Urban Trial Freestyle

Pronto a terrorizzare la città?Scritto da Mail@ FedeGiacoil 26 Febbraio 2013
Urban Trial Freestyle Recensione

Il vostro sogno è sempre stato quello di radere al suolo una città a bordo della vostra moto? Le altezze vertiginose, i salti senza fondo, la velocità folle e le cadute spaccaossa non vi spaventano? Siete cresciuti a pane e motori? Se avete risposto "sì" ad almeno due dei quesiti sopracitati, oltre ad avere bisogno di un buono psicologo, siete pronti per prendere parte alle competizioni di Urban Trial Freestyle!


Troppo folle per la folla

Urban Trial Freestyle appartiene al genere delle corse arcade. A bordo della vostra moto, impersonando un energumeno dalla dubbia morale e personalizzabile con caschi, vestiti ed accessori vari, dovrete prendere parte a gare al limite dell'umano (anzi, ben oltre quel limite a dire la verità), cercando ogni volta di raggiungere l'obbiettivo designato. Le competizioni saranno di due tipi: nelle gare contrassegnate dal simbolo di un orologio avrete a che fare con il passare dei secondi, infatti la sfida consisterà nel raggiungere la fine del livello nel minor tempo possibile, come nei più classici time trial. Il secondo tipo di competizione proposta, invece, è leggermente più fantasiosa e ci mette alla prova in diversi modi. Lungo la strada, quindi, troveremo delle zone appositamente contrassegnate ed in questi posti dovremo seguire la direttive ed eseguire determinati compiti come saltare più in alto o più in lungo possibile, fare un back o un frontflip, atterrare in una zona contrassegnata e così via. A seconda della nostra bravura, ci verranno assegnati dei punti che alla fine della gara andranno a costituire il nostro ranking.

Qualunque sia la competizione, in ogni livello potremo ottenere un massimo di 5 stelle e queste stelle avranno la funzione di "lasciapassare" per le gare e le zone successive. Sparsi per le ambientazioni, inoltre, sarà possibile raccogliere dei sacchetti contenenti del denaro, il quale potrà essere investito per migliorare le caratteristiche della moto o cambiare il look al nostro pilota. Se il vestiario è un fattore puramente estetico, potenziare il mezzo è praticamente indispensabile se si vogliono raggiungere i risultati migliori e sbloccare così tutti i livelli del gioco.I mondi, in tutto, sono 5 ed ognuno presenta un buon numero di gare. Nonostante fino a circa metà del terzo mondo la sfida si mantenga su livelli abbastanza abbordabili, da lì in avanti il gioco inizia a farsi veramente tosto ed ottenere risultati discreti richiede una dedizione davvero elevata.Oltre alla modalità principale, poi, è presente una modalità "sfida" nella quale si possono sbloccare diverse competizioni che sono fuori dall'ordinario ed aiutano a variare l'azione.

Come in ogni titolo del genere, i fattori determinanti per la riuscita o meno del gioco sono due, cioè il level design ed il modello di guida. Fortunatamente, Urban Trial Freestyle non delude in nessuno dei due aspetti. Il design dei livelli è sempre molto fantasioso e le esplosioni, i disastri naturali e le mille altre variabili che sono state introdotte dagli sviluppatori, costringono a tenere gli occhi sempre ben aperti, pena l'inevitabile caduta. Inoltre, la strada per raggiungere il traguardo non è mai univoca e, sebbene la via principale sia quella più visibile, con un po' di abilità arriverete a scoprire molti passaggi alternativi.Come dicevamo, anche il modello di guida è molto riuscito, permettendoci un controllo snello e reattivo, così che non si abbia mai l'impressione che gli errori o le prodezze siano dovute al caso, bensì alla nostra abilità. Il comportamento della moto, infatti, si può definire verosimile, anche se ovviamente non realistico ed esagerato.


Un mondo di sfide

Un aspetto importante di Urban Trial Freestyle è quello legato alla sua componente "social", infatti tutti i nostri tempi ed i nostri punteggi vengono registrati e messi online in automatico. Allo stesso modo, i risultati di altri giocatori sparsi per il mondo vengono scaricati sulla nostra console e per questo, durante le gare, potremo vedere i fantasmi degli altri e cercare di batterli.

