2015: come poteva essere, ma poi non è stato

Il triste elenco dei giochi previsti per l'anno appena terminato ma che vedremo solo nei prossimi dodici mesiScritto da Daniele "Jabberwocky" Spelta@jabberwocky_VGNil 08 gennaio 2016
2015: come poteva essere, ma poi non è stato Speciale

Forse siete di memoria corta e ve lo siete già dimenticati, ma una buona parte dei titoli che avete amato, odiato o ignorato nel corso del 2015, in realtà sarebbe dovuta uscire l’anno precedente. Il fenomeno dei rinvii non è certo una cosa nuova, basti ricordare alcuni giochi storici annunciati e poi rilasciati solo dopo molti anni di sviluppo – L.A. Noire ed Alan Wake giusto per fare due esempi – ed altri ancora presentati sul palcoscenico di qualche importate fiera e poi spariti nel nulla, come un certo Beyond Good & Evil 2, ma è indubbio il fatto che, da quando le console di nuova generazione hanno preso posto accanto ai nostri televisori, i ritardi accumulati da molti videogiochi hanno raggiunto una situazione quasi paradossale: chi crede ancora alla data di uscita accanto al nome del gioco quando quest’ultimo viene annunciato? Ebbene, anche nel 2015, sono stati molti i titoli sui quali avremmo voluto mettere le nostre mani ma che, vuoi per una pulizia finale dichiarata dal team di sviluppo vuoi per qualche altro motivo non ben precisato, ci ritroviamo ancora ad attendere e soprattutto a sperare che, dopo l’ennesimo rinvio, il 2016 (iniziato subito benissimo con il rinvio di Scalebound) sia l’anno buono per vederli finalmente sugli scaffali del nostro “spacciatore” di fiducia.

Se ancora non lo avete capito, il compito di questo speciale è quello di presentarci il 2015 come sarebbe dovuto essere, ma poi non è stato: insomma, quali sono stati i videogiochi tanto attesi negli ultimi dodici mesi e poi rimandati al 2016 con tanto di pernacchia?


Tom Clancy’s The Division

Apriamo la carrellata con uno dei titoli più “sfuggenti” fra tutti quelli legati alla nuova generazione. Stiamo ovviamente parlando di Tom Clancy’s The Division, annunciato all’E3 del 2013: il third person shooter online sviluppato da Ubisoft è stato rimandato per ben due volte e, poco prima della scorsa fiera di Los Angeles, è giunta la notizia che il gioco sarebbe uscito a marzo 2016.

1


Uncharted 4: Fine di un Ladro

Non potevamo ovviamente non menzionare Uncharted 4: Fine di un Ladro in questa poco invidiabile lista. Proprio a pochi metri dall’arrivo, quando stavamo già pregustando le avventure di Nathan Drake, Naughty Dog ha deciso di darci la cattiva notizia: Uncharted 4: Fine di un Ladro non sarebbe più stato pubblicato durante le vacanze natalizie ma solo a fine aprile 2016.

1


Ratchet & Clank

Gli ultimi mesi dell’anno che si è appena concluso avrebbero dovuto anche abbracciare Ratchet & Clank ma, causa il consueto ritardo dichiarato da Insomniac Games, il titolo in esclusiva per PlayStation 4 vedrà la luce solo nell'aprile del 2016, così come anche il film legato al videogioco.

1


Homefront: The Revolution

Con Homefront: The Revolution stiamo proprio parlando di uno fra I casi più emblematici: a causa della sfortunata fine di THQ prima e di Crytek dopo, il progetto legato all’allora chiamato Homefront 2 subì un drammatico arresto, ma, grazie all’arrivo di Deep Silver, il nuovo Homefront: The Revolution cominciò a delinearsi in modo preciso e, dopo svariate peripezie, il 2015 sarebbe dovuto essere il suo anno buono. Così purtroppo non è stato, e attualmente accanto al nome di Homefront: The Revolution spicca un poco confortante "TBA 2016".

1


The Legend of Zelda

Quando Eiji Aonuma dichiarò che far uscire The Legend of Zelda durante il 2015 non era più una fra le priorità di Nintendo, tutti quanti ci siamo sentiti un po’ presi in giro. Il titolo, viste le circostanze attorno alla grande N, è avvolto da una nebbia di incerteza piuttosto fitta, e con l’imminente annuncio della nuova console, conosciuta ora con il nome di Nintendo NX, ancora non sappiamo come e dove potremo giocare a The Legend of Zelda, anche se tutti confermano che il 2016 sarà l’anno della sua pubblicazione.

1


Star Fox Zero

Non più Aounuma, ma Shigeru Miyamoto in persona si è scomodato per dare la triste notizia che, tanto per cambiare, la data di uscita di Star Fox Zero aveva subito uno slittamento. Questa volta, almeno stando alle voci ufficiali, i mesi aggiuntivi sono serviti e serviranno per perfezionare il titolo e, cosa più importante, possiamo contare su una data di pubblicazione (speriamo) certa: 22 aprile 2016. In ogni caso, anche Star Fox Zero ha contribuito a rendere le vacanze natalizie appena trascorse più vuote che mai. 

