Ieri sera al Dolby theater di Los Angeles è andata in scena l’85° edizione dei premi Oscar, con un presentatore d’eccezione come Seth MacFarlane, e che ha visto una distribuzione dei premi ben lontana dalla scorpacciata dell’ anno prima con film come “The Artist” o ”Hugo Chabret”. Quest’anno “Lincoln” e “La vita di Pi” erano i film col maggior numero di nomination, ben dodici per il primo e undici per il secondo.
Ma il film di Spielberg incassa solo (si fa per dire) la statuetta per la migliore scenografia a Rick Carter e Jim Erickson, e come ampiamente previsto Daniel Day Lewis entra nella storia con la sua terza meritatissima vittoria nella categoria Miglior attore Protagonista, primo e unico ad aver raggiunto un simile traguardo. La miglior regia è invece di Ang Lee che con Vita di Pi bissa il successo del 2006 ottenuto con I Segreti di Brokeback Mountain e che si porta a casa anche i premi delle categorie tecniche quali “Miglior fotografia” a Claudio Miranda, “Migliori effetti speciali” a Westenhofer, Rocheron, De Boer e Elliot e “Miglior Colonna sonora” a Mychael Danna. Solo Les Miserables si avvicina allo stesso numero, aggiudicandosi tre Oscar nelle categorie “Miglior attrice non protagonista” ad Anne Hataway, “Migliore trucco” e “Miglior sonoro”. Gli stessi protagonisti del musical si sono poi esibiti in diversi numeri musicali, insieme ad altri artisti come Adele e Barbra Streisand che hanno capitanato la serata dedicata al cinquantenario di James Bond e il tributo ai personaggi eccellenti scomparsi nell’anno che ci siamo lasciati alle spalle.
La cantante inglese si è anche aggiudicata l’oscar per la migliore canzone originale.
Tra i vari momenti di questa edizione è da segnalare l’esilarante e imbarazzante canzone cantata da Seth MacFarlane “We saw your boobs”, in cui il geniale papà dei Griffin elenca tutte le pellicole dove vengono mostrati i seni delle attrici Hollywoodiane, con nomi e cognomi, fantastica la faccia di Naomi Watts!
Il premio più ambito per “Miglior Film” va invece all’acclamatissimo Argo di Ben Affleck annunciata dall’inedita coppia Nicolas Cage e Michelle Obama; la first lady, che era in collegamento dalla Casa Bianca durante la cena di gala per i governatori, si è inserita nello show entrando nella storia della cerimonia, nessun membro della famiglia presidenziale aveva infatti mai partecipato prima di lei. 
“Argo” vince anche il premio per “Miglior sceneggiatura non originale” e per il “Miglior montaggio” mentre un redivivo Christopher Waltz si aggiudica la seconda statuetta come Miglior attore non protagonista per la parte del cacciatore di taglie Schultz in Django.
Il film di Tarantino si aggiudica anche la “Migliore sceneggiatura originale” battendo “Moonrise Kingdom” e “Zero dark thirty”. Quest’ultimo, delle 5 nomination riceve solo il “Miglior montaggio sonoro” (ex aequo con Skyfall peraltro) e la Bigelow non riesce nell’impresa di bissare il 2010.
L’Oscar alla migliore attrice protagonista arriva poi per la giovanissima Jennifer Lawrence per Silver Linings Playbook, film dove recita anche Bradley Cooper che ha coronato un ottimo 2012 con la nomination come migliore attore protagonista, una piacevole sorpresa anche se arrivata da un film che sembra essere il solito blockbuster hollywoodiano. 
Brave vince l’Oscar per il migliore film d’animazione che batte Ralph Spaccatutto (a mio parere il vincitore morale) in una competizione tutta interna alla Disney.
L’austriaco Amour diretto dal regista Haneke è il miglior film straniero e il delizioso Paperman il miglior cortometraggio animato.
Anche se con qualche comprensibile delusione, un'edizione equilibrata che non ha premiato in maniera eccessiva nessuno e che ha fortunatamente scartato nomination francamente improbabili a partire da gli attori di “The Master “e quelle per “The Flight”
Di seguito tutti i premi assegnati:
MIGLIOR FILM

Argo
REGIA
Ang Lee (Vita di Pi)


ATTORE PROTAGONISTA
Daniel Day-Lewis (Lincoln)
ATTORE NON PROTAGONISTA

Christoph Waltz - Django Unchained
ATTRICE PROTAGONISTA

Jennifer Lawrence (Il lato positivo)
ATTRICE NON PROTAGONISTA
Anne Hathaway (Les Misérables)
SCENEGGIATURA ORIGINALE

Django Unchained (Quentin Tarantino)
MIGLIOR LUNGOMETRAGGIO D'ANIMAZIONE
Brave (Mark Andrews and Brenda Chapman)


FOTOGRAFIA

Claudio Miranda (Vita di Pi)


COSTUMI

Jacqueline Durran (Anna Karenina)


DOCUMENTARIO - CORTOMETRAGGIO

Inocente (Sean Fine e Andrea Nix Fine)


MIGLIOR TRUCCO
Les Misérables (Lisa Westcott and Julie Dartnell)
MIGLIOR CORTOMETRAGGIO D'ANIMAZIONE
Paperman (John Kahrs)
MIGLIOR CORTOMETRAGGIO
Curfew (Shawn Christensen)
EFFETTI VISIVI
Vita di Pi
MIGLIOR LUNGOMETRAGGIO DOCUMENTARIO
Searching for Sugar Man (Malik Bendjelloul e Simon Chinn)
MIGLIOR FILM STRANIERO
Amour (M. Haneke)
MONTAGGIO DEL SUONO
Skyfall (Per Hallberg e Karen Baker Landers)
Zero Dark Thirty (Paul N.J. Ottosson)
MIGLIOR MISSAGGIO SONORO
Les Misérables (Andy Nelson, Mark Paterson and Simon Hayes)
MONTAGGIO
Argo (William Goldenberg)
SCENOGRAFIA
Lincoln (Rick Carter, Jim Erickson)
COLONNA SONORA
Vita di Pi (Mychael Danna)
MIGLIOR CANZONE
Adele - Skyfall
SCENEGGIATURA NON ORIGINALE
Argo (Chris Terrio)
SCHEDAGIOCO
Cover

  • data d'uscita:
  • produttore: n.d.
  • sviluppatore: n.d.
  • Distributore: n.d.
  • Genere: n.d.
Scheda completa...