Hearthstone: Il Gran Torneo

Tempo di giostrareScritto da Elio "Kable" CapalboMail@ KableGameril 16 settembre 2015
Hearthstone: Il Gran Torneo Speciale

Da nord a sud, accorron gli eroi, tutti a caccia del più ambito dei trofeiiiiiiiiiii

ci son maghi e paladini, masnadieri ed assassini e creature che le vene ai polsi faranno tremaaaar

cavalieri sconosciuti e pirati su pennutiiiiiii 

al Gran Torneo son benvenuti.

ZAN ZAN!!!

Udite, udite, Il Gran Torneo sta per cominciare!

è lieta di invitare tutti voi prodi avventurieri a parteciparvi, così che possiate dimostrare il vostro valore. Dove? Ovviamente nella taverna più affollata dei videogames, quella di Hearthstone: Heroes of Warcraft. Il Gran Torneo è in effetto l'ultima delle quattro espansioni pubblicate per il proprio TCG virtuale, il quale ovviamente, come per ogni prodotto della casa di sviluppo, non ha potuto fare a meno di mietere grandi consensi ovunque, registrando subito un alto flusso di utenti.Da giocatore assiduo di Hearthstone non potevo certamente mancare alle allegre zuffe tenutesi nei momenti di pausa tra una giostra e l'altra. Raduni accompagnati da un buon boccale di birra offerto dal locandiere sempre prodigo di consigli, nonché da riflessioni sul futuro del gioco Blizzard e sulla prospettiva di lunga vita che sembra profilarsi all'orizzonte per esso.

L'ispirazione non vi mancherà

Ben 132 nuove carte quelle introdotte dalla nuova espansione, la seconda, dopo Goblin VS Gnomi, ad utilizzare il classico sistema delle bustine tipico dei TCG che ormai da moltissimo tempo spopolano nelle fumetterie. Nuove carte e quindi un bel pò di originali strategie da inserire all'interno dei mazzi come sempre strutturati sulla base della proprie classi preferite. In effetti, queste ultime, rappresentate da eroi iconici tratti a piene mani dall'universo di Warcraft, così come del resto tutte le creature e magie raffigurate sulle varie carte, rivestiranno in Gran Torneo un'importanza non trascurabile, dipendente in maniera diretta dall'utilizzo della propria specifica abilità di gioco. Ispirazione: è questo il nome della prima nuova abilità introdotta con le nuove carte, la quale andrà ad interfacciarsi, cosa mai accaduto fino ad ora, direttamente con il potere specifico di ogni eroe. Si tratta infatti di carte dotate di un particolare effetto che verrà automaticamente attivato ogni volta che utilizzerete l'abilita della vostra classe, andando così ad apportare ulteriori ed eventuali miglioramenti alle vostre truppe già presenti sul terreno di gioco. Un buon modo, insomma, di ottimizzare l'utilizzo del mana pool visto che al costo di una sola abilità, 2 mana a meno di modifiche, vi consentirà di ottenere ben due differenti vantaggi, mettendo inoltre il vostro deck in correlazione più stretta con l'eroe selezionato e puntando così ad una maggior caratterizzazione dello stile di gioco delle differenti classi.

Chi ce l'ha più grosso? 

Il secondo pezzo forte introdotto con Gran Torneo è un particolare tipo di effetto inserito tra quelli attivabili tramite l'abilità Grido di Battaglia già presenti nelle precedenti espansioni nonchè nel gioco base. Si tratta, per chi non lo sapesse, di un effetto che verrà automaticamente attivato una volta che la creatura evocata farà la propria comparsa sul tavolo di gioco. Parlando specificamente di Gran Torneo, tra le nuove carte saranno presenti quelle dotate di una particolare Grido di Battaglia che consisterà nell'attribuzione di particolari caratteristiche aggiuntive a queste ultime attraverso una sorta di giostra, che tematicamente va ad incastrarsi in maniera perfetta all'interno del nuovo DLC. In praticà si tratterà di una sorta di scommessa tra i due giocatori, per ognuno dei quali sarà rivelata automaticamente una carta del proprio deck, e nel caso in cui quella rivelata dal duellante attivo sarà dotata di un costo in mano più elevato, la scommessa risulterà vinta e la creatura otterrà gli attributi aggiuntivi. Un Grido di Battaglia, dunque, meno stabile e all'apparenza lasciato al caso, ma che sono sicuro non mancherà di dare soddisfazioni ai giocatori di mazzi aggro, dato che in questi ultimi la probabilità di rivelare una carta dal costo in mana superiore a quello dell'avversario, specie se questi utilizza una strategia prevalentamente orientata al control, tenderà indubbiamente ad essere più alta e la conseguente sicurezza della giocata di gran lunga maggiore.

Nuovi temi per tutti...

Il Gran Torneo si rivela da ogni punto di vista una gradita novità per chi ancora non ne avesse avuto abbastanza di collezionare nuove giocate nel TCG di casa Blizzard. Le 132 carte, oltre a portare con sé le due nuove abilità specifiche dell'evento, non mancheranno infatti di consentire la costruzione di nuovi mazzi tematici per ogni singola classe tramite alcune specifiche creature o spells. Il Druido, ad esempio, mostra la volontà di voler allevare un esercito naturale decisamente aggro attraverso le bestie, il Paladino, invece, è pronto a reclutare il maggior numero di soldati Mano d'Argento da schierare sul proprio campo di battaglia. Parimenti il Mago sembra voler chiarire ai propri contendenti, una volta per tutte, di essere il numero uno in fatto di potenza magica visto l'elevato numero di carte con la relativa abilità introdotte, mentre dall'altra parte il Guerriero sarà pronto a farsi scudo non solo con la propria armatura, ma anche attraverso l'abilità Taunt dei propri servitori grazie alle nuove aggiunte in grado di potenziare efficacemente questi ultimi e di garantire quindi una muraglia dietro la quale difendersi dai nemici per poi contrattaccare al momento giusto.

 ... o quasi

Il problema che, però, è impossibile negare, e che quest'ultima espansione ha reso più palese che mai, risiede nel fatto che pur essendo Hearthstone un gioco principalmente free-to-play con possibilità di transazioni in denaro reale per acquistare più velocemente le bustine al fine di incrementare la propria collezione in maniera più spedita, risulta praticamente impossibile sia costruire i succitati mazzi a tema sia mazzi competitivi da partita classificata senza investire economicamente nel titolo. Non solo il valore di rarità ottenibile dal nuovo tipo di bustine sembrerebbe essere drasticamente calato, ma molte delle carte fondamentali per varie tipologie di deck saranno ottenibili solo tramite il completamento delle due precedenti espansioni proposte sotto forma di vere e proprie avventure: Naxxramass e Il Massiccio Roccianera, acquistabili al prezzo di 20 euro l'una, decisamente un pò alto trattandosi di brevi esperienze che altro non lasciano ai giocatori se non del materiale collezionabile, ma pur sempre virtuale.

Vista l'introduzione di Hearthstone: Heroes of Warcraft nel novero dei titoli ESL, protagonisti degli e-sports, si tratta di un fattore non di certo trascurabile per chi volesse avvicinarsi al gioco in maniera competitiva. Per gli altri ovviamenti il titolo Blizzard non potrà tuttavia che rivelarsi un'esperienza gradevolissima e divertente, da poter giocare con i propri amici senza pretese anche da mobile.

Il Gran Torneo vi attende giostranti!

SCHEDAGIOCO
Cover Hearthstone: Heroes of Warcraft

Hearthstone: Heroes of Warcraft

Scheda completa...