se si considera il prezzo a cui è distribuito su Playstation Store e il fatto che è giocabile anche su PS Vita, il vero reato è lasciarselo sfuggire.

COMMENTO
@ GuidoSora7

Sin dalle prime immagini diffuse in rete The Swindle mi aveva stupito grazie al suo look grafico particolarissimo. Pad alla mano il lavoro svolto dai ragazzi di Size Five Games però non è solo bello da vedere, ma anche ben strutturato e divertentissimo da giocare.

GRAFICA:8Look steampunk pregevole ed animazioni curatissime.
SONORO:8Colonna sonora coinvolgente e varia.
GIOCABILITà:7.5Curva di apprendimento ripida e controlli a tratti macchinosi.
LONGEVITà:8La natura procedurale dei livelli, unita alla scelta del miglior equipaggiamento e alla caccia al Devil’s Basilisk, offre diversi spunti di rigiocabilità.
VOTO FINALE8
PRO:- Look steampunk gradevole
- Sistema di potenziamento vario e profondo
- Level design procedurale...
CONTRO:- … in alcuni casi addirittura perfido!
- L’eccessiva difficoltà iniziale può risultare frustrante
Spelunky ( PS4 )Nel platform procedurale creato da Derek Yu bisogna condurre un archeologo nelle viscere della terra, alla ricerca di reperti dimenticati e tesori.
Rogue Legacy ( PS4 )Un platform con elementi roguelike, in cui la morte è sempre dietro l’angolo. Nei panni di un cavaliere bisognerà liberare un castello da presenze maligne.
SCHEDAGIOCO
Cover The Swindle

The Swindle

Scheda completa...
The Swindle2015-08-11 12:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni/the-swindle-50356/Rapine steampunk firmate Size Five Games!1020525VGNetwork.it