1


XCOM 2

Anche il PC non è passato indenne in questa epidemia ed il morbo nello specifico ha colpito XCOM 2, lo strategico a turni sviluppato da Firaxis e pubblicato da 2K. Noi e tutti gli appassionati di strategia siamo riamsti molto delusi dal fatto di non aver potuto giocare ad XCOM 2 a novembre e di dover attendere fino a febbraio 2016.

1


Hitman

L’Agente 47 è abituato a lavorare nell’ombra e a nascondersi agli occhi altrui, è talmente bravo che, non appena ci siamo girati lo abbiamo perso di vista ed ora solo nel corso del 2016 saremo in grado di goderci le sue avventure nel reebot/remake di Hitman. Nemmeno a farlo apposta, anche il titolo di Square Enix e IO Interactive era previsto per lo scorso dicembre, probabilmente il mese con il più alto numero di sparizioni in ambito videoludico. 

1


Gigantic

Forse il nome di Gigantic è passato più in sordina rispetto a quelli di Uncharted 4 o The Legend of Zelda, ma anche il MOBA di Motiga, previsto per Xbox One e PC Windows, non ha visto la luce sul chiudersi del 2015 come era lecito aspettarsi, ma solo il prossimo anno sarà quello buono per la sua pubblicazione.

1


Below

Anche Below potrebbe essere un gioco di secondo piano, ma siamo certi che tutti quelli che se lo ricordano dall’ultimo E3 avrebbero voluto gustarselo nell’anno appena terminato, così come era previsto inizialmente da Capybara Games e Microsoft. Naturalmente le cose non sono andate nella direzione esatta, e anche Below ha subito il consueto slittamento ai prossimi dodici mesi.

1


No Man’s Sky

Campione assoluto di rumor/smentite/voci/vaporware/ritardi, No Man’s Sky era previsto almeno inizialmente durante il corso del 2015, ma durante la Paris Games Week è arrivata la doccia fredda da parte di Sony, che senza troppi giri di parole ha annunciato che il titolo di esplorazione spaziale sarà rilasciato solo a giugno 2016.

1


Quantum Break

Quanto detto in apertura per Tom Clancy’s The Division può essere tranquillamente preso e replicato accanto a Quantum Break, dato che la prima presentazione del titolo risale oramai a metà 2013 e quelli che lo aspettavano nel 2014 si sono ritrovati con un nulla di fatto anche nel 2015. Al terzo rinvio, speriamo finalmente di esserci: che il 5 aprile 2016 sia la volta buona!

1


Persona 5

Eravamo a metà settembre 2015, precisamente in quel del Tokyo Game Show, quando, come un fulmine a ciel sereno, ci piombò inaspettata la notizia da parte di Atlus che Persona 5 non sarebbe più stato pubblicato nel 2015 come da piani, bensì che la sua data di rilascio era stata fatta slittare all’estate del 2016.

1


Mighty No.9

Spesso, quando c’è di mezzo un ritardo, i team di sviluppo preferiscono rimanere sul vago e dichiarare che il gioco necessita di qualche leggera limatura. Nel caso di Mighty No. 9, Comcept è stata molto più diretta: il perché non abbiamo potuto giocare nel corso nel 2015 al sequel spirituale di Mega Man è legato al fatto che Mighty No. 9 era ancora azzoppato dai bug. Rimandato a febbraio 2016.

1


Fable Legends

Chiudiamo la nostra lista ufficiale con Fable Legends, titolo di Lionhead Studios, inizialmente inserito in un'ipotetica line up per il 2015 ma che, proprio verso il finire dello scorso anno è stato posticipato al 2016, senza peraltro dare ulteriori notizie riguardo la data. Il fatto che è prevista una open beta per i mesi primaverili ci fa pensare che Fable Legends non vedrà la luce prima del secondo semestre dell'anno.

1


Dead Island 2 e Deep Down

1

Considerate Dead Island 2 e Deep Down come due bonus track. Il primo era sì previsto per 2015, ma, a causa della separazione tra Deep Silver e Yager, il team di sviluppo che si stava occupando del titolo, la nuova data di uscita è stata “impostata” come TBA 2016 ma, con poche notizie sullo stato di avanzamento, ci chiediamo quanto ci sia da fidarsi. Su Deep Down, invece, c’è ben poco da dire: dopo un anno senza notizie (questa è l'ultima nel nostro database), ci troviamo davanti ad un eclatante caso di vaporware? 

1​​

SCHEDA
Cover

  • data d'uscita:
  • produttore:
  • sviluppatore:
Scheda completa...