20 Anni di PlayStation

Happy Birthday!Scritto da Edriano "edri" Cordara@ EdrianoCordarail 04 dicembre 2014
20 Anni di PlayStation Speciale

Correva la data 3 Dicembre 1994 quando timidamente una nuova console si affacciava sul mercato dei videogiochi con l’intento di interrompere il duopolio Nintendo-Sega. Nessuno poteva aspettarsi che quella console avrebbe cambiato radicalmente il concetto di videogioco, nonostante tutti fossero ben consci del fatto che alle spalle c’era un colosso come Sony. Ormai siamo già alla quarta PlayStation sul mercato e di storie mirabolanti ne abbiamo vissute a centinaia. Corre il giorno 3 Dicembre 2014 e siamo stati invitati ai festeggiamenti del ventesimo anniversario di PlayStation, tra numeri altisonanti e qualche dolce ricordo del passato. Sono infatti ben 100 milioni le unità vendute della prima gloriosa “Stazione di Gioco”, contro ogni più rosea previsione, riuscendo addirittura a migliorarsi con la seconda uscita che ha piazzato qualcosa come 155 milioni di console! Un vero e proprio record che tutt’ora permane.


Gli anni dell’ascesa

Dal Giappone ai mercati occidentali il passo ha richiesto un anno, durante il quale le potenzialità del prodotto sono saltate alla ribalta. Innanzitutto, rispetto alle avversarie la console poteva contare su un architettura a 32 bit, capacità grafiche 3D e soprattutto l’utilizzo del CD-ROM come formato di lettura, una vera rivoluzione per l’epoca che aveva conosciuto fino ad allora solamente cartucce. Può una console avere successo solamente dalle qualità tecniche? Ovviamente no (e la storia ce l’ha insegnato NdR) ma ha bisogno anche di giochi divertenti ed attraenti per il pubblico. Così, nel corso della vita della prima storica PlayStation abbiamo avuto il piacere di giocare a titoli del calibro di: Tomb Raider, Spyro: The Dragon, Crash Bandicoot, Resident Evil, Gran Turismo, Metal Gear Solid, Grand Theft Auto e Tony Hawk, senza dimenticare quella perla videoludica che prende il nome di Final Fantasy VII (serie strappata magistralmente alla concorrenza). Nel corso degli anni gloriosi della prima PlayStation, Sony ha anche introdotto due importanti innovazioni che hanno reso molto felici i suoi fan, come la vibrazione nel pad e le due levette analogiche, presenti nel primo, storico, DualShock, arrivato sul mercato nel 1998.


Dai record all’alta definizione

Ripercorrendo la storia gloriosa in commemorazione del ventennale del pargoletto Sony, si giunge a PlayStation 2, la console dei record, che per prima ha fatto comprendere al mondo che una console non è solo una scatola per videogiocare. Il supporto ai DVD ha dato modo alla macchina PS2 di poter riprodurre film e musica in dolby surround, aumentando i possibili fruitori del prodotto non più confinati dai videogiocatori. La nuova console Sony ha portato con sé serie del calibro di Jak & Dexter, Ratchet & Clank, KillZone e God of War. Dal 2000 al 2005 se ne sono visti di grandi successi, tant’è che in soli 5 anni la console raggiunge il traguardo record di 100 milioni di console al mondo. Da lì a poco i videogiocatori sono stati balzati nel mondo dell’alta definizione, anche grazie a PlayStation 3, naturale evoluzione della macchina precedente. PS3 accompagna l’ingresso nelle case di un altro supporto di lettura, il Blu-Ray, che da lì a poco verrà riconosciuto come formato ufficiale per i film in alta definizione; ma la terza PlayStation è altro: un hard disk interno capiente, capacità di connettività internet native e servizi quali PlayStation Network e PlayStation Store per i contenuti digitali. Anche i giochi a questo giro non si lasciano attendere: la serie Uncharted, i nuovi KillZone, LittleBigPlanet, Infamous, fino ad arrivare a progetti particolari come Heavy Rain, Beyond: Due Anime e il Game of The Year 2013, ossia the Last of Us. PlayStation 3 è ancora sfruttatissima a tutt’oggi, tra nuove uscite e il recupero di perle passate, senza dimenticare l’ottimo servizio PlayStation Plus.


Le portatili ed il futuro puntando a PS4

In questi anni di console casalinghe, Sony ha anche dato la propria visione di gioco portatile con due console: PSP (2004/2005) e PS Vita (2012). Queste due piccole scatoline hanno dato modo di assaporare il gioco mobile sotto un aspetto completamente differente rispetto a quello offerto dalla storica rivale Nintendo, riuscendo a conquistare una grande schiera di appassionati che ancora oggi, con PS Vita, giocano e si divertono. E’ però lo scorso anno che andrà probabilmente ricordato negli annali dei videogiochi… infatti, il 29 Novembre 2013 arriva PlayStation 4 ed in un anno di commercializzazione riesce a totalizzare qualcosa come 13,5 milioni di console distribuite al mondo. Questa è però storia recente e tutti sappiamo cosa PS4 è capace di fare, soprattutto sotto l’aspetto social e di mere prestazioni tecniche. Ed in futuro? Se dio vorrà, anche qui in Italia avremo modo di sfruttare al meglio il servizio PlayStation Now, che permette di giocare in streaming su differenti dispositivi, mentre ci sono tante speranze su Project Morpheus, visore per la realtà virtuale che promette faville su PS4! Di una cosa si è però già certi: Sony vuole migliorarsi ed innovare ancora una volta, anche in questa quarta generazione di PlayStation, e non c’è miglior premessa che questa per noi videogiocatori. Ah stavamo quasi per dimenticare: buon compleanno PlayStation.

SCHEDA
Cover

  • data d'uscita:
  • produttore:
  • sviluppatore:
Scheda completa...