Il 2016 di PS4

Prossima fermata: GreatnessScritto da Edoardo "Black Duke" RascitiMail@ BlackDukeITAil 23 gennaio 2016
Il 2016 di PS4 Speciale

La partenza con il freno a mano tirato degli studios Sony non ha di certo fermato o attenuato il successo planetario di PlayStation 4, arrivata in poco più di due anni alla impressionante cifra di 36 milioni di unità vendute in tutto il globo. Nonostante Bloodborne sia stata l’unica esclusiva in grado di rivaleggiare, in ambito GOTY, con giganti multipiattaforma del calibro di The Witcher 3: Wild Hunt e Metal Gear Solid V: The Phantom Pain, il 2015 è stato ancora un anno di attesa sul fronte first party sonaro. Evidentemente, non c’è alcuna fretta, ed il tempo extra lasciato agli sviluppatori non può che far del gran bene, ma salvo imprevisti sarà proprio il 2016 l’anno in cui Sony inizierà a calare gli assi pesanti, con buona pace della concorrenza. 

Dicevamo, studios first party e assi pesanti. Uno dei protagonisti del 2016 targato PS4 sarà sicuramente Uncharted 4: Fine di un Ladro, rimandato con tanto clamore lo scorso anno e ulteriormente slittato di un mesetto recentemente. Il motivo? “Vogliamo azzeccare in pieno il finale”, queste le parole di Neil Drukmann. E per l’uomo che ha diretto The Last of Us c’è solo che massima fiducia. Il team è pesantemente al lavoro per chiudere con il botto le avventure di Nathan Drake, mentre a noi è già venuta l’acquolina in bocca dopo la prova della Beta multigiocatore.

Ma non c’è solo Naughty Dog tra i big pronti a sbarcare ufficialmente su PS4: Polyphony Digital sta realizzando Gran Turismo Sport in una interessante collaborazione con la FIA, pronto a far crescere un progetto sulle basi della GT Academy che tanto successo ha riscosso negli scorsi anni; Japan Studios invece, dopo aver collaborato con From Software nella realizzazione di Bloodborne, sta ultimando l’attesissimo The Last Guardian, letteralmente resuscitato sotto il clamore generale allo scorso E3 delle meraviglie. Arriverà nel 2016, vero?

Più facilmente suscettibile a ritardi è invece la nuova IP di Guerrilla Games, lo spettacolare Horizon: Zero Dawn, action-RPG open-world post-apocalittico che abbiamo avuto modo di esaminare in modo più approfondito alla scorsa Milan Games Week. Genere e setting completamente nuovi per lo studio di Killzone, uniti alla volontà di rendere Horizon una IP simbolo del futuro del mondo PlayStation, potrebbero richiedere tempi di sviluppo un tantino più lunghi.

Ma non di soli first party si vive, e nel 2016 di PS4 vedremo arrivare anche grandi collaborazioni esclusive con partner esterni. Street Fighter V sarà il primo a salire sul ring nel corso di febbraio, mentre per l’attesissimo Persona 5 ci sarà ancora un po’ da aspettare.

Per quanto già così la line-up di PS4 non sia affatto male, tanti sono i progetti più o meno secondari che faranno da contorno (e che contorno!) alle portate principali: esclusive come l’affascinante Gravity Rush 2 (con tanto di Remastered dell’originale nato su PS Vita), l’onirico ed un tantino folle Dreams dei sempre più creativi ragazzi di Media Molecule ed il remake/reboot di Ratchet & Clank con annesso lungometraggio. Il 2016 sarà anche l’anno – finalmente - di No Man’s Sky, l’immenso progetto di Hello Games che da anni ormai affascina milioni di giocatori che non vedono l’ora di provarlo con mano, pronti ad esplorare un intero universo. Anche WiLD, la nuova, intrigante opera del creatore di Rayman Michel Ancel dovrebbe arrivare nel corso dell’anno, dopo il convincente show nel corso della Paris Games Week.

Dalle collaborazioni con sviluppatori orientali arrivano altre esclusive piuttosto interessanti, come NieR: Automata di PlatinumGames, NiOh di Koei Tecmo (ormai dato per disperso) ed il simpatico World of Final Fantasy.

Nel campo del mondo digital ed indie, poi, c’è davvero un mare di titoli in arrivo. The Witness, il nuovo titolo di Jonathan Blow, creatore di Braid, arriva proprio in questi giorni, mentre per l’accattivante Firewatch manca davvero poco. Alienation, dei sempre bravi ragazzi di Housemarque, e Shadow of the Beast, remake di un vecchio classico, arriveranno entrambi a marzo, solo su PS4. Drawn to Death, il nuovo titolo del creatore di God of War e Twisted Metal arriverà durante l’anno. The Tomorrow Children è un altro piccolo indie da tenere d’occhio (stiamo provando la Beta in questi giorni!), mentre di RIME è da troppo che non si sa più nulla, ma rimaniamo cautamente fiduciosi. Wattam, l’ultimo prodotto del folle creatore di Katamari Damacy, assieme a titoli indie posti sotto l’ala protettiva di Sony come What Remains of Edith Fitch di Giant Sparrow, Bound di Plastic e Hunger di Tarsier rappresentano solo la ciliegina su una torta già bella gustosa. E la lista è ancora lunga…

Nonostante tutto, il 2016 sarà l’anno della Realtà Virtuale, nella quale Sony punta a giocare un ruolo da primatista. La base installata di PS4 fa gola agli sviluppatori di nuove esperienze nella VR, mentre PlayStation VR sarà con tutta probabilità (si spera) l’opzione più consumer-friendly delle tre in campo (Oculus e Vive), anche dal punto di vista economico. La line-up della nuova periferica Sony è già piuttosto folta, con The London Heist (provato alla Milan Games Week), RIGS di Guerrilla Cambridge e Until Dawn: Rush of Blood a rappresentare lo schieramento first party, mentre il grande ritorno di Ace Combat 7 e il curioso Robinson: The Journey di Crytek rappresentano due importanti esclusive da parte di grandi publisher.

Così come PS4, anche PlayStation VR potrà contare sul supporto degli sviluppatori indipendenti, che nelle prime fasi dell’avvento della Realtà Virtuale sarà fondamentale per creare esperienze dei più disparati tipi. Titoli come REZ Infinite, Golem, Futuridium VR, The Modern Zombie Taxi Co., Volume: Coda ed il folle 100ft Robot Golf sono solo alcuni dei titoli in esclusiva (anche temporanea) per il visore giapponese provenienti dal mondo indie.

Per tutto il resto, c’è Summer Lesson

Tra grandi esclusive e VR, il 2016 di PlayStation 4 è già fin troppo pieno, con qualcosa che inesorabilmente slitterà al prossimo anno. In particolare, il lancio del visore sarà un momento fondamentale per l’evoluzione non solo della console Sony, ma del mondo videoludico nel complesso. Guardando più in là, al 2017, ci aspettiamo di trovare finalmente il nuovo God of War di Santa Monica e il tanto rumoreggiato horror di Bend Studios, oltre a Detroit: Become Human di David Cage. Nell’attesa di sapere qualcosa di più dai vari Shenmue III, Dragon Quest XI e Final Fantasy VII Remake, oltre al nuovo progetto in esclusiva targato Hideo Kojima, non resta che goderci appieno questo ricco, ricchissimo anno di PlayStation 4.

SCHEDA
Cover

  • data d'uscita:
  • produttore:
  • sviluppatore:
Scheda completa...