Midnight Factory

Il Male fatto BeneScritto da Francesco “Zio Gigietto” Paternesiil 10 luglio 2015
Midnight Factory Speciale

Sono ormai lontani gli anni in cui il cinema di genere regnava sovrano in terra italica e non solo: la crescita continua dell’industria cinematografica ha radicalmente trasformato il mercato arrivando al punto che gli appassionati spesso stentano a trovare prodotti in grado di soddisfare non tanto il proprio gusto, quanto piuttosto il desiderio di assaporare determinate produzioni che di norma non sono considerate priorità per le grandi major e spesso costringono a operazioni poco legali o, peggio ancora, ad un oblio dannoso per il futuro del media. Sembra sia stato questo il pensiero che ha portato Koch Media alla realizzazione di un’etichetta che permettesse a questi prodotti cinematografici di venire alla luce, ma soprattutto, nel Paese dove l’eredità di registi come Mario bava e Lucio Fulci ha creato le fondamenta dell’horror moderno. Ecco quindi il progetto Midnight Factory, progetto che già si era fatto notare nei mesi scorsi grazie ad una campagna virale decisamente valida e divertente e che si svela al pubblico definendosi un’etichetta che punta a raccogliere il meglio della produzione mondiale di genere horror, partendo dai classici del genere fino anche alle sue sfumature thriller e fantasy.


Viva la nicchia!

Nella cornice del The Space Cinema Moderno e accolti con un piccolo buffet con pietanze abbastanza horror prende la parola Manlio Gomarasca, il direttore artistico dell’etichetta, che ci illustra l’obiettivo primario di questa nuova avventura, ovvero fare contenti gli amanti dell’horror portando in Italia un ragguardevole numero di titoli, divisi tra opere prime di registi emergenti, grandi classici restaurati e opere ancora inedite in Italia, tutto per offrire all’appassionato qualcosa di totalmente nuovo nel panorama. Non ci si vergogna nemmeno ad usare termini come “nicchia”, come spesso ribadisce Umberto Bettini, Country Manager di Koch Media che identifica nel termine una parte di pubblico particolarmente affezionato al genere ma, al tempo stesso, molto esigente e avido di qualità. L’esperienza maturata dall’azienda nei suoi vari ambiti di attività come home video, theatrical e videogame ha messo Koch Media nelle condizioni di accontentare questa tipologia di consumatore, con un’offerta variegata di horror e i suoi derivati, ad esempio lo splatter, il gore e tanto altro e con quello che è stato rivelato finora, beh, ci si accappona la pelle solo al pensiero!


Non c'è niente di cui avere paura... tranne la paura stessa!

Per quanto riguarda l’ambito Theatrical, ovvero le uscite cinematografiche, Kock Media inizia alla grande con Babadook, film del 2014 e opera prima della regista australiana Jennifer Kent che arriverà nelle sale il 15 Luglio e che Luca ha magistralmente recensito per voi. Seguiranno poi Sinister 2, Before I Wake, Viral ma soprattutto Green Inferno di Eli Roth, un omaggio esplicito al cannibal horror e alle opere di Ruggero Deadato, apparso fugacemente al Toronto Film Festival nel 2013 e che finalmente approderà nelle sale italiane il 24 Settembre 2015, nonché il suo ultimo film Knock Knock con Keanu Reeves. Discorso simile per l’home video che vede, tra le varie uscite titoli del calibro di Backcountry, Kiss of the Damned, Amer, ABC of Death, VHS Trilogy e tanti altri che non solo saranno disponibili sia in DVD che in Blu-Ray ma offriranno sempre e comunque la versione integrale senza alcun taglio e tantissimi contenuti extra, nonché edizioni per i collezionisti di qualità. Insomma, la Midnight Factory ha ufficialmente aperto i battenti e da quel che abbiamo visto si prepara a diventare l’azienda leader nel settore della paura e del raccapriccio, con buona pace dei fifoni e con la speranza di riuscire a passarla liscia quasi sempre… 

SCHEDACINEMA
Cover

  • Produttore:
  • Distributore:
  • Interpreti:
  • Anno:
  • Genere:
  • Regia:
  • Durata:
Scheda completa...