Anno nuovo, videogiochi nuovi. Ma, come sempre, tirando le somme dell'anno passato non si può non stilare una classifica dei migliori titoli del panorama videoludico usciti negli ultimi 365 giorni. Dopo aver annunciato le nominations, lo staff di VGN si è riunito discutendo su quali fossero i titoli più meritevoli e, dopo diverse discussioni, ne è nata la lista dei vincitori. A farla da padrona è Journey, uno tra i titoli più particolari di questo anno videoludico, ma a mostrare i muscoli è la saga di Halo, che con l'ultimo episodio ha dimostrato che anche Xbox 360 ha ancora parecchie cartucce da sparare. Probabilmente il 2012 verrà anche ricordato per essere stato l'anno di nascita di una nuova IP dalle grandi potenzialità: Dishonored, che ha rischiarato il mercato videoludico come un fulmine a ciel sereno. Ma chi si è meritato il titolo più ambito, quello di Gioco dell'Anno 2012? Lo scoprirete a fondo pagina, vi lasciamo un po' di suspense!

In casa 343 Industries devono avere fatto una sorta di patto con il diavolo, perché attendersi un livello di dettaglio e spettacolarità del genere su una console che pensavamo – dopo quasi otto anni – di conoscere a menadito, è davvero incredibile. Halo 4 magari sacrifica qualcuno dei “dettagli” tecnici che tanto piacevano a Bungie, ma allo stesso tempo migliora esponenzialmente i precedenti capitoli della serie e ci consegna una delle cinque meraviglie grafiche di questa generazione di console. Siamo a livello Prometheus qui.

Tra titoli più o meno blasonati dell’intero panorama videoludico, ad aggiudicarsi la “statuetta” per il miglior comparto sonoro è Journey: la particolare esperienza partorita dalle menti dei ThatGameCompany ha infatti stregato tutti con un accompagnamento musicale che si sposa perfettamente con il gameplay, consentendo al titolo, esclusiva per la console casalinga di casa Sony, di vincere senza troppi affanni sui diretti avversari.

Il panorama dei giochi indipendenti si espande sempre di più, anno dopo anno, portando alla luce sempre più capolavori: quest’anno il migliore tra i tanti validi progetti è stato indubbiamente Journey, un viaggio videoludico che ha catturato l’attenzione di videogiocatori e critica grazie ad atmosfere veramente azzeccate e ad un gameplay magnetico, che catturava senza alcuna via di scampo.

Non solo il titolo dei titoli, ma anche quello di sorpresa dell’anno; noi di VGN l’avevamo già notato alla Gamescom di due anni or sono, ma averlo avuto tra le mani è stata tutta un'altra cosa: Dishonored stupisce per la qualità e la cura dei dettagli che non sempre si trovano al lancio di una nuova IP. Tra suggestive ambientazioni steampunk, pluralità di approcci e poteri speciali strabilianti, Corvo rapisce il videogiocatore per la sua personalissima avventura; se non lo avete ancora fatto, correte ad unirvi: il piacere della vendetta vi aspetta.

L'ultimo anno di Xbox 360?

Sono ben 7 anni ormai che Xbox 360 è sul mercato e la vecchiaia inizia a farsi sentire. Non tanto per le vendite, stabilmente alte e ancora lì a confermare come la seconda console casalinga made in Microsoft sia stata un successo clamoroso, soprattutto utile a convincere il mondo che Playstation non è sinonimo di videogioco al di là di Mario e Pokèmon. Dal punto di vista delle uscite, questo 2012 è stato ancora una volta l'anno di fantastici giochi multipiattaforma, quasi tutti al loro meglio sulla console della casa di Redmond, con l'aggiunta di qualche esclusiva di livello assoluto, compreso il ritorno di Master Chief. Sono stati così dodici mesi per niente male, nei quali è stato forse raggiunto il limite tecnico della console, con la magnificenza grafica di Forza Horizon e Halo 4; tutto ciò va anche visto considerando il più che probabile lancio della nuova piattaforma durante il 2013, il che spiegherebbe l'assenza di prossime uscite first-party previste per la seconda parte dell'anno venturo. Ma ora bando alle ciance e via libera al vincitore per il premio di Game of the Year 2012 per Xbox 360.
In un testa a testa notevole con l'altra grande esclusiva Forza Horizon, Halo 4 la spunta come miglior titolo Xbox 360 per il 2012. L'inizio della nuova trilogia del post-Bungie è stato dei migliori, sia come qualità, sia come quantità. Halo 4 è uno dei migliori sparatutto degli ultimi anni, grazie alla rinnovata veste grafica e alla nuova direzione della narrativa, unita alla solita OST da applausi. Good job, 343 Industries.