Le classifiche sono un potente incentivo per cercare di migliorare continuamente i nostri risultati ed allungano la longevità a livelli incredibili, rendendo la sfida sempre fresca e portando a provare e riprovare i livelli parecchie volte per cercare di limare qualche decimo di secondo qua e la ed ottenere una migliore posizione in graduatoria.


Qualche errore di verniciatura

Se sotto il profilo meramente ludico Urban Trial Freestyle non delude, a lasciare un po' di amaro in bocca è l'aspetto grafico. Il gioco è sempre fluido ed il motore fisico riesce a muovere agevolmente anche grandi quantitativi di detriti ed oggetti che si accalcano lungo il percorso, però la pochezza poligonale e la piattezza di molte texture è un po' un pugno in un occhio e non sempre la velocità di gioco è tale da far passare questi dettagli in secondo piano.Inoltre, la palette cromatica non è esattamente una meraviglia ed i colori sono perlopiù molto sbiaditi, dando l'impressione che si stia osservando lo schermo attraverso una patina opaca. Non tutti i livelli, poi, sembra abbiano goduto della stessa cura nella realizzazione ed è palese come alcuni siano decisamente più ispirati di altri. In ogni caso, il titolo rimane sempre godibile e si può passare sopra a qualche leggerezza sotto il profilo grafico, anche in virtù di quanto offerto nel complesso.

Il sonoro, infine, è il classico "senza infamia e senza lode", infatti il rombo del motore è reso abbastanza bene, ma qualche traccia musicale che ci accompagnasse durante le gare sarebbe stata gradita.


In sella!

Urban Trial Freestyle si presenta come un titolo arcade molto godibile e divertente. Il gioco non è esente da difetti, soprattutto sul lato tecnico, ma il gameplay è molto snello, veloce e frenetico e fa passare in secondo piano le magagne grafiche. Grazie ad un level design fantasioso, un modello di guida azzeccato e l'aggiunta delle classifiche online, Urban Trial Freestyle riesce nell'intento di divertire e, senza pretese di diventare un classico, saprà di certo regalarvi molte ore di sfide e divertimento.

COMMENTO
Mail@ FedeGiaco

I titoli di moto 2D sono un genere che ho sempre apprezzato, ma sono abbastanza schizzinoso in proposito e, se il modello di guida non è di mio gradimento, difficilmente riesco a farci più di un paio di partite. Urban Trial Freestyle, fortunatamente, non pecca sotto questo punto di vista e quindi mi ha divertito molto, facendo passare in secondo piano un comparto grafico non proprio entusiasmante.

GRAFICA:6.5Il motore grafico è fluido e non ha incertezze, ma risulta un po' sottotono a causa di colori decisamente troppo sbiaditi e modelli poligonali troppo poveri.
SONORO:7Il rombo del motore della nostra moto è quello che sentiremo per tutto il gioco e per fortuna è reso abbastanza bene. Qualche traccia musicale, però, sarebbe stata gradita.
GIOCABILITà:8L'aspetto più riuscito del gioco. Grazie ad un modello di guida fluido e divertente ed un level design notevole, Urban Trial Freestyle saprà regalarvi molto divertimento.
LONGEVITà:8I mondi sono 5, ognuno composto da un buon numero di livelli, ma la vera longevità deriva dalle classifiche e dal tentativo di migliorare i record, sfidando avversari ed amici.
VOTO FINALE7.5
PRO:- Modello di guida azzeccato
- Veloce e frenetico
- Sfida elevata
CONTRO:- Graficamente un po' povero
Trials HDForse il titolo di moto 2D più famoso di questa generazione, da provare se vi piace il genere.
Joe DangerUn simpatico titolo di motocross, di stampo molto arcade, ma che premia l'abilità e la costanza.
SCHEDAGIOCO
Cover Urban Trial Freestyle

Urban Trial Freestyle

  • Anno:
  • Genere: Corse
  • Autore:
  • Regia:
  • Musiche:
  • Studi coinvolti:
  • Tipologia:
  • Disponibilità:
  • Durata:
  • Genere: Corse
  • Autore:
  • Disegnatore:
  • Casa editrice:
  • Editore italiano:
  • Tipologia pubblicazione:
  • Volumi:
  • Produttore:
  • Distributore:
  • Interpreti:
  • Anno:
  • Genere:
  • Regia:
  • Durata:
Scheda completa...