Pillole dalla Gamescom - Mad Max

Fuoco e fiamme in pixel nel desertoScritto da Mathieu Renaudatil 11 agosto 2015
Pillole dalla Gamescom - Mad Max

Gli anni '80 ci avevano abituati ad un prestante Mel Gibson nei panni di un cazzutissimo guerriero della strada che, nell'arco di vari film, vendicava innocenti, faceva esplodere cose e ne distruggeva altrettante. Poi è arrivato, quest'anno un nuovo episodio ad aggiungersi alla timeline ovvero Mad Max: Fury Road, un film con Tom Hardy e Charlize Theron che proseguono le post-apocalittiche avventure del matto Massimo. Il film in questione, distribuito da Warner Bros., non poteva non venire accompagnato da un videogioco di impatto. Ma come fare a produrlo senza incombere in spese esagerate per aggiudicarsi i diritti degli attori?

Semplice, si fa un altro gioco, sempre dedicato al guerriero della strada, senza gli attori del film. E, di conseguenza, si è realizzata una nuova trama e con meccaniche appositamente create.

Warner Bros. ci ha accolti per provare una demo, dandoci alcune informazioni sul titolo e per mostrarci che cosa ha in serbo per questa licenza che, sulle spalle degli sviluppatori, non deve essere un facile peso da portare.

Dopo esserci messi ai comandi, l’obiettivo è quello di recuperare alcune parti della macchina che utilizzeremo per spostarci: un potente motore va per forza di cose sottratto ai cattivissimi mutanti dell'esercito di Scrotus (si, si chiama proprio così).

All'inizio della demo era possibile personalizzare al massimo l'automobile che, per tutto il gioco, useremo nelle sezioni di guida; sarà poi possibile, man mano che avanzeremo nella storia, acquistare ed installare componenti sempre più efficaci in modo da rendere il nostro bolide più veloce, resistente e duraturo.

A bordo dell'automobile, (a proposito, NON è la storica V8 Interceptor, distrutta proprio all'inizio di questo gioco) sarà presente un mutante del fronte dei "buoni", sempre al nostro fianco per tentare di aggiustare il veicolo nel caso di scontri o ad installare varie aggiunte.

Le sezioni di guida permetteranno di sparare o usare un arpione per distruggere catapulte, automobili, torri di controllo e tante altre cose che, come sempre nell’universo di Mad Max, esploderanno in miliardi di pezzettini in maniera spettacolare, con fuoco e polveri e lapilli ovunque. Sarà necessario difendersi dai nemici che vorranno assalirci anche a piedi: per questo motivo, scendendo dal veicolo, potremo fare a pugni con tutti per salvarci le penne, sfruttando un sistema di combattimento ispirato pesantemente a quello ormai brevettato da RockSteady nella serie (sempre di Warner Bros.) Arkham di Batman, il che è già sinonimo di qualità.

Divertentissimo da giocare, Mad Max promette ore di divertimento esplosivo facendo esplodere cose che esplodono con artiglieria esplosiva.

Se non fossimo stati convincenti, ricordatevi che un gioco in cui esplodono delle cose in continuazione in maniera esplosiva ​è un gioco esplosivamente bello.

Aspettativa 4/5

SCHEDAGIOCO
Cover Mad Max

Mad Max

  • data d'uscita: 04 settembre 2015
  • produttore: Warner Bros. Interactive
  • sviluppatore: Avalanche Studios
  • Distributore: Warner Bros. Interactive
  • Genere: Azione
  • Multiplayer: No
  • Pegi: 18+
  • Sito di Mad Max
Scheda completa...
Pillole dalla Gamescom - Mad Max2015-08-11 14:00:19http://www.vgnetwork.it/speciali/pillole-dalla-gamescom-mad-max-50361/Fuoco e fiamme in pixel nel deserto680350VGNetwork.it