VGNetwork Plus - Aprile 2016

Le Plus c'est PlusScritto da Francesco "Zio Gigietto" Paternesiil 04 aprile 2016
VGNetwork Plus - Aprile 2016 Speciale

Bentornati al nostro classico appuntamento con VGNetwork Plus, la rubrica che vi parla dei titoli che, ogni mese, vengono inseriti nella IGC di casa Sony. Ce la prendiamo con un po’ più di calma, stavolta, se non altro perché molti di noi ancora stentano a digerire i postumi dei bagordi pasquali, dunque quale motivo migliore di buttarsi su qualche bel gioco gratuito? Ecco a voi VGNetwork Plus con i giochi Plus di Aprile 2016.


Dead Star [PS4]

Primo titolo annunciato in largo anticipo, Dead Star porta la firma di Armature Studios, autori di Batman: Arkham Origins Blackgate e promette di essere un’elettrizzante esperienza multiplayer a sfondo spaziale. In un universo dilaniato da guerre insensate, vestiremo i panni di criminali galattici alla volta di depredare e fuggire dalla legge; fino a 20 giocatori possono partecipare a violenti deathmatch in aree sempre nuove, grazie ad una creazione procedurale delle arene, tutti con un unico grande scopo: diventare il pilota infame migliore della galassia. Dead Star farà la sua prima apparizione console su PS4 e sarà gratuito per tutti gli abbonati Plus, aspettatevi dunque una corposa recensione prossimamente su VGNetwork.it!


Zombi [PS4]

Facente parte della line-up di lancio di Wii U, ZombiU si distinse per il suo essere un survival horror abbastanza punitivo ma soddisfacente, oltre a sfruttare al meglio le capacità del Gamepad della casalinga Nintendo. A distanza di qualche anno, Ubisoft toglie una vocale e fa approdare il gioco su PS4 e Xbox One, portando quindi su tutta la next gen un gioco all’apparenza banale (se per banale intendiamo l’affollamento di titoli a tema zombie) che però sfrutta trovate interessanti come il permadeath e la città di Londra come sfondo eccellente per regalare atmosfere di terrore uniche. Certo, il passaggio da Gamepad a DualShock 4 rende Zombi orfano delle peculiarità che lo resero celebre su Wii U, rimanendo tuttavia un’esperienza di spessore tale che molti non hanno esitato a definirlo un Dark Souls zombie.


I Am Alive [PS3]

I Am Alive è il classico caso di nomen omen: un titolo dallo sviluppo incostante, passato per tante mani e a forte rischio di cancellazione, fino ad arrivare negli studi Ubisoft Shangai e vedere la luce. I Am Alive ci butta nella città di Haventon, devastata un anno prima da una catastrofe misteriosa, con il solo scopo di sopravvivere mentre cercheremo nostra moglie e nostra figlia disperse. Mescolando meccaniche e situazioni a metà tra un Uncharted e un Silent Hill, saremo immersi in un mondo in caduta libera, tra la ricerca continua di cibo e oggetti per tenerci in vita e, eventualmente aiutare gli altri sopravvissuti. Un titolo che mette in luce un gameplay accattivante e che sicuramente piacerà a chi cerca un’esperienza di sopravvivenza estrema e i fan dei disaster movie.


Savage Moon [PS3]

Ormai i tower defence sono diventati un gioco molto diffuso nel pubblico, grazie anche agli smartphones che rendono questa tipologia molto più immediata in fase di gioco. Savage Moon tuttavia si adatta ben poco ai giocatori di passaggio: in questo titolo, infatti, la dose di strategia richiesta è superiore alla norma, chiedendo al giocatore un’attenta pianificazione di ogni mossa, studiando a menadito il terreno della battaglia. Siete stati avvisati, dunque: gli amanti della strategia pura verranno sicuramente soddisfatti dal gioco e ciò che sa offrire, ma anche rivelarsi un banco di prova per i neofiti affascinati dalle sfide difficili.


A Virus Named Tom [PS VITA]

Tranquilli, possessori di PS Vita! A Virus Named Tom non attenterà alla salute delle vostre portatili Sony, piuttosto della corporazione rea di aver licenziato uno scienziato pazzo che, in preda alla vendetta, ha creato Tom allo scopo di far collassare le difese informatiche dell’azienda. Una trama narrata molto bene e che fa da sfondo ad un gameplay ibrido a metà tra Pac-Man e le vignette della Settimana Enigmistica dove, collegando dei punti, si forma una figura. Ennesimo esempio di come il mix di gameplay spesso si rivela una scelta vincente, A Virus Named Tom non offre solo una campagna in single player ma anche modalità cooperative e competitive, insomma, questo virus ci metterà un bel po’ prima di essere cancellato dalle vostre schede di memoria.


Shutshimi [Cross-buy PS4/PS VITA]

Ne abbiamo viste tante su PlayStation Plus, davvero tante. Però sono sincero, nella lista di assurdità nei videogames mi mancava un pesce rosso con braccia muscolose, sigaro e armato fino ai denti. E questo è solo un piccolo assaggio del delirio visivo con cui avremo a che fare in Shutshimi, sparatutto con livelli random che durano circa dieci secondi l’uno, ovvero la durata della memoria a breve termine di un pesce rosso. Aspettatevi quindi ritmo incalzante, obiettivi sempre vari e un arsenale di cappelli (si, cappelli) tutti con un effetto diverso ma uniti da un’estrema follia di base. E non mancate di fare spazio sul divano: fino a quattro giocatori possono immergersi nel mare di pixel e annichilire squali occhialuti ed orsi subacquei. Davvero non so che altro dire, provatelo!

Adesso diteci la vostra: vi piace la selezione di giochi fatta da Sony? Quali sono i titoli che vorreste vedere su PlayStation Plus?

SCHEDA
Cover

  • data d'uscita:
  • produttore:
  • sviluppatore:
Scheda completa...