The Walking Dead: Michonne - Episode 1: In Too Deep

Prima della Season Three, ecco una miniserie per The Walking Dead
Scritto da Mail@ TrueSassail 29 febbraio 2016
The Walking Dead: Michonne - Episode 1: In Too Deep Recensione

Lo scorso 23 febbraio è finalmente uscito il primo episodio di The Walking Dead: Michonne - A Telltale Miniseries. Le aspettative erano sicuramente alte e siamo lieti di annunciarvi che il gioco merita tutta la pubblicità che ha avuto. Possiamo dire che Telltale Games ha fatto un ottimo lavoro anche questa volta. Ovviamente, se non avete giocato ai capitoli precedenti di The Walking Dead vi consigliamo vivamente di provarli prima di iniziare questa nuova avventura!


Michonne: un passato difficile

Ambientato tra il numero 126 e 139 del fumetto, questo primo episodio presenta uno dei personaggi più belli e complessi della serie (sia il fumetto o il telefilm), cioè Michonne. La guerriera per eccellenza.

All'inizio del gioco troviamo una devastata Michonne combattere contro alcuni vaganti (così li chiamano nella traduzione italiana, ndr) e durante il prologo verremo sbalzati dentro e fuori la testa della nostra protagonista incapace di distinguere la realtà dall'immaginazione. L'unica cosa che fissa intorno a lei sono gli zombie che abbatte con fatica. Inizialmente infatti siamo nel bosco per poi ritrovarci nel vecchio appartamento di Michonne davanti alla quale, a tratti, appaiono due bambini. I suoi figli. Il suo passato che la perseguita e la perseguiterà sempre.

A combattimento concluso ci ritroveremo davanti alla prima, pericolosa scelta del gioco e avremo poco tempo per decidere che cosa fare davanti a Pete, essenziale personaggio di supporto che ci terrà compagnia per tutta la durata di questo episodio.


Coinvolgente e frenetico

Rispetto ai capitoli precedenti, questo nuovo titolo di Telltale Games presenta dei miglioramenti sotto il punto di vista grafico, e il taglio della storia è più cinematografico. Ci ritroveremo completamente coinvolti nella catena di eventi che si susseguiranno in maniera a dir poco frenetica. Se durante il gioco penserete "adesso vado a farmi un caffé", beh, non ne avrete la possibilità perché non riuscirete a discostarvi neanche per un momento dallo schermo, e senza neanche rendervene conto il gioco sarà finito. Sì, perché, ahimè, proprio come i suoi predecessori, questo primo episodio è dannatamente corto: dura a malapena novanta minuti. Comprendiamo perfettamente il motivo della breve durata. Il gioco infatti è totalmente farcito di scelte, non ci sarà azione o cosa detta che non avrà una conseguenza sul proseguimento della storia, quindi scegliete attentamente!

Il titolo è rigiocabile più volte, dopo averlo finito avrete sicuramente voglia di ricominciarlo per scoprire a cosa potrebbero portarvi scelte diverse da quelle già conseguite. Anche le risposte che darete ad altri personaggi potrebbero portarvi inimicizie o inaspettate alleanze ed anche per questo vorrete ricominciarlo! Non dimentichiamoci poi dei Quick Time Event che aiutano a rendere il gioco ancora più frenetico e molto spesso ci lasciano totalmente spiazzati. Prestate molta attenzione sempre, perché potrebbero presentarsi a voi anche nei momenti più inaspettati e dovrete quindi essere pronti in ogni istante a spingere il pulsante giusto al momento giusto se non volete essere mangiati vivi da uno dei simpatici zombie che bramano ardentemente la vostra carne!


Pochi difetti e tanta sostanza!

Come dicevo, questo gioco dura a malapena novanta minuti e questo potrebbe sconcertare. A suo favore però c'è da dire che oltre la durata ha soltanto un altro difetto: è solo in inglese e non sono supportati neanche i sottotitoli in italiano, ma questo non deve allarmarvi: se masticate anche un minimo l'inglese non vi sarà difficile comprendere i dialoghi. Qui c'è da fare un elogio ai doppiatori originali, che hanno fatto un ottimo lavoro.


Per il resto mi dichiaro più che soddisfatta!

Sinceramente ero scettica all'inizio, non perché non mi piaccia Telltale (anzi!), ma perché avevo paura che un altro titolo di The Walking Dead non avrebbe avuto più nulla da raccontare. Mi sono dovuta ricredere! Il gioco è veramente ben strutturato sia dal punto di vista tecnico che narrativo. A parte qualche piccolo bug del tutto trascurabile, non sono riuscita a trovare nessun difetto sotto questi due aspetti e ciò significa che il lavoro che c'è stato dietro è stato molto minuzioso e attento e per questo sento di complimentarmi con Telltale Games e non vedo l'ora di provare gli episodi successivi!

A proposito, per quanto riguarda appunto, i prossimi episodi ci ritroviamo davanti al buio più totale. Dato che il finale di questo primo capitolo non è solo aperto, ma è una vera e propria voragine, non abbiamo la più pallida idea di che cosa potrà accadere in futuro. Non ci resta che attendere con pazienza l'uscita del secondo episodio!

PRO:- Storia coinvolgente
- Grafica più che soddisfacente
- Ottimo doppiaggio
- Bella colonna sonora
CONTRO:- Dura a malapena 90 minuti
- Solo in inglese
- Piccoli bug
How to Survive: Storm Warning Edition ( PS4 )Guida di sopravvivenza all'apocalisse zombie.
Dying Light: The Following - Enhanced Edition ( PC )Da provare se gradite un po' di azione in prima persona a tema zombi.
VOTO FINALE7
SCHEDAGIOCO
Cover The Walking Dead: Michonne - Episode 1: In Too Deep

The Walking Dead: Michonne - Episode 1: In Too Deep

Scheda completa...
The Walking Dead: Michonne - Episode 1: In Too Deep2016-02-29 09:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni/the-walking-dead-michonne-episode-1-in-too-deep-52765/Prima della Season Three, ecco una miniserie per The Walking Dead1020525VGNetwork.it