Game Of The Year 2010 Microsoft Xbox 360

GOTY 2010 Microsoft Xbox 360? Detto fatto!Scritto da Truden"Exsos"Tigej & Matteo"Scanna"Scannaviniil 08 gennaio 2011
Game Of The Year 2010 Microsoft Xbox 360 Speciale

L'anno trascorso è stato uno dei più prolifici per la console Microsoft, la sua più grande saga si è chiusa con l'ultimo capitolo a cura dei suoi creatori Bungie, chiudendo, almeno apparentemente, il ciclo di Halo. Dall'altra parte una nuova ip che ha visto una nascita travagliata a finalmente visto la luce. Alan Wake ha visto "la luce" ed è finalmente approdato sulle nostre console con sommo gaudio di tutti gli utenti e della nostra redazione. Alla fine della stagione Microsoft ha tirato fuori dal cilindro la sua nuova periferica Kinect, che nonostante la mediocrità dei titoli che l'hanno accompagnata in questo iniziale ciclo vitale ha riscontrato buonissime vendite nonostante l'incertezza iniziale. Bando alla ciance, è tempo di GOTY e dobbiamo dire che sono davvero pochi i dubbi che ci sono sorti per quel che riguarda Xbox 360. I titoli premiati sono davvero ottimi, e nonostante le terze parti abbiano davvero dato prova di bravura, abbiamo deciso di premiare le esclusive che possono davvero essere un vanto per la console di casa Microsoft.

3° Classificato

Dance Central

Dance Central è stata una delle più piacevoli sorprese di questo anno, essendo un titolo per una nuova periferica con un sistema di controllo "inedito" ha stracciato l'intero parco titoli Kinect e dei giochi di ballo fino ad ora creati tutto in una volta. D'altronde si parla di Harmonix, sviluppatori che da tanti ani a questa parte non fanno che regalare ottimi titoli musicali con un grandissimo supporto. la parte vincente di Dance Central non è dunque solo da attribuire al confezionamento di un titolo ottimo sotto ogni profilo, ma soprattutto ad un gameplay che da ora in avanti dovrebbe dettare regola per quel che riguarda il genere. In attesa di altre sorprese dal nuovo anno non potevamo esimerci dal premiare questo ottimo titolo, nella speranza che non diventi una meteora in mezzo a milioni di asteroidi vaganti.

2° Classificato

Halo Reach 

La fine di un'era. Bungie abbandona Microsoft e il marchio di Halo, lasciando come ricordo un gioco completo, divertente, profondo e magnificamente realizzato. Cesellato finemente in ogni suo particolare, Halo Reach non è il solito sparatutto, è il vero simbolo di Xbox e giustamente si piazza tra i giochi dell'anno. Il vincitore del GOTY forse potrà essere un altro capolavoro, ma Reach non vince semplicemente perché ormai da Halo non ci si aspetta altro che l'eccellenza, non perché abbia un qualsiasi difetto o sia deludente in qualche campo.

Prequel di Halo: Combat Evolved, dotato di una campagna appassionante e adrenalinica e una sezione multigiocatore dal potenziale infinito, Reach chiude il cerchio aperto ormai 9 anni fa sulla Xbox originale, raggiungendo forse il massimo che questa serie può offrire e lasciando a chi si occuperà del brand in futuro un testimone difficile da raccogliere.

Grazie di tutto Bungie, grazie di tutto Master Chief.

1° Classificato

Alan Wake

Atteso per anni, con uno sviluppo travagliato da cambiamenti e idee di base forzatamente riviste, Alan Wake non ha comunque mancato di sorprendere tutti quanti, con la sua trama, il contesto e un gameplay semplice ma efficace, che accompagna il giocatore per la lunga strada di Alan verso la luce. In questo gioco luci e ombre si confondono in una tipica cittadina di campagna per rivelare le vere ombre nascoste dentro le anime delle persone, Alan è allo stesso tempo protagonista e vittima del suo tormento che suo malgrado colpisce le persone che ama. Alan Wake è stato l'indiscusso protagonista di questo anno sulla console Microsoft, meritando a pieno il titolo di GOTY.

SCHEDA
Cover

  • data d'uscita:
  • produttore:
  • sviluppatore:
Scheda completa...