Pillole videoludiche: Mario & Luigi: Paper Jam Bros.

Profondità, carta e divertimento: la ricetta di Alphadream per rilanciare gli RPG marieschiScritto da Mail@ mattscannail 26 novembre 2015
Pillole videoludiche: Mario & Luigi: Paper Jam Bros.

Grazie a Nintendo Italia, ho potuto testare con mano e soprattutto scoprire tante cose sull’atteso Mario & Luigi: Paper Jam Bros., il nuovo gioco di ruolo con protagonisti i fratelli idraulici, in uscita il prossimo 4 di dicembre su Nintendo 3DS. Se per sapere esattamente cosa ne pensiamo, dovrete attendere la nostra prossima recensione, mi sono comunque fatto un’idea piuttosto precisa di cosa ci aspetta e le mie impressioni, da inizialmente fredde, sono mutate radicalmente dopo pochi minuti. Sono ora fiducioso che questo titolo possa far tornare la serie sui livelli degli episodi per DS dopo il mezzo passo falso di Dream Team Bros.

Innanzitutto lo stile: la commistione dei due mondi di Paper Mario e Mario & Luigi crea un comparto grafico fantastico e immaginifico, limitato solamente dal solito annoso problema dello schermo di 3DS. OK, l’effetto 3D è più che buono, ma non posso non immaginarmi come sarebbe vedere tutto questo ben di Dio ad una risoluzione diversa dai 240p della portatile Nintendo. Detto questo, problema non certo del team di sviluppo, devo dire che il contrasto tra gli elementi 3D di Mario & Luigi e quelli 2D, di “carta” di Paper Mario è geniale. L’effetto si nota non solo nei personaggi, dotati quasi tutti di una versione cartacea e una poligonale (in stile Super Mario RPG per SNES per capirci), dai pattern di attacco, abilità e caratteri diversi, ma anche e soprattutto dagli ambienti di gioco. Nei mondi di Paper Jam Bros., infatti, si trovano elementi di carta e cartone mescolati ad altri di ambientazioni più normali, in modo simile a quanto succedeva in Tearaway su Playstation.

Questi elementi vanno a inficiare anche il gameplay, sia nei combattimenti – sempre in stile gioco di ruolo classico – sia nell’esplorazione. Le abilità di carta di Paper Mario infatti serviranno in molti casi ad esplorare zone altrimenti inaccessibili e gli permetteranno di rendersi utile ai due fratelli più “rotondi” in tantissime maniere diverse. L’ho visto pure sostituire la vela in una nave, per capirci! A portare invece distruzione saranno le abilità più concrete degli idraulici in carne e ossa.

Mario & Luigi: Paper Jam Bros. punta poi come da tradizione sull’umorismo e su una storia ai limiti del surreale, oltre al suo gameplay forse un po’ troppo consueto ma rinfrescato dalle meccaniche legate al ritmo, presenti da sempre nel brand. L’utilizzo di tre personaggi questa volta dona al giocatore nuove abilità e rende anche l’esplorazione più interattiva: per saltare bisognerà premere i tasti A, B e Y nell’ordine giusto per vedere i fratelli reagire in tempo, con un movimento sulla pulsantiera simile alle mezzelune di Street Fighter. Queste aggiunte potrebbero portare a una maggiore complessità, ma non temete: i tutorial e la possibilità di fare pratica con le mosse più difficili saranno a un tasto di distanza in ogni momento.

Altra grande novità è il sistema delle carte, le quali permettono di influire con modificatori o effetti sul risultato degli scontri in tempo reale. Ogni carta consumerà punti stella, quindi non pensate di poterne usufruire costantemente, piuttosto consideratele delle armi aggiuntive da utilizzare nei casi di difficoltà. Alcune carte speciali potranno poi essere create utilizzando gli amiibo, in particolare Luigi, Mario, Bowser, Peach, Toad & Yoshi, in tutte le loro versioni. 

Pillole videoludiche: Mario & Luigi: Paper Jam Bros.2015-11-26 09:00:00http://www.vgnetwork.it/speciali-nintendo-3ds/pillole-videoludiche-mario-e-luigi-paper-jam-bros-51467/Profondità, carta e divertimento: la ricetta di Alphadream per rilanciare gli RPG marieschi680350VGNetwork.it