Nuove esperienze

Dopo il 2011, anno strabiliante a livello di esclusive, PlayStation 3 si è presa un po’ di tempo per respirare, con una Sony concentrata su più fronti, lancio di PlayStation Vita compresa. La vera forza di PS3 in questo 2012 risiede senz’ombra di dubbio nel suo PlayStation Network, che ci ha regalato esperienze innovative ed artistiche introvabili su altri lidi. Vere piccole gemme di gameplay misto ad arte, realizzate da piccoli e coraggiosi studios, che hanno reso la line-up della console Sony una delle più “eccentriche” di quest’anno, senza una vera big-hit, ma con tante interessanti nuove esperienze da provare pad alla mano. Merito anche di un rinnovato PlayStation Plus, trasformatosi da un vero e proprio “più” a qualcosa di ormai imprescindibile per qualsiasi gamer. Un anno quasi di attesa (e di riposo per i grandi studios, magari impegnati in qualche progetto next-gen), questo, prima del gran finale del 2013, tra The Last of Us e Beyond, tra God of War: Ascension e Puppeteer.

Con due premi già in cascina, è indiscutibilmente lui il mattatore della scena videoludica in casa Sony: stiamo ovviamente parlando ancora una volta di Journey, l’esclusiva PS3 che ha indubbiamente dominato questa edizione dei GOTY e che si porta a casa il suo terzo premio, questa volta come miglior titolo per la console casalinga del colosso giapponese: penso sia inutile spendere ancora parole di elogio nei confronti del titolo dei ThatGameCompany, i fatti parlano da sé!

Banco di prova per la new entry

Il 2012 è stato un anno di rinnovamento per Nintendo, la quale ha (finalmente) pensionato in maniera definitiva il Wii, che tra alti e bassi ha saputo regalarci piú di un capolavoro, per lanciare sul mercato il suo successore, ovvero il Wii U.
Annunciato addirittura all'E3 del 2011, il Wii U è rimasto buono buono in sordina per piú di dodici mesi, fino a che, a settembre di quest'anno, con un Nintendo Direct che molti ricorderanno è stata finalmente fatta luce sulla nuova nascitura di casa N. Ad accompagnare il lancio della neonata casalinga ci sono stati alcuni giochi davvero molto interessanti, alcuni dei quali hanno fatto capire che il Wii U GamePad potrà davvero fare la differenza e creare esperienze di gioco inedite, se sfruttato a dovere. Sebbene sia sul mercato solamente da un mese circa, qualche titolone nella line-up è già presente e quindi ha senso nominare il GOTY anche per Wii U, ecco il vincitore.

Nonostante le mille perplessità e riserve avute fino alla prova con mano, possiamo affermare con certezza che Zombi U ha rispettato le promesse iniziali. Non siamo di fronte ad un gioco perfetto, anzi, i difetti ed i bug si sprecano, complice una gestazione davvero breve (l'intero titolo è stato sviluppato in neppure un anno), ma una cosa conta alla fine, Zombi U è divertente. Ogni appassionato di zombi e di horror, una volta provato il titolo Ubisoft, non può che rimanerne ammaliato. In virtù di questo, il nostro premio per il Game Of The Year su Wii U va a Zombi U, con tutti i complimenti del caso agli sviluppatori di Ubisoft Montpellier che, in barba al rischio di non vendere o non incontrare i gusti della massa, hanno creato un survival horror che è un omaggio ad ogni fan del genere che si rispetti. Se siete deboli di cuore, statene alla larga, diversamente, procuratevi un Wii U e giocateci ad ogni costo.

Mouse e tastiera

Quest'anno il PC è stato pieno di giochi interessanti, sia esclusive che multipiattaforma, ma quali saranno stati i migliori?
Fra tante esclusive, come Jagged Alliance: Back in Action, Fray, Dota2, Wargame: European Escalation, Legend of Pegasus, Total War: Shogun – Fall of The Samurai, King Arthur 2, FTL: Faster Than Light, Diablo 3, Torchlight 2, YS: Origins, Guild Wars 2, Tera, Legend of Grimrock, Home, Inrusion 2, Botanicula, Dear Esther, A Valley without Wind, i Free to Play Tribes: Ascend, Blacklight Retribution, Planetside 2, Mechwarrior online (questo ancora in beta) e tanto altro ancora, è davvero dura scegliere i migliori! La line-up ha presentato tanti giochi validi appartenenti a vari generi, ma qual è stato il titolo che si è elevato sopra gli altri?

Quel che fu uno dei migliori sparatutto online multiplayer nella sua epoca, ritorna in veste di gioco free to play, presentando nuovamente la scelta delle fazioni e giocabile da chiunque con l'unico requisito necessario di volersi divertire in compagnia, il che significa anche dover collaborare di squadra, requisito fondamentale per arrivare alla vittoria. Un MMOFPS grandioso, difficile e divertente, che porta su una nuova dimensione l'universo degli shooter sci-fi ambientati in un mondo persistente online.

Portabilità e innovazione

PlayStation Vita è tra noi da meno di un anno, ma ha già una line-up ricca di titoli interessanti, sia grandi serie in formato portatile, sia progetti assolutamente nuovi e freschi. Forse manca ancora un vero e proprio titolo d’impatto, ma la realtà è che la piccola-grande console Sony è un gioiellino di tecnologia impreziosito da tante piccole gemme, con un crescente supporto delle terze parti. Per quanto il gaming portatile oramai sia sempre più saldamente nelle mani degli smartphone, come non si fa a continuare ad apprezzare le esperienze più complete che solo su console si possono trovare? Il vostro iPhone non ha Uncharted, vero?

Non è stato forse un esordio brillante per PS Vita, visto il risicato numero di titoli che sono giunti sugli scaffali nel corso del 2012, ma tra questi qualche perle l’abbiamo trovata: la più brillante di tutte è stata senza dubbio Gravity Rush, titolo dei Japan Studio che con la loro abile manipolazione della gravità e il sopraffino confezionamento di una storia coi controfiocchi hanno deliziato i palati videoludici di tutti i coraggiosi che hanno “scommesso” su PS Vita fin dal Day One.

La piccola dai grandi numeri!

Dopo una partenza al rallentatore, la piccola console Nintendo 3DS è riuscita durante il corso di quest’anno ad imporsi come console più venduta nel mondo, quadruplicando la cifra rispetto alla sua diretta rivale PS Vita. Tanti sono i motivi per questo slancio della console Nintendo, ma sicuramente ha giovato l’abbassamento di prezzo attorno ai 149 € ed il lancio della versione XL con uno schermo più grande. Però, come ben sappiamo, una console non va molto lontano senza del buon software che la sappia sfruttare, e nel 2012 abbiamo potuto giocare a tante piccole perle che hanno combattuto per il titolo di miglior gioco 3DS. Ecco qui di seguito il vincitore di questa categoria!

Erano anni che la serie Kid Icarus non veniva rispolverata da Nintendo e, quando la casa giapponese annunciò il titolo per Nintendo 3DS, l’utenza fu subito presa da una grossa impazienza. I rischi però erano dietro l’angolo, perché riuscire a mantenere intatto lo spirito del gioco di fine Anni '80 non era cosa facile. Per fortuna stiamo parlando di Nintendo, un’azienda che della qualità ha fatto scuola a tante altre aziende del settore, e che in questo Uprising ha saputo dare nuova linfa vitale a Pit e compagni, sorprendendo tutti gli addetti del settore e proponendo un gioco bello da vedere, bello da giocare e soprattutto divertente. Su Nintendo 3DS nel 2012 non esistono altri giochi così ben realizzati in tutte le componenti ed è giusto che il nuovo Kid Icarus venga premiato.

Una carriera giunta al termine


Nonostante una partenza bruciante, l'ammiraglia di Nintendo si è presto trovata con il fiato corto, per limiti soprattutto tecnici, che hanno fermato l'avanzata dei titoli multipiattaforma, ormai fondamentali nel mercato PS3-PC-X360. Nel corso del 2012, poi, i riflettori del mondo videoludico sono stati puntati perennemente su Wii U, la prima console della casa di Kyoto nell'era dell'alta definizione. Ciò premesso, appare difficile sorprendersi dello scarso numero di uscite di rilievo su Wii, tutte provenienti da Nintendo stessa, vuoi in veste di developer e publisher, vuoi in veste di publisher soltanto (sia lodata Nintendo of Europe!); va comunque ammesso che vi sono quantità e qualità sufficienti per allestire la nostra lista delle nominations con conseguente vincitore, per un'ultimissima volta. Certo, non siamo ai livelli dell'anno scorso, che ha visto il devastante duo composto da Xenoblade Chronicles e da The Legend of Zelda: Skyward Sword prendere il sopravvento, però non ci possiamo lamentare sempre.


Forse The Last Story non è il miglior gioco per Wii ad essere uscito nel 2012, ma di certo è il più adatto a fregiarsi del titolo di Game of the Year, grazie ad una trama coinvolgente e ad un gruppo di eroi cui riesce facile affezionarsi. Un'avventura epica che, al netto dei suoi difetti (tecnici e nel gameplay, in particolare), si è fatta apprezzare più di ogni altra opera di Mistwalker. Mica male, per una console a fine corsa...

Un mondo in movimento

Magari ci sarà ancora chi è restio a conceder loro lo status consacrato di “videgiochi” a pieno diritto, fatto sta che - e non lo abbiamo scoperto di certo in questo 2012 che volge a conclusione (alla faccia dei Maya) – le centinaia di titoli e applicazioni presenti sugli appositi store digitali hanno invaso i nostri smartphone e tablet, riuscendoci a regalare momenti di intrattenimento e puro svago in praticamente qualsiasi momento - e luogo - delle nostre giornate: titoli per partite da “cinque minuti e via” (sperando che la voglia di riprovare “un’ultima volta e basta” non prenda troppo il sopravvento) o altri con ambizioni più alte, star dietro a questo mercato in fermento e cosa sempre più difficile. Abbiamo selezionato per voi il migliore dell’anno.

Poche software house hanno lasciato il segno nel mercato dei dispositivi mobile come Gameloft, poche serie come quella di punta della casa francese: N.O.V.A. Giunta nel corso dell’ultimo anno al terzo capitolo, la futuristica serie si conferma un appuntamento imprescindibile per chi vuole godersi uno sparatutto dall’alto profilo tecnico, dal frenetico gameplay ottimizzato in maniera più che egregia per i controlli touch.
Crivellare i Volteriti con i nostri colpi non è mai stato così divertente!

Primo Classificato

Non solo la sorpresa del 2012, ma anche il gioco dell'anno. Dishonored ha stupito tutti, pubblico e critica, sbucando dal nulla e proponendo un gameplay innovativo, efficace e divertente, abbinato ad una storia intrigante e ad una longevità più che sufficiente. Il gioco ci immerge in un'ambientazione steampunk dalle mille strade percorribili, sta a noi scegliere il percorso adatto, ma badate bene: nessuno di essi è giusto o sbagliato. Corvo si è assicurato molti anni di presenza nel panorama videoludico, e noi non vediamo l'ora di mettere le mani su un probabile futuro titolo della serie.

Secondo Classificato

Al secondo posto non poteva che esserci lui, Master Chief, di ritorno in un nuova trilogia creata dalle abili mani dei ragazzi di 343 Industries, che hanno preso il posto di Bungie nello sviluppo della saga. Un comparto tecnico incredibile, unito a musiche fenomenali e ad un level design di altissimo livello non potevano che portare Halo 4 ai vertici della classifica. Se l'è giocata fino all'ultimo con Dishonored, che aveva dalla sua la forza di una nuova IP incredibilmente affascinante. Sarà per un'altra volta, magari con Halo 5?

Terzo Classificato

Il ritorno – dopo più di vent'anni – dell'angelo che non sapeva volare è stato di quelli importanti, per i fan Nintendo di vecchia data. Uprising ha settato nuovi standard per l'hardware di 3DS, circondando tanta generosità grafica con un gameplay fresco ed efficace (sebbene ostico per qualcuno) e la solita caterva di contenuti che è lecito aspettarsi da una produzione di Sakurai. Meritatissimo terzo posto, complimenti Grande N.

Ogni inizio anno lo staff di questo bel sito si riunisce e tira le somme sull’anno appena passato. Però il mercato dei videogiochi è popolato soprattutto dagli appassionati acquirenti che nei vari mesi acquistano quel gioco di interesse. Saranno stati soddisfatti? Oppure non hanno trovato la qualità necessaria? Abbiamo così chiesto anche ai nostri utenti quale è stato secondo loro il gioco dell’anno 2012 e le risposte sono state piuttosto interessanti. Al terzo posto si è classificato Kid Icarus Uprising, segno che il ritorno di Pit sulle scene ha colpito nel segno di tantissimi possessori di 3DS, soprattutto grazie alla sua freschezza e qualità complessiva. Al secondo posto della classifica utenti troviamo Far Cry 3, con un titolo Ubisoft che si è mostrato in grande forma ed ha davvero ben impressionato. Al primo posto, ancora un prodotto della casa francese… Assassin’s Creed 3! La nuova avventura ambientata negli emergenti Stati Uniti d’America è piaciuta molto agli utenti visti i voti, decretandolo così il Gioco dell’Anno 2012 degli utenti di VGNetwork.it 

In un panorama affollato come quello degli FPS non è certo facile restare “sulla cresta dell'onda”, tanto che anche il gigante Call of Duty ha tentato di rinnovarsi con Black Ops 2. Medal of Honor, invece, ha fatto passi indietro, tanto che Warfighter è in fin dei conti peggiore rispetto al suo predecessore, quel reboot che nel 2010 aveva fatto sperare nella rinascita del brand. Non un gioco terribile, sia chiaro, ma da EA ci si aspetta di più.

SCHEDAGIOCO
Cover

  • data d'uscita:
  • produttore:
  • sviluppatore:
Scheda completa...