Tomb Raider: Definitive Edition

Lara Full HD e capelli trattati con shampoo e balsamo di Tress FX!
Scritto da Mail@ Ninoethan95il 28 gennaio 2014
Tomb Raider: Definitive Edition Recensione

Sin dal suo debutto nell’ormai lontano 1996, Tomb Raider ci ha accompagnato nel corso degli anni, facendoci vivere avventure a la Indiana Jones, e facendoci affezionare alla sua protagonista, Lara Croft. Dopo un periodo “nero”, che ha visto Lara rifarsi solamente il decolté più e più volte, senza lasciare di fatto nulla di importante nella testa del giocatore (o quasi), si è deciso quindi di dare un colpo di spugna e riavviare la serie dall’inizio, affibbiando a Crystal Dynamics il compito di narrare le vicende di una giovane Lara.

Rilasciato nel primo trimestre 2013, Tomb Raider (titolo senza fronzoli, a sottolineare proprio il nuovo inizio) ha subito appassionato fan di vecchia data e non, e ricevendo approvazioni dalla critica mondiale. Ora che le nuove console di Sony e Microsoft sono sul mercato, Lara torna a stupire con un comparto tecnico aggiornato, e dando la possibilità di immergersi in questa nuova avventura a chi non ha giocato l’originale su PS3, Xbox 360 e PC. Continuate quindi la lettura e scoprite quali novità ha in serbo Lara su PS4e Xbox One.


“Resta di stucco, è un barbatrucco!”

Prima di addentrarci negli aspetti tecnici e affermare quanto è migliorato il gioco sotto il profilo grafico, è bene fare un breve ripasso sul filone narrativo, in modo da far ambientare anche coloro che non hanno avuto la possibilità giocare il titolo lo scorso anno.

Crystal Dynamics propone una Lara inesperta, diversa da quella che eravamo abituati ad impersonare, alle prese con la sua prima spedizione archeologica in territorio giapponese, nell’isola di Yamatai, alla ricerca della Regina del Sole Himiko. Assieme a lei troviamo l’equipaggio della Endurance, nave capitanata da Conrad Roth, vecchio amico di famiglia di Lara, che seguirà la nostra eroina attraverso il suo viaggio. Secondo i dati in possesso di Lara, l’unico modo per aver accesso all’isola è quello di proseguire attraverso il Triangolo del Dragone (una sorta di Triangolo della Bermuda), ma la scelta costerà l’integrità della nave, che andrà ad affondare nelle vicinanze dall’isola. Da qui inizia la nostra avventura, ma è giusto che siate voi a continuare e a scoprire tutti i misteri celati nell’isola.

Eccoci giunti finalmente all’analisi tanto attesa: quanto bene si vedono i capelli di Lara? Dal punto di vista tecnico, il gioco fa un salto di qualità restituendo una fluidità dell’immagine a 60fps a 1080p nativisuPS4, mentre la versione per Xbox One sembra assestarsi sui 30fps a 1080p. Ma l’upgrade grafico ha portato con sé anche qualche effetto extra come per esempio la tecnologia Tress FX (già in sviluppo la versione 2.0, ndr), notagià a tutti gli utenti PC, con cui è possibile rendere naturale il movimento dei capelli, capello per capello, con un realismo maggiore donato alla giovane avventuriera. Anche gli effetti particellari sono stati migliorati, con luci più vivide, nebbie e pulviscoli densi, e lo sporco che andrà ad accumularsi sul corpo di Lara, assumendo una consistenza tale che sembrerà di averlo noi stessi addosso tanto è definito (parola di scout). Inoltre il titolo è esente da rallentamenti, anche nelle fasi più concitate, ed il pop up che affliggeva ogni tanto le versioni per PS3 e Xbox 360 sembra un lontano ricordo. Insomma, l’impatto generale è magnifico, e se dovessi consigliarvi il titolo sulla base di quanto detto qui sopra, la riposta sarebbe affermativa. Ma solo considerando l’aspetto tecnico.


Tanta esplorazione e match competitivi

Se da un lato l’aspetto del titolo è diverso, il cuore dell’esperienza è rimasto lo stesso. L’intento di Crystal Dynamics è stato quello di costruire un’intera isola che, a parte qualche sezione scriptata per rendere l’azione più cinematografica, è possibile esplorare da cima a fondo, con una flora e fauna viva e variegata. Sarà infatti possibile cacciare animali, come cervi e uccelli, cinghiali e lupi, così da poter progredire con le abilità e il miglioramento delle armi. Ma che Tomb Raider sarebbe senza sfide e tombe varie? Anche se la difficoltà generale non è elevata, tranne in alcuni punti, il bello dell’esperienza sarà proprio la ricerca di antiche tombe da esplorare e antichi manufatti da collezionare, i quali andranno a raccontarci pezzo per pezzo miti e leggende legati alla regina Himiko, ma anche le testimonianze di coloro che hanno prima di noi esplorato l’isola di Yamatai.

Pur rimanendo dell’idea che l’esperienza single player sia il fulcro di ogni titolo, per la prima volta nella serie, arriva il multiplayer, facilmente associabile a quanto visto in titoli come Uncharted di Naughty Dog, che con le varie modalità saprà regalare ore di divertimento aggiuntive assieme amici ed altri giocatori sparsi per il globo, ma quella sensazione di già visto permane, e la voglia verso questa componente andrà presto scemando. 


Definitive!

Oltre al miglioramento grafico, SquareEnix con Tomb Raider: Definitive Edition propone tutti i DLC sino ad ora rilasciati, quindi costumi, mappe multiplayer, ed armi, con l’intento di spingere le vendite ed essere appetibile per tutti coloro che hanno acquistato una console next gen e non hanno giocato al titolo originale. Ma per tutti gli altri quanto potrà essere conveniente il pacchetto, soprattutto per quelli che hanno già completato al 100% il titolo sulla generazione passata? Da questo punto di vista l’offerta è moderata: se da un lato il voler addentrarsi nuovamente nell’isola migliorata con la tecnologia next gen può essere una motivazione valida all’acquisto, dall’altro vi sono i 60€ richiesti per portarsi a casa il tutto che potrebbero frenare anche i più volenterosi. La decisione ovviamente spetta solo al giocatore, e nel caso i soldi non fossero un problema, consiglio caldamente di godervi questo nuovo inizio per Lara.

COMMENTO
Mail@ Ninoethan95

Crystal Dinamics ha fatto un ottimo lavoro di upgrade, andando a ritoccare e ad aggiungere tutto quello che non era stato possibile inserire nel titolo originale uscito l’anno scorso, come ad esempio i 1080p nativi e la tecnologia Tress FX, prima esclusiva dei soli PC. A questi vanno aggiunti tutti i DLC usciti sul mercato inseriti nella nuova edizione definitiva di Tomb Raider. Ma ora siamo davanti ad un bivio: a chi proporre la Tomb Raider: Definitive Edition? Da questo punto di vista mi sento di consigliare tale edizione solo a coloro che non hanno avuto il piacere di giocare con la versione originale, e che sono disposti a spendere 60€ per un pacchetto decisamente completo; a tutti gli altri, a meno che la voglia di rigiocarlo sia troppo forte, consiglio di attendere un futuro calo di prezzo che non tarderà ad arrivare nel corso dei mesi. 

GRAFICA:9I 1080p nativi su PS4 e Xbox One rendono l'isola ancora più bella ed affascinante. Inoltre i capelli di Lara non sono mai stati così setosi.
SONORO:9La flora e la fauna intorno a Lara danno un tocco di realismo in più al tutto.
GIOCABILITà:8Il gioco rimane fedele a se stesso, senza alcuna aggiunta di rilievo.
LONGEVITà:8La ricerca di tutti i collezionabili ed il multiplayer porteranno via svariate ore di gioco.
VOTO FINALE8.5
PRO:- Comparto tecnico next gen
- Tutti i DLC in un unico pacchetto
- I capelli di Lara sono stupendi
- Multiplayer divertente...
CONTRO:- Prezzo pieno
- ... Ma sa già visto.
Uncharted 3: L'inganno di DrakeL'ultima avventura esotica di Nathan Drake è un'ottima alternativa all'isola Yamatai.
Tomb Raider: Anniversary ( PC )Rivivere le ultime avventure della vecchia Lara e metterla a confronto con la nuova è un'esperienza divertente.
SCHEDAGIOCO
Cover Tomb Raider: Definitive Edition

Tomb Raider: Definitive Edition

Scheda completa...
Tomb Raider: Definitive Edition 2014-01-28 12:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni/tomb-raider-definitive-edition/Lara Full HD e capelli trattati con shampoo e balsamo di Tress FX!1020525VGNetwork